Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il cavaliere e la morte

Mostra risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Sciascia, Leonardo - Il cavaliere e la morte

  1. #1
    b
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    977
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Sciascia, Leonardo - Il cavaliere e la morte

    Il titolo di questo breve romanzo, il penultimo del grande scrittore, è preso da un incisione di un trittico di Albrecht Durer: Il cavaliere, la morte e il diavolo. Solo che nel romanzo il Diavolo viene "lasciato fuori", perchè "era talmente stanco da lasciar tutto agli uomini, che sapevano fare meglio di lui".

    La storia è ambientata in un imprecisato paese dell'Italia settentrionale e narra di un Vice Commissario di polizia, dai modi isolati e appartati, che deve indagare sulla morte di un noto avvocato, tale Sandoz. Arriva subito ad individuare il colpevole, grazie ad indizi anche palesi. Naturalmente il Vice non ha prove concrete, è aiutato solo dalle confidenze con alcuni personaggi. Non può avere alcun aiuto dal commissario capo, succube del potere e indirizzato ad indagare solo sulla falsa pista di un organizzazione terroristica rivoluzionaria chiamata “i figli dell’ottantanove”. Così, stoicamente, combatte in solitudine la sua battaglia contro la malattia che lo affligge e contro degli avversari più forti di lui.

    Ho letto questo libro molti anni fa, ricordo di averlo trovato un giallo insolito, una storia dove l'allegoria del cavaliere che ha accanto la morte si rspecchia nel suo protagonista che combatte contro una malattia incurabile. Un po' cupo, credo non bello come gli altri suoi romanzi, ma comunque un libro da leggere, visto che siamo di fronte ad un Grande.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    19769
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    347
    Thanks Thanks Received 
    1021
    Thanked in
    653 Posts

    Predefinito

    A me Sciascia piace sempre, per concisione, lucidità, onestà e vivacità intellettuale, coraggio nel denunciare le trame della politica in tempi non sospetti. Inascoltato come tutti i profeti, anche in questo breve romanzo scritto un anno prima di morire ci regala con lo sguardo disincantato e sofferente di un testimone troppo sincero uno spaccato di vita sociopolitica italiana così reale da far male. E' un racconto più cupo, più pessimista, ma come non esserlo...

  • #3
    Together for ever
    Data registrazione
    Jun 2011
    Località
    zanzaratown
    Messaggi
    2312
    Thanks Thanks Given 
    626
    Thanks Thanks Received 
    304
    Thanked in
    175 Posts

    Predefinito

    Dei commenti precedenti condivido tutte le riflessioni, manca però un dettaglio.
    Il commissario protagonista aveva il l'incisione di Durer Il cavaliere la morte e il diavolo appeso in ufficio, di fronte alla sua scrivania; acquistato per puro suo istinto estetico ed appeso li per ricollegare probabilmente il senso di quella immagine per lui in quel momento.
    Al finale lui si chiede se lasciarlo lì o portarselo via il quadro e decide di lasciarlo per il suo successore scrivendo una piccola nota sulla probabile destinazione del quadro stesso.
    La lettura di questo libro mi è stata "istigata" dall'idea di visita della Mostra su Durer tenuta a Milano, meritevole d'altro canto.
    Ho cercato il libro e con difficoltà l'ho reperito per poterlo leggere proprio qualche giorno prima di andare alla mostra; la sua visione collegata al racconto ne avrebbe completato il piacere.
    Per quanto riguarda Sciascia ho commenti solo positivi.


  • Discussioni simili

    1. Sciascia, Leonardo - Il mare colore del vino
      Da Dallolio nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 6
      Ultimo messaggio: 04-25-2018, 01:22 PM
    2. Sciascia, Leonardo - Il giorno della civetta
      Da Darkay nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 7
      Ultimo messaggio: 01-10-2018, 06:24 PM
    3. Risposte: 11
      Ultimo messaggio: 12-08-2017, 08:05 PM
    4. Sciascia, Leonardo - A ciascuno il suo
      Da Palmaria nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 8
      Ultimo messaggio: 09-10-2016, 02:08 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •