Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Everything is Miscellaneous

Mostra risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Weinberger, David - Everything is Miscellaneous

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    1151
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Weinberger, David - Everything is Miscellaneous

    Un altro libro sulla gestione della conoscenza nel web.

    La tesi del libro è che l'uomo ha bisogno dell'ordine perché le cose occupano spazio, il quale è limitato.
    Come si crea l'ordine? Attraverso classificazioni, meglio se gerarchiche.

    E nel web? Lo spazio sembra potenzialmente infinito e gli oggetti digitali sono pura informazione. Essi si trovano liberi nel web in uno stato di disordine digitale. Ed ecco qui che nascono degli strumenti per porre ordine tra questi gigabyte di dati (database, forum, ecc).

    Anche il nostro forum ha lo scopo di classificare e dare ordine alla bellezza!!

    E' ancora un work in progress, ma il parare iniziale è più che positivo.
    Ah, non è ancora stato tradotto in italiano.

  2. #2
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3568
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    59
    Thanked in
    33 Posts

    Predefinito

    Secondo me internet potrebbe o porterà alla creazione di una quantità infinita di informazioni.

    Come per un ripostigilio che si va via via riempiendo di qualsiasi tipo di oggetto importante sarà riuscire a trovare un oggetto desiderato nel momento del bisogno.

    Per internet questa funzione ora è svolta dai motori di ricerca in particolare da google.

    La questione secondo me è la seguente:
    riusciranno i grandissimi centri di calcolo di google a scandagliare e catalogare la quantità di informazione che verrà creata? La velocità di catalogazione delle informazioni di google sarà sufficiente per sempre oppure in futuro saranno create molte più informazioni di quante il miglior sistema di catalogazione sarà in grado di catalogare?

    In questo caso vi è il rischio (già attuale e comprovato) che vengano catalogate e quindi rese disponibili "schifezze" mentre vadano perse informazioni di inestimabile utilità.

    PS. Aggiunto alla mia lista desideri. Troppo fighi i libri che parlano di queste cose!

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    2551
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Molto interessante... aggiungo nella wishlist.
    Ma è scritto in un inglese comprensibile? Sui termini tecnici-informatici non ho problemi ma per il resto mio inglese è un pò scarso...

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    1151
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    sìsì, inglese comprensibile. Però ha poco di linguaggio settoriale, è più "raccontato".

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    1151
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Un'altra chicca.
    L'organizzazione dei prodotti nel supermercato (sempre di organizzazione dell'informazione si tratta -> marketing):
    - Il produttore del prodotto X paga affinché il suo prodotto venga messo ad altezza occhi - mano. E' il primo prodotto che si vede, e facilmente si acquista quello (solitamente però, è il più caro).
    - I prodotti maggiormente acquistati (negli USA latte e banane) sono messi dalla parte opposta dell'ingresso e lontani fra loro.
    Se il latte si trova sullo scaffale A e le banane nel reparto Z, il cliente dovrà percorrere quasi sicuramente i corridoi (B, C, D, E, ..., Z) per reperire le banane. In questo modo è difficile non comprare qualcos'altro che ci sta in mezzo.
    Che furbacchiotti! E il tutto viene percepito a livello dell'inconscio, non direttamente!

  6. #6
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3568
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    59
    Thanked in
    33 Posts

    Predefinito

    E gli snack/cioccolatini messi alla cassa ad altezza bambino... così la mamma ferma ad aspettare il proprio turno non riesce a resistere alle richieste del bimbo che vuole l'ovetto con la sorpresa.

Discussioni simili

  1. Grossman, David - Che tu sia per me il coltello
    Da zaratia nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 38
    Ultimo messaggio: 07-26-2015, 07:11 PM
  2. Eddings, David - La saga dei Belgariad
    Da elydark nel forum Salotto letterario
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 10-04-2010, 10:04 AM
  3. Lodge, David - Il professore va al congresso
    Da juzz nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 02-24-2010, 08:46 PM
  4. Grossman, David - L'uomo che corre
    Da zaratia nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-11-2007, 07:18 AM

Tags per questo thread

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •