Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 3 di 36 PrimoPrimo 12345678910111213 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 31 a 45 di 526

Discussione: La poesia del giorno....

  1. #31
    Ospite 01
    Guest

    Predefinito

    LETTERA

    Il tralcio di vite sopra
    le strie di nubi bussa
    da ore alla finestra

    La pioggia fili d’argento
    appesi
    Una falena si alza
    e cade si alza e cade

    Pensa a me
    adesso aprirò
    pensa a me con sentimento

    Christoph W. Aigner

  2. #32
    Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    napoli
    Messaggi
    85
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Andrew Motion



    SUL TAVOLO


    Ci terrei a precisare che ho comprato
    questa tovaglia
    con il suo semplice disegno ripetitivo
    di fiori viola scuro non menzionati
    da alcun botanico
    perché mi ricorda quel vestito stampato
    che indossavi
    l’estate che ci siamo conosciuti (un vestito
    – hai sempre sostenuto –
    che non ti ho mai detto che mi piaceva).
    Be’, mi piaceva, sai. Mi piaceva.
    Mi piaceva un sacco, che ci fossi tu dentro
    oppure no.

    Come è potuto uscirsene così in silenzio
    dalla nostra vita?
    Detesto (proprio detesto) l’idea di qualche
    altro sedere
    che faccia svolazzare a sinistra e a destra
    quelle pesanti corolle.
    Detesto ancor più immaginarmelo sgretolarsi
    in una discarica
    o fatto a brandelli – un pezzo qui che pulisce
    un’astina dell’olio
    un pezzo là intorno a una crepa in un tubo
    di piombo.

    È passato tanto tempo ormai, amore mio,
    tanto tempo,
    ma stanotte proprio come la nostra prima
    notte sono qua,
    la testa leggera tra le mani e il bicchiere
    pieno,
    che fisso i grossi petali sonnolenti fino
    a quando si mettono in moto,
    amandoli ma con il desiderio di sollevarli,
    di schiuderli,
    persino di farli a pezzi, se questo è quanto
    ci vuole per arrivare
    alla tua bellissima pelle, desiderosa,
    candida come la luna

  3. #33
    Ospite 01
    Guest

    Predefinito

    LA BAMBOLA BLU


    La bambola blu
    Stamattina ho sognato che ritornavi e lasciavi una bambola
    blu a faccia in giù sulla trapunta di mia madre. Mi allungai
    per girarla, quando un liquido nero colò da una fessura del
    muro e sanguinò in una pozza che si apriva sotto il letto. La
    bambola aveva i capelli e il volto blu. L'afferrai per le caviglie
    e la scossi come il sonaglio di uno sciamano. La scossi
    con tale forza che la testa roteò e sentii rimorso.

    Mi alzai e legai i capelli. La mia vestaglia sfiorò il bordo
    d'acqua nera. Il naso cominciò a sanguinarmi, dapprima
    lentamente, poi gocce della grandezza di lacrime mi scivolarono
    sulla gola, tingendo il colletto e il corpino. Il mio vestito era quello
    della bambola blu. Camminai sull'acqua attraverso
    la parete nella foresta fino a una collinetta rocciosa.
    Mi tagliai un sentiero e salii a piedi nudi.

    Mi distesi a faccia in giù sulla cima, canticchiando la musica
    di un sole flautato. Non ero più arrabbiata. Non ero altro
    che lo spazio di una nota cantata da un tordo nel bosco.

    Patti Smith

  4. #34
    Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    napoli
    Messaggi
    85
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Da "Lavorare stanca": Lavorare stanca

    Traversare una strada per scappare di casa
    lo fa solo un ragazzo, ma quest’uomo che gira
    tutto il giorno le strade, non è più un ragazzo
    e non scappa di casa.
    Ci sono d’estate
    pomeriggi che fino le piazze son vuote, distese
    sotto il sole che sta per calare, e quest’uomo, che giunge
    per un viale d’inutili piante, si ferma.
    Val la pena esser solo, per essere sempre più solo?
    Solamente girarle, le piazze e le strade
    sono vuote. Bisogna fermare una donna
    e parlarle e deciderla a vivere insieme.
    Altrimenti, uno parla da solo. È per questo che a volte
    c’è lo sbronzo notturno che attacca discorsi
    e racconta i progetti di tutta la vita.
    Non è certo attendendo nella piazza deserta
    che s’incontra qualcuno, ma chi gira le strade
    si sofferma ogni tanto. Se fossero in due,
    anche andando per strada, la casa sarebbe
    dove c’è quella donna e varrebbe la pena.
    Nella notte la piazza ritorna deserta
    e quest’uomo, che passa, non vede le case
    tra le inutili luci, non leva più gli occhi:
    sente solo il selciato, che han fatto altri uomini
    dalle mani indurite, come sono le sue.
    Non è giusto restare sulla piazza deserta.
    Ci sarà certamente quella donna per strada
    che, pregata, vorrebbe dar mano alla casa.


  5. #35
    Ospite 01
    Guest

    Predefinito

    La Prima Occhiata

    La prima occhiata dalla finestra al mattino
    il vecchio libro ritrovato
    visi entusiasti
    neve, il mutamento delle stagioni
    il giornale
    il cane
    la dialettica
    docce, nuotare
    vecchia musica
    scarpe comode
    comprendere
    nuova musica
    scrivere, piantare
    viaggiare, cantare
    essere gentili.

    Bertolt Brect

  6. #36
    Ospite 01
    Guest

    Predefinito

    Non le visioni sgomentano l’uomo - ma l’ombra che si muove

    Sul fondo di solitari specchi o nelle gravi acque d’attesa.

    Non il gesto od il grido - ma nel deserto del cuore

    Le lente vibrazioni di un silenzio insondabile.


    Margherita Guidacci

  7. #37
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5784
    Thanks Thanks Given 
    1190
    Thanks Thanks Received 
    409
    Thanked in
    245 Posts

    Predefinito

    KAHIL GIBRAN

    Camminavo sulla sabbia.

    Bassa marea.
    E giù, oltre, la curva,

    scrissi un verso sulla sabbia.
    E in quel verso scrissi

    quel che la mia mente pensava
    e ciò che la mia anima desiderava.
    E quando la marea fu alta,
    ritornai, ancora, su quel lido,
    e di ciò che avevo scritto nulla trovai.
    trovai solo i segni del bastone

    di uno che aveva lì camminato da cieco.

  8. #38
    Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    napoli
    Messaggi
    85
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Chi sei tu, lettore che leggi
    le mie parole tra un centinaio d'anni?
    Non posso inviarti un solo fiore
    della ricchezza di questa primavera,
    una sola striatura d'oro
    delle nubi lontane.
    Apri le porte e guardati intorno.
    Dal tuo giardino in fiore cogli
    i ricordi fragranti dei fiori svaniti
    un centinaio d'anno fa.
    Nella gioia del tuo cuore possa tu sentire
    la gioia vivente che cantò
    in un mattino di primavera,
    mandando la sua voce lieta
    attraverso un centinaio d'anni.

    Tagore R.

  9. #39
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1420
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    LA FONTANA DI SANGUE


    Mi pare, a volte, che il mio sangue fiotti come una
    fontana dai ritmici singhiozzi. Lo sento colare con
    un lungo murmure, ma mi tasto invano in cerca
    d'una ferita.

    Fluisce attraverso la città come per un campo
    recintato e trasforma i selciati in isolotti, cava la sete
    a ogni creatura, tinge la natura in rosso.

    Spesso al vino capzioso ho chiesto di addormire per
    un giorno il terrore che m'assilla; ma il vino rende
    l'occhio più acuto e l'orecchio più fino.

    Ho cercato nell'amore il sonno dell'oblio; ma
    l'amore, per me, non è che un materasso d'aghi
    fatto per procurare da bere a crudeli pu***ne.

    - Charles Baudelaire -

  10. #40
    Ospite 01
    Guest

    Predefinito

    Ma le notti alte dell’estate,
    ma le stelle, le stelle della terra.
    Oh esser morti una volta, e saperle all’infinito
    tutte le stelle perché come, come, come dimenticarle!

    R. M. Rilke

  11. #41
    Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    napoli
    Messaggi
    85
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Che io non preghi per essere al riparo dai pericoli,
    ma per avere il coraggio di affrontarli.

    Che io non preghi perché venga lenito il mio dolore,
    ma per riuscire a superarlo.

    Che io non mi affidi agli alleati sul campo di battaglia della vita,
    ma piuttosto alla mia propria resistenza.

    Che io non brami mai,
    angosciato di paura,
    d'essere salvato,
    ma speri piuttosto nella pazienza necessaria a conquistare la mia libertà.

    Fa' che io non sia un vigliacco,
    e non riconosca la tua misericordia solo nel successo,
    ma fammi trovare la stretta della tua mano nel fallimento.

    Tagore R.

  12. #42
    Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    napoli
    Messaggi
    85
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Sensazione (Arthur Rimbaud)


    Nelle azzurre sere d'estate, andrò per i sentieri,
    punzecchiato dal grano, a pestar l'erba tenera:
    trasognato sentirò la frescura sotto i piedi
    e lascerò che il vento mi bagni il capo nudo.

