"È la solitudine la «maledizione» che si è impadronita di Lestat, bello, malinconico e crudele principe del cupo universo dei vampiri. Sulla dolorosa onda di quella solitudine, Lestat ha accarezzato un bruciante desiderio: rinascere come mortale, liberarsi della sua condizione di non morto e tornare a essere vivo… C’è qualcuno che può soddisfare quel desiderio: l’ammaliante Raglan James, il Ladro di Corpi, che da tempo insegue Lestat e che, a sua volta, ambisce a diventare vampiro. A nulla varrà l’avvertimento di David Talbot, l’unico amico «umano» di Lestat, e di altre creature della notte: il patto sarà stipulato, scatenando un vortice inarrestabile di conseguenze – oscure, maligne, sconcertanti…

Quarto libro della saga "Cronache dei Vampiri"
Sono ripetitiva lo so, ma adoro Anne Rice e anche in questo libro non ci fa mancare, trama, colpi di scena e riflessioni sull'animo umano... e vampiresco.
Bello