Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

L'altra Grace

Mostra risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Atwood, Margaret - L'altra Grace

  1. #1
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18724
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    217
    Thanks Thanks Received 
    582
    Thanked in
    344 Posts

    Predefinito Atwood, Margaret - L'altra Grace

    E' un capolavoro, leggetelo prima che la Atwood prenda il Nobel a cui è candidata già da alcuni anni.


    Nel 1843 il Canada, periferia sonnacchiosa dell'Impero britannico, è scosso da un omicidio di inaudita ferocia. Vittime: un signorotto, Thomas Kinnear, e la sua governante-amante, Nancy Montgomery. Imputati: i due servi James McDermott e Grace Marks. Impiccato il primo senza troppi problemi, Grace, sballottata fra carceri e manicomi, rimane per tre decenni a turbare le pie e morbose coscienze del Nuovo e del Vecchio mondo. Innocentisti e colpevolisti, alienisti e mesmeristi, spiritualisti e ipnotizzatori, ognuno cerca di tirare Grace dalla sua parte: incarnazione di un'irriducibile femminilità forgiata a sua misura dalla cultura maschile, che si diletta a sovrapporle le maschere che più l'affascinano. Grace, volta a volta, è una sirena, una vampira, una vittima sacrificale, un santa, una martire. E comunque un soggetto ad alto rischio, dietro la sua aria preraffaellita: lo impara a proprie spese il baldanzoso dottor Simon Jordan, che inizia a frequentare Grace come un caso clinico, e finirà per esserne soggiogato, scoprendo i lati più oscuri di sè.
    Tra lotta di classe e guerra tra i sessi, l'inconscio fa la sua comparsa nella Storia. E Margaret Atwood ne segue le tracce con il ritmo implacabile di un thriller. Dove però si è persa la certezza di chi sia la vittima e chi l'assassino: perchè "la colpevolezza non deriva da quello che hai fatto, ma da quello che gli altri hanno fatto a te".
    Ultima modifica di elisa; 03-27-2012 alle 07:10 AM. Motivo: edit caratteri

  2. #2

    Predefinito

    volevo prenderlo... ma non c'era... arghhhhh

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2292
    Thanks Thanks Given 
    28
    Thanks Thanks Received 
    152
    Thanked in
    91 Posts

    Predefinito Commento con spoiler

    Scrivere un romanzo storico pone ovviamente dei paletti alla fantasia dell’autore, ci sono cioè dei dati a cui deve necessariamente sottostare. E la Atwood nell’Altra Grace ha dovuto sottostare a dei paletti. Grace Marks è stata accusata di omicidio insieme a James McDermott, ha trascorso quasi trent’anni in carcere, alla fine è stata graziata mentre Mcdermott è stato impiccato. Tutto questo non si poteva modificarlo altrimenti non sarebbe più stato un romanzo storico.
    Ma la vicenda di Grace Marks è talmente nebulosa che la Atwood ha avuto un ampio margine di spazio in cui dare sfogo alla sua fantasia. E lo ha fatto. Ha creato dei personaggi che nella storia vera non ci sono, senza modificare minimamente i fatti storici. Ecco così il personaggio del dottor Jordan, l’uomo di scienza che avrebbe dovuto riempire i “vuoti” della memoria di Grace; e soprattutto Jeremhian in un certo senso “l’uomo-prezzemolo” del libro, quello che compare sempre nei momenti più salienti della storia, e spesso in veste diverse.
    Ma chi è “l’altra” Grace del titolo? Semplicemente la Grace-persona che c’è dietro la Grace-assassina oppure è la Grace-Mary? E la Mary che “vive” dopo la sua morte chi è? Uno “spirito” che si impossessa del corpo di Grace o un “parto” della mente di Grace incapace di accettare la morte dell’amica? Per quanto all’epoca le sedute spiritiche avessero un grande successo e un buon seguito a me questa interpretazione non convince, sminuirebbe di parecchio l’intelligenza della Atwood. Preferisco pensare ad uno sdoppiamento della personalità come soluzione di questo rompicapo.
    Tutto sommato il libro non mi è dispiaciuto, è una lettura scorrevole, ma diverse “soluzioni” della Atwood non mi sono piaciute, perciò per adesso continuo a preferirgli Il racconto dell’ancella.

  4. The Following User Says Thank You to bouvard For This Useful Post:


Discussioni simili

  1. Mitchell, Margaret - Via col vento
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 30
    Ultimo messaggio: 08-14-2017, 05:40 PM
  2. Mazzantini, Margaret - Non Ti Muovere
    Da Minnie nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 66
    Ultimo messaggio: 06-30-2017, 08:35 PM
  3. Atwood, Margaret - Il racconto dell'ancella
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 11-19-2014, 04:23 AM
  4. Doody, Margaret - Aristotele detective
    Da evelin nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 06-23-2011, 10:41 PM
  5. Atwood, Margaret - Occhio di gatto
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-30-2007, 09:23 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •