Economia della Conoscenza
Chi gestisce network di sapienti è il vero sapiente?

Mentre toglievo dalla valigia i numerosi libri che da Londra mi sono portato a casa pensavo: cosa è la conoscenza oggi? Chi conosce davvero tanto? Leggendo un libricino verde qualche giorno prima avevo avuto un input succulento per rifletterci ed ora ecco la mia scrittura sulla economia della conoscenza.

Conoscenza del Passato
Tempo fa il grande conoscente era colui che tanto sapeva di tanti argomenti. La conoscenza globale era poca ed una persona poteva conoscere tanto di molto.
In un epoca nella quale la conoscenza globale era relativamente poca il grande conoscente era colui che sapeva relativamente tanto.

Conoscenza del futuro
Attualmente la conoscenza globale è tantissima, infinitamente ogni giorno maggiore del giorno precedente.
Oggi il grande conoscente è colui che sa dove o chi è esperto di un determinato argomento.
Oggi il grande conoscente è quella persona che con poche email o con poche ricerche sui motori di ricerca riesce a trovare la partenza dell'indagine che si vuole fare. E' colui che sa dirti "per questo argomento scrivi a X o telefona a Y".

Ne deriva che per diventare un "sapiente della nuova era"

  • è necessario avere un grande network,
  • è necessario non focalizzarsi su un solo argomento,
  • è necessaria moltissima curiosità ed
  • è estremamente importante saper organizzare idee, argomenti, contatti ed informazioni.


Parafrasando un sito che sta spopolando, il grande conoscente è colui che in un ipotetico "facebook del sapere" ha molti amici, tutti esperti nei loro argomenti e riesce a ricordarsi "chi sa cosa" in pochi attimi. Sa di ognuno di loro cosa sanno e che argomento studiano, ma non sa nel dettaglio i loro studi, non è umanamente possibile sapere tanto di tutto.

E questi contatti come si tengono ed organizzano? Con i mezzi telematici!

Ecco che chi sa gestirsi per bene il proprio "Outlook" parte con del vantaggio in una ipotetica corsa verso il "nuovo sapere".

Ma il vincitore, il nuovo sapiente, è il gestore di forum.

A parte l'ultima cazzata, cosa ne pensate di questo nuovo modo di intendere la conoscenza con gestione di network di esperti?