Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Senza luce

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Bernardi, Luigi - Senza luce

  1. #1
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18805
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    635
    Thanked in
    380 Posts

    Predefinito Bernardi, Luigi - Senza luce

    In un paese vicino Bologna la polizia fa interrompere l'erogazione dell'energia elettrica perchè un vecchio ha iniziato a sparare all'impazzata dalla finestra uccidendo alcune persone. Il fatto di cronaca a cui si ispira il romanzo è veramente accaduto e dà il pretesto per raccontare quattro storie che si svolgono e si intrecciano tra loro in quella notte senza luce.
    L'autore descrive storie quotidiane con occhio disincantato ma senza cinismo, costringendoci a fare i conti con noi stessi e con quello che ci circonda.
    Un romanzo sincero, teso e toccante, storie e personaggi che ti restano dentro e con i quali vorresti continuare a dialogare anche dopo l'ultima pagina.

    Consigliato.

  2. #2
    scrittore
    Data registrazione
    Dec 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    1348
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Un romanzo davvero bello. Sul giudizio quoto integralmente elisa, con in più una nota tecnica da addetto ai lavori. Prima di leggerlo ero convinto che non si potesse scrivere un libro profondo usando il punto di vista "onnisciente", quello in cui l'autore è nella testa e nei pensieri di tutti i personaggi anche nella stessa scena.
    "Senza luce" mi ha fatto cambiare idea. L'ho inserito anche nei miei corsi di scrittura...

  3. #3
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18805
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    635
    Thanked in
    380 Posts

    Predefinito

    La cosa che mi ha stupito è la capacità di rappresentare personaggi reali, che ci assomigliano, io mi sono identificata in tutti i protagonisti delle quattro storie parallele, sia i personaggi femminili, che sembrerebbe naturale, che quelli maschili. E' un romanzo con cui si parla, non solo si legge.

  4. #4
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18805
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    635
    Thanked in
    380 Posts

    Predefinito

    Senza luce lascia l'amaro in bocca, proprio come quando vedi la gazzella sbranata dal leone, sai che è necessario ma pensi che è ingiusto, umanamente stai dalla parte della gazzella perchè è più fragile, come lo siamo noi di fronte alla vita.
    Mi è piaciuto anche se inizialmente soffrivo un po' del distacco con cui vengono descritte le storie, da osservatore, senza empatia, poi è subentrata l'umanità o la disumanità di ogni personaggio e questo ha scaldato le parole, un lasciarsi andare che arrivava anche a chi leggeva, come un aprirsi, uno squarcio nel buio, poi il finale, ineluttabile, conseguente, così amaro da essere vero.
    La scrittura è precisa e scorrevole, non si incarta mai su se stessa, E' ricca, colorata ed evocativa, cerca di supplire quella mancanza di partecipazione emotiva voluta ma che potrebbe "gelare" la lettura, direi che si legge volentieri e non ci si annoia, il numero di pagine è quello giusto, o si scrive guerra e pace o bastano duecento pagine per raccontare una storia.
    Alcuni personaggi mi hanno affascinato da subito, come Domenico e Anna, e poi Giuliana e Federica con le quali è scattata un po' l'identificazione. L'equilibrio tra le storie ha mantenuto il ritmo non sincopato, pur arrivando la tragedia non la potevi prevedere fino all'ultima pagina, che non mi aspettavo e questo credo sia un altro punto a favore del romanzo.
    Il titolo è azzeccatissimo, anche se la mancanza di luce ha permesso ai protagonisti di vedere meglio.
    Mi piace come è scritto perchè non chiude il pensiero ma lo apre e questo è quello che cerco sempre in un romanzo, un'altra chiave.

Discussioni simili

  1. Francés, Victoria - Gelida luce. Favole. Vol. 3
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-29-2008, 12:57 AM
  2. Luigi - Ciao sono Luigi
    Da Luigi nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 09-25-2008, 02:49 PM
  3. Zimmer Bradley, Marion - Spirito di luce
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 07-18-2008, 02:40 PM
  4. Connelly, Michael - Lame di luce
    Da Hoya nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 06-26-2008, 12:30 AM
  5. Leoni, Giulio - I delitti della luce
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-29-2007, 02:11 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •