Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Christine La macchina infernale

Mostra risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: King, Stephen - Christine La macchina infernale

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    506
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito King, Stephen - Christine La macchina infernale

    In una cittadina tranquilla della Pennsylvania tra l'estate del 1978 e la primavera del 1979 un ragazzino compra una Playmouth del 1958 con l'intento di rimetterla a nuovo.
    Ma proprio da ciò nasce un'ossessione verso la macchina che nel frattempo prende vita.
    Il resto della storia vien da se.
    C'è anche un film tratto da questo libro.

    L'ho letto molto tempo fa e di questo libro mi è rimasto ben poco, l'ho trovato molto surreale e molto lento.

    Sconsigliato
    Voto: 4/10

  2. #2
    b
    Data registrazione
    Apr 2008
    Località
    prov. Roma
    Messaggi
    1519
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    io al contrario l'ho trovato abbastanza interessante...
    se non ricordo male è il primo che ho letto di king...e ne rimasi piacevolmente colpita...

  3. #3
    Member
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Pisa
    Messaggi
    77
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    L'ho letto qualche anno fa.... nè brutto nè bello.... mi ha lasciato abbastanza indifferente!

  4. #4

    Predefinito

    Un libro davvero bello che tiene incollati dall'inizio alla fine. Un horror fantastico da non perdere. Da questo bellissimo libro è stato tratto un film. Il film è, invece, bruttissimo, senza la minima suspense, e che stravolge completamente la trama fra l'altro omettendo addirittura il personaggio di LeBay che è centralissimo. In sostanza: leggete il libro e lasciate perdere il film.

  5. #5
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Lecce
    Messaggi
    707
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    189
    Thanks Thanks Received 
    134
    Thanked in
    90 Posts

    Predefinito

    Siamo a Libertyville, la classica cittadina americana né troppo grande né troppo piccola, con famiglie medio-borghesi, figli adolescenti alle soglie dell’università, brutti ceffi sempre in agguato, fast food e quello strato di neve che rende tutto più soft.. o più crudele, chissà…
    E’ questa l’ambientazione in cui ci caliamo con questo romanzo di King, un’ambientazione estremamente normale, come al solito. Perché è proprio nell’inserimento di fattori straordinari nella normalità che King dà il meglio di sé. Nel caso di questo libro il fattore straordinario è nel titolo: è Christine, la macchina infernale. E’ una macchina bianca e rossa alla quale, se la vedessimo girare per strada, non daremmo più di un’occhiata scettica o divertita. Ma Christine non è una macchina normale: è come se avesse un’anima, una sua vita, è come se pensasse ed agisse con volontà propria… con volontà omicida! Lo sventurato ragazzo del quale si servirà per le sue malefatte è Arnie Cunningam, un diciassettenne con ottimi voti a scuola, ma un perdente, uno un po’ sfigato per quanto riguarda tutto il resto. Da quando l’ha vista parcheggiata davanti a casa di Roland Lebay, Arnie non è più riuscito a staccarsi da quell’auto che è diventata la sua ossessione e la sua fine. Da allora Arnie è cambiato, è come se fosse un’altra persona…La storia ci viene raccontata con dovizia di particolari da Dennis, l’unico fraterno amico di Arnie… prima che arrivasse Christine.
    Nonostante la crudeltà di alcune scene, mi sento di consigliare questo libro perché è ben scritto, ha una trama coerente, sebbene un po’ fantasiosa, e vale le 640 pagine che conta. La lettura scorre via piacevole e la storia non può non catturare, tanto più che fino all’ultimo non si sa come andrà a finire. Chi l’avrà vinta? Christine o Petunia? Dennis o Lebay? E Arnie che fine farà?
    Non sarà uno dei capolavori di King, ma è comunque un’ottima lettura d’evasione. Consigliato, dunque!

  6. The Following User Says Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  7. #6
    Pensatore silenzioso
    Data registrazione
    Apr 2014
    Località
    Ovunque... basta che ci sia il mio cane accanto.
    Messaggi
    1644
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    169
    Thanks Thanks Received 
    209
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito

    King ti tiene sulla pagina, spesso. Questa però, a mio parere, è una storia senza senso. Lui è bravo nel suo genere ma stavolta non mi è piaciuta l'idea.

Discussioni simili

  1. King, Stephen - It
    Da Pezzo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 78
    Ultimo messaggio: 04-10-2017, 10:55 AM
  2. King, Stephen - Ossessione
    Da evelin nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 03-30-2017, 11:17 PM
  3. King, Stephen
    Da Sir_Dominicus nel forum Autori
    Risposte: 164
    Ultimo messaggio: 07-09-2016, 01:21 AM
  4. King, Stephen - Duma Key
    Da Silvana nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 09-02-2013, 11:28 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •