Protagonista Ŕ Bernardo Provenzano, i suoi pizzini, il suo modo di "fare il capo" della mafia in ogni ambito: gli affari, la politica, i rapporti con gli affiliati, la religiositÓ...
L'originalitÓ del libro sta nella forma: Ŕ una sorta di "dizionario", Camilleri sceglie delle parole-chiave e, in rigoroso ordine alfabetico, le analizza e le argomenta. E lo stile Ŕ il solito di Camilleri, quello a cui si affida nei suoi romanzi...
Consigliato ai fan dell'autore siciliano ma soprattutto a chi Ŕ affascinato dal tema "mafia" ed ha apprezzato libri come "Cose di Cosa Nostra" di Giovanni Falcone.

Avevo inserito queste poche righe come risposta ad un utente che chiedeva del libro nella sezione "Autori"... ma potrebbe andar bene anche come recensione-commento,no?!?