    Io non parlerò, non penserò più a nulla:
    ma l'amore infinito mi salirà nell'anima,
    e me ne andrò lontano, molto lontano come uno zingaro,
    nella Natura, lieto come con una donna.

  13. #43
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5784
    Thanks Thanks Given 
    1190
    Thanks Thanks Received 
    409
    Thanked in
    245 Posts

    Predefinito

    NON MI INTERESSA

    poesia di saggezza indiana



    NON MI INTERESSA




    Non mi interessa cosa fai per vivere,
    voglio sapere per cosa sospiri,
    e se rischi il tutto per trovare i sogni del tuo cuore.





    Non mi interessa quanti anni hai,
    voglio sapere se ancora vuoi rischiare
    di sembrare stupido per l’amore,
    per i sogni, per l’avventura di essere vivo.



    Non voglio sapere che pianeti minacciano la tua luna,
    voglio sapere se hai toccato il centro del tuo dolore,
    se sei rimasto aperto dopo i tradimenti della vita,
    o se ti sei rinchiuso per paura del dolore futuro.



    Voglio sapere se puoi sederti con il dolore, il mio o il tuo;
    se puoi ballare pazzamente
    e lasciare l’estasi riempirti fino alla punta delle dita
    senza prevenirci di cautela,
    di essere realisti, o di ricordarci le limitazioni
    degli esseri umani.



    Non voglio sapere se la storia
    che mi stai raccontando sia vera.
    Voglio sapere se sei capace di deludere un altro
    per essere autentico a te stesso,
    se puoi subire l’accusa di un tradimento e,
    non tradire la tua anima.



    Voglio sapere se sei fedele e quindi di fiducia.
    Voglio sapere se sai vedere la bellezza
    anche quando non è bella tutti i giorni
    se sei capace di far sorgere la tua vita
    con la tua sola presenza.



    Voglio sapere se puoi vivere
    con il fracasso, tuo o mio,
    e continuare a gridare all’argento di una luna piena: SI!



    Non mi interessa sapere dove abiti o quanti soldi hai,
    mi interessa se ti puoi alzare dopo una notte di dolore,
    triste o spaccato in due,
    e fare quel che si deve fare per i bambini.



    Non mi interessa chi sei,
    o come hai fatto per arrivare qui,
    voglio sapere se sapresti restare
    in mezzo al fuoco con me, e non retrocedere.



    Non voglio sapere cosa hai studiato,
    o con chi o dove,
    voglio sapere cosa ti sostiene dentro,
    quando tutto il resto non l’ha fatto.



    Voglio sapere se sai stare
    da solo con te stesso,
    e se veramente ti piace la compagnia
    che hai nei momenti vuoti.

  14. #44
    ParallelMind
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Il cuore che ride

    La tua vita è la tua vita.
    non lasciare che le batoste la sbattano nella cantina dell’arrendevolezza.
    stai in guardia.
    ci sono delle uscite.
    da qualche parte c’è luce.
    forse non sarà una gran luce ma la vince sulle tenebre.
    stai in guardia.
    gli dei ti offriranno delle occasioni.
    riconoscile, afferrale.
    non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in vita, qualche volta.
    e più impari a farlo di frequente, più luce ci sarà.
    la tua vita è la tua vita.
    sappilo finché ce l’hai.
    tu sei meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

    Charles Bukowski
    mi sono commosso, quest'autore è giunto davvero dalle strade più buie ai cuori più remoti degli uomini

  15. #45
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1420
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Stopping by Woods

    Whose woods these are I think I know.
    His house is in the village, though;
    He will not see me stopping here
    To watch his woods fill up with snow.

    My little horse must think it queer
    To stop without a farmhouse near
    Between the woods and frozen lake
    The darkest evening of the year.

    He gives his harness bells a shake
    To ask if there is some mistakes.
    The only other sound's the sweep
    Of easy wind and downy flake.

    The woods are lovely, dark, and deep,
    But I have promises to keep,
    And miles to go before I sleep,
    And miles to go before I sleep.

    Robert Frost

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Poesia
    Da Chicca nel forum Poesia
    Risposte: 132
    Ultimo messaggio: 04-04-2009, 12:52 AM
  2. Cerco poesia
    Da dani68 nel forum Poesia
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12-09-2008, 05:21 PM
  3. Una poesia di Nezami
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-10-2008, 04:06 PM
  4. Poesia di servizio....
    Da Gurdulù nel forum Poesia
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 08-23-2008, 04:36 PM
  5. Forsithia, Poesia
    Da Chicca nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-15-2008, 07:23 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •