Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il rumore dell'erba che cresce

Mostra risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Scarpati, Marco - Il rumore dell'erba che cresce

  1. #1
    aunt member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    ROMA
    Messaggi
    2128
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Scarpati, Marco - Il rumore dell'erba che cresce

    "Il dolore è come il rumore dell'erba che cresce. Ogni giorno, di poco o di tanto, l'erba cresce fino a morirne. E crescendo fa rumore. Ad alcuni può sembrare una dolce melodia, ad altri un frastuono. Ma fa rumore. Eppure solo pochi riescono a sentire. Anche il dolore, quello dei bambini soprattutto, è così. Per alcuni non si sente, mentre per altri è insopportabile. Tu hai questa fortuna: non sprecarla”.
    Con queste parole un monaco buddista aiuta Marco Scarpati, l'autore di questo triste “diario di viaggio”, a fare luce in se stesso e gli mostra la strada che è destinato, per causalità, volontà divina o semplice scelta, a percorrere: lottare contro lo sfruttamento sessuale dei minori.
    E' una “missione” decisamente delicata e difficile non solo per le obiettive difficoltà di agire in Paesi, prevalentemente del sue est asiatico, annichiliti dalla estrema povertà e miseria ma soprattutto per l'inevitabile impatto emotivo che provoca il contatto con realtà così aberranti che neanche con la più fervida e macabra fantasia si possono immaginare.
    L'autore racconta le terribili condizioni di vita di questi bambini, che sembrano “invisibili” agli occhi del mondo, con uno stile molto semplice e privo di descrizioni “ad effetto”: il libro non è volto a suscitare facili commozioni, come un coinvolgente e triste romanzo, ma vuole denunciare e dare concretezza a situazioni che troppo spesso vengono considerate talmente lontane dal nostro comodo mondo occidentale che quasi non vengono percepite come reali. Eppure la concretezza di queste orribili verità la rendiamo possibile proprio noi, abitanti del mondo evoluto e civilizzato: non ci sarebbe violenza e sfruttamento di minori, offerti come insignificanti oggetti, se non ci fosse una specifica e sempre più dilagante richiesta da parte di insospettabili “brave persone” dei paesi “sviluppati”.
    L'infaticabile lotta di Scarpati (presidente dell'associazione Ecpat Italia nata per porre fine alla prostituzione e alla pornografia infantili e al traffico dei minori a fini sessuali) e dei suoi collaboratori mostra come si possa concretamente sperare in una notevole riduzione di questo aberrante fenomeno, purché si superi lo stato di generale indifferenza: non voler vedere, non voler conoscere, non tentare di allungare una mano verso questi bambini.......vuol dire non offrire possibilità di una vita diversa a tanti innocenti.
    Le storie dei tanti bambini cambogiani descritti in questo libro restano impresse nella mente in modo indelebile così come restano fissate le schifose e viscide figure che ruotano intorno a questo mondo degradato e umiliato.
    Interessanti anche le testimonianze dei sopravvissuti al regime dei Khemr rossi: anche in questo caso si tratta di un evento che ha fugacemente toccato le coscienze di molti, un genocidio considerato quasi secondario rispetto ad altri.
    Un libro consigliato a tutti: per apprezzare l'immensa gioia del nostro vivere quotidiano ma anche per attivarsi concretamente nei confronti di coloro che non hanno la stessa fortuna e le stesse prospettive di una vita serena e dignitosa.

  2. #2
    Remember
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    691
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    leggere il libro di scarpati è come ricevere un pugno nell'animo. Si ha la percezione che in questo mondo vi sia qualcosa di orribile, di sbagliato, se è possibile che un innocente possa divenire vittima di un carnefice, che nella vita di tutti i giorni è un uomo "normale", con cui potremmo trovarci a parlare di sport, di politica e di viaggi. Il libro rende orribile l'idea di appartenere ad un genere, il maschile, che è in grado di distruggere la cosa più bella che vi è al mondo, l'innocenza di un bambino, la sua fiducia nel mondo degli adulti, un mondo di cui anche lui un giorno farà parte.
    Quasi senti l'odio per il fatto di essere anche te un uomo, senti il terrore e la vergogna di essere in qualche modo responsabile di tale abominio. Senti l'odio per il fatto di non essere nato donna e non avere perciò la possibilità di essere potenziale portatore di tanto dolore.
    Tuttavia ci sono uomini, come Marco Scarpati, che riescono, con la loro opera attiva, non solo a salvare tanti nostri figli, ma a dare un riscatto alla parola uomo, che ci obbligano, con il loro esempio, a fare, nel nostro piccolo, qualcosa.
    Sappiamo, da subito, che non potremmo mai essere come lui, riuscire a fare le cose che lui fa; ma una piccola cosa, per aiutare i bambini più disperati, più sfortunati della Terra, quella si la possiamo e la dobbiamo fare.

  3. #3
    Fairy Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Brescia
    Messaggi
    464
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Il titolo mi piace moltissimo

Discussioni simili

  1. Leggere in inverno è più intimo, con quel maglione grosso di lana, rumore del fuoco..
    Da Fabio nel forum Le Sempreverdi - Discussioni con Bellezza eterna
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 10-14-2017, 04:48 PM
  2. DeLillo, Don - Rumore bianco
    Da non_so_dove_volare nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 08-01-2014, 03:02 PM
  3. Piano piano si cresce...
    Da Minnie nel forum Amici
    Risposte: 26
    Ultimo messaggio: 12-19-2010, 06:54 PM
  4. Venturi, Maria - Il rumore dei ricordi
    Da ilselacontessa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-20-2008, 12:22 AM
  5. Bluedress - in punta di piedi... senza far rumore...
    Da Bluedress nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 06-12-2008, 08:48 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •