Ecco un libro che piacerà sicuramente a molti.
Un noir dal ritmo incalzante, strutturato con un montaggio quasi cinematografico, che ti tiene attaccato a sè fino alla fine.
Ma è l'idea iniziale che governa tutto il resto.
Sembra una tranquilla giornata di primavera a Parigi, che si sveglia tappezzata di manifesti viola inneggianti alla rivolta. Manifesti con una scritta terribile: "Ammazzate un bastardo". Sembra uno dei tanti messaggi da strapazzo, invece l'insurrezione scoppia davvero e si estende a macchia d'olio, in un susseguirsi di azioni spontanee..... perchè non si tratta di un semplice messaggio terroristico quanto piuttosto di un inno alla rivolta, o meglio, per dimostrare che una rivolta è possibile.
"...noi uccideremo domani il primo, voi fate la vostra parte ... e se proprio non volete uccidere prendetevela comunque almeno con un simbolo"....

Un senatore viene ucciso, le indagini della polizia seguono a fatica le mosse dell'organizzazione, che riesce a mettere in atto azioni clamorose e provocatorie (come la tinteggiatura in viola delle facciate di un intero quartiere)..... e provate a indovinare perchè il viola è diventato un colore di moda. Il governo trema, il «Soviet» dichiara la paternità delle operazioni. Un giovane ispettore si mette sulle tracce dei terroristi. Affrontando il caso, però, sprofonda nei dubbi........................si legge tutto d'un fiato......anche perchè - ovviamente - non ci fa tifare per i buoni......



Ovunque siate, chiunque siate,
c'è un bastardo che vi rende la vita impossibile.
Politico, ecclesiastico, militare, sbirro, padrone, promotore,
funzionario, doganiere, caporeparto, capetto, usciere,
controllore, burocrate, bancario, etc. (lista non esaustiva).

Ammazzatelo.
Attuerete un atto di salubrità pubblica.
Al contempo realizzerete un'opera d'arte di altissimo livello.
La campagna AMMAZZA UN BASTARDO!vi offre anche la possibilità di soddisfare
il vostro altruismo.
Uccidendo chi vi dà fastidio, uccidete pure chi infastidisce gli altri.

Siate moderni. AMMAZZATE UN BASTARDO!
Siate alla moda. AMMAZZATE UN BASTARDO!
La vita è breve. AMMAZZATE UN BASTARDO!
Pensate agli altri. AMMAZZATE UN BASTARDO!
Divertitevi. AMMAZZATE UN BASTARDO!

N.B.: Se le vostre intime convinzioni vi vietano di togliere la vita a qualche animale, per quanto nocivo, vi invitiamo a compiere lo stesso gesto in modo simbolico, ad esempio distruggendo un monumento alla gloria di uno o più noti bastardi, o ancora un'opera d'arte disgustosa a vostra scelta.

Per evitare ogni confusione con comuni fatti di cronaca, fate una croce qui sotto per ogni bastardo abbattuto.


Da Ammazza un bastardo! di Colonel Durruti (Edizioni Spartaco, 2007)