Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il piacere

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 30

Discussione: D'Annunzio, Gabriele - Il piacere

  1. #1
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Salento
    Messaggi
    89
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito D'Annunzio, Gabriele - Il piacere

    Obbligata a leggerlo per un esame, l'ho apprezzato pagina dopo pagine e ho finito per non dormire la notte, pur di arrivare almeno alla fine del capitolo! Una volta entrati nel codice di scrittura di D'Annunzio, sovrabbondante di rimandi culturali che evidenziano le competenze dell'autore in ogni campo della vita, la lettura è scorrevole. I personaggi affascinanti mostrano un mondo lontano dalle possibilità della maggior parte dei lettori moderni, ma alla fine siamo facilmente in grado di capire che è tutta una facciata che pian piano di sgretola e rivela il fallimento del protagonista-edonista-superuomo.

    La citazione che riporto non chiarisce il contenuto del romanzo, ma esprime la mia idea sui rapporti umani:
    Uno de' più alti piaceri, nella conversazione non volgare, appunto è sentire che uno stesso grado di calore anima tutte le intelligenze presenti. Allora soltanto, le parole [...] dànno a chi le profferisce e a chi le ode il supremo diletto.
    Ultima modifica di ilselacontessa; 07-20-2008 alle 08:06 PM.

  2. #2
    Curly member
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    MILANO
    Messaggi
    192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Sono stata obbligata anche io a leggerlo per la scuola, ma purtroppo lo DETESTO!
    L'alter ego di D'Annunzio, Andrea Sperelli è un uomo INUTILE e VANITOSO, di quelli che bravi come lui non se ne trovano: di bell'aspetto, cavaliere eccellente, ottimo schermidore, pittore e poeta di cui tutti lodano il gusto perfetto, che per lui non sono altro che un raffinato passatempo per riempire la sua esistenza, altrimenti vuota e vana. Le lunghe descrizioni della sua casa, degli oggetti di cui si circonda, delle donne, mi danno l'impressione di un individuo narcisista ed egocentrico. Ne avrei tante da dire, mi trattengo.

    Però devo ammettere che per chi ama una prosa ricca e impreziosita da latinismi e termini piuttosto desueti e soprattutto le atmosfere sensuali e un po' misteriose, "Il Piacere" possa essere molto affascinante. Non dimentichiamo che D'Annunzio è l'autore de "La pioggia nel pineto" che secondo me è davvero un capolavoro!

  3. #3
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Salento
    Messaggi
    89
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Elena.90 Vedi messaggio
    Sono stata obbligata anche io a leggerlo per la scuola, ma purtroppo lo DETESTO!
    L'alter ego di D'Annunzio, Andrea Sperelli è un uomo INUTILE e VANITOSO, di quelli che bravi come lui non se ne trovano: di bell'aspetto, cavaliere eccellente, ottimo schermidore, pittore e poeta di cui tutti lodano il gusto perfetto, che per lui non sono altro che un raffinato passatempo per riempire la sua esistenza, altrimenti vuota e vana. Le lunghe descrizioni della sua casa, degli oggetti di cui si circonda, delle donne, mi danno l'impressione di un individuo narcisista ed egocentrico. Ne avrei tante da dire, mi trattengo.

    Però devo ammettere che per chi ama una prosa ricca e impreziosita da latinismi e termini piuttosto desueti e soprattutto le atmosfere sensuali e un po' misteriose, "Il Piacere" possa essere molto affascinante. Non dimentichiamo che D'Annunzio è l'autore de "La pioggia nel pineto" che secondo me è davvero un capolavoro!

    Si! Sono d'accordo. La pensavo esattamente come te, ma pian piano sono riuscita ad abituarmi a quella prosa fin troppo barocca e mi sono godute quelle atmosfere! Andrea Sperelli rispecchia in pieno la società romana del tempo che D'Annunzio frequentava e i lettori si sono riconosciuti in lui: ecco il perchè del successo immediato! D'Annunzio è stato il primo scrittore-manager, nel senso che è riuscito subito a monetizzare il suo successo, catturando il pubblicoe riuscendo, così, a vivere della sua scrittura!
    L'ho rivalutato parecchio, prima non lo sopportavo proprio!

  4. #4
    Summer Member
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    1588
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    L'ho letto per la scuola oltre dieci anni fa, e devo ammettere che questo libro non mi aveva particolarmente catturata, anzi, ne trovavo la prosa eccessivamente carica.

    Ma forse rileggendolo oggi cambierei idea....

  5. #5
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito

    E' scritto molto bene ed è una riflessione su quello che l'autore pensa debba essere la vita di un uomo dedicata all'arte e all'edonismo, preso come romanzo del suo periodo direi che è notevole anche se i contenuti non sono condivisibili

  6. #6
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Salento
    Messaggi
    89
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    preso come romanzo del suo periodo direi che è notevole anche se i contenuti non sono condivisibili
    Sì, certo. La lettura si regge solo se presupponiamo l'appartenenza a quel determinato periodo... Altrimenti è la fine!

  7. #7
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito

    pochi libri superano le maglie della storia, se Il piacere lo leggiamo ancora adesso vuol dire che è rappresentativo di un periodo storico e culturale di cui vale la pena occuparsene. D'Annunzio non è Oscar Wilde ma un po' c'azzecca

  8. #8
    Charmed Member
    Data registrazione
    Jun 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    2653
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Oh mamma Il piacere l'ho portato alla maturita', l'ho letto in pochissimo tempo saltanto qualche pezzo qua e la, risultato che non ci ho capito niente e alla fine non mi e' piaciuto e forse non l'ho neanche capito!

  9. #9
    Curly member
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    MILANO
    Messaggi
    192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    ma secondo voi D'Annunzio condanna completamente Sperelli?

  10. #10
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Salento
    Messaggi
    89
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Elena.90 Vedi messaggio
    ma secondo voi D'Annunzio condanna completamente Sperelli?
    No, D'Annunzio non può condannarlo, perchè in Sperelli c'è troppo di lui! D'Annunzio, tramite Sperelli, descrive la società romana del tempo in tutte le sue sfaccettature, dalla magnificenza che intende ostentare, alla vuotezza e alla decadenza morale della gente che la abita. E in questa società D'Annunzio vuole vivere e ci riesce, a tutti i costi.

  11. #11

    Predefinito

    Gran bel libro!
    La scrittura è semplicemente fantastica, ciò nonostante la complessità dei periodi e l'arduità nel comprendere i termini poco usati. Infatti il significato arriva sempre nella maniera più diretta possibile....

  12. #12
    Curly member
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    MILANO
    Messaggi
    192
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ilselacontessa Vedi messaggio
    No, D'Annunzio non può condannarlo, perchè in Sperelli c'è troppo di lui! D'Annunzio, tramite Sperelli, descrive la società romana del tempo in tutte le sue sfaccettature, dalla magnificenza che intende ostentare, alla vuotezza e alla decadenza morale della gente che la abita. E in questa società D'Annunzio vuole vivere e ci riesce, a tutti i costi.
    Secondo me Sperelli è l'alter ego di D'Annunzio fino a un certo punto, ovvero fin quando le cose non iniziano ad andar male, dove D'Annunzio cerca di "psicanalizzare" il suo personaggio. Nell'ultima parte del libro mi sembra di leggere tra le righe un bel "povero scemo, ti sei fregato da solo!", non una condanna morale...

  13. #13
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Salento
    Messaggi
    89
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Elena.90 Vedi messaggio
    Secondo me Sperelli è l'alter ego di D'Annunzio fino a un certo punto, ovvero fin quando le cose non iniziano ad andar male, dove D'Annunzio cerca di "psicanalizzare" il suo personaggio. Nell'ultima parte del libro mi sembra di leggere tra le righe un bel "povero scemo, ti sei fregato da solo!", non una condanna morale...
    Sì, hai ragione. Ma la condanna morale che intendo io è più generale e colpisce sia Sperelli che l'intera società romana del tempo. Quel "povero scemo..." ci fa capire che a un certo punto l'autore prende le distanze da quel mondo proprio per metterne in rilievo la decadenza che lo caratterizza.

  14. #14
    small flower
    Data registrazione
    Aug 2008
    Località
    Calabria
    Messaggi
    32
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Anche io l'ho letto per motivi di studio, quindi diciamo che sono stata "costretta",
    ma alla fine mi sono resa conto che mi era davvero piaciuto.

  15. #15
    Junior Member
    Data registrazione
    Dec 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Quanto mi piace questo romanzo, un pò meno la personalità dell'autore. Ogni volta che mi sento triste lo rileggo e sono ormai alla terza volta. E' vero la scrittura è un pò troppo "piena" ma in certi tratti questa pienezza di particolari disegna esattamente la scena. La più bella di tutte: Andrea che attende il ritorno di Elena. La descrizione minuziosa della camera, quella ancor più minuziosa del suo stato d'animo che si confonde con i suoi ricordi. Una scena piena di una sensualità così tanto ostentata ma al contempo nascosta. Per me questo romanzo è fatto di tante piccoli quadri quasi scollegati fra loro ma nella loro unicità tutti bellissimi. Mi sono innamorata di questo romanzo fin dalla prima lettura e ogni volta che lo rileggo aggiungo qualche particolare alla scena disegnata nella mia testa. Bello, bello, bello.

Discussioni simili

  1. danimumu - piacere
    Da danimumu nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
    Risposte: 25
    Ultimo messaggio: 06-21-2008, 10:39 PM
  2. Girare per le librerie sotto Natale fa piacere!
    Da Fabio nel forum Salotto letterario
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 12-20-2007, 12:53 PM
  3. yawal - Anna 'MALìA' Marani è Yawal! Piacere!
    Da yawal nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 12-13-2007, 10:11 PM
  4. Snail - Piacere a tutti
    Da Snail nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 06-26-2007, 07:13 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •