Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 4 di 38 PrimoPrimo 1234567891011121314 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 46 a 60 di 562

Discussione: La poesia del giorno....

  1. #46
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    216
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    QUELLE COME ME - ALDA MERINI
    Quelle come me…. è come una goccia d’acqua nel deserto ciondolante.
    Quelle come me sono capaci di grandi amori e grandi collere, grandi litigi e grandi pianti grandi perdoni.
    Quelle come me non tradiscono mai.
    Quelle come me hanno valori che sono incastrati nella testa come se fossero pezzi di un puzzle, dove ogni singolo pezzo ha il suo incastro e lì deve andare.
    Niente per loro è sottotono, niente è superficiale o scontato, non le amiche, non i figli, non la famiglia, non gli amori che hanno voluto, che hanno cercato, e difeso e sopportato.
    Quelle come me regalano sogni, anche a costo di rimanerne prive.
    Quelle come me donano l'anima, perché un'anima da sola, è come una goccia d’acqua nel deserto.

  2. #47
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    216
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri - Alda Merini

    La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri.
    E noi abbiamo tanta difficoltà ad essere veri con gli altri.
    Abbiamo timore di essere fraintesi, di apparire fragili,
    di finire alla mercè di chi ci sta di fronte.
    Non ci esponiamo mai.
    Perché ci manca la forza di essere uomini,
    quella che ci fa accettare i nostri limiti,
    che ce li fa comprendere, dandogli senso e trasformandoli in energia, in forza appunto.
    Io amo la semplicità che si accompagna con l’umiltà.
    Mi piacciono i barboni.
    Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle,
    sentire gli odori delle cose,
    catturarne l’anima.
    Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo.
    Perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore.

  3. #48
    Señora Memebr
    Data registrazione
    Jan 2011
    Località
    Viterbo
    Messaggi
    2218
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Il Mago di Natale

    Il mago di Natale

    S'io fossi il mago di Natale
    farei spuntare un albero di Natale
    in ogni casa, in ogni appartamento
    dalle piastrelle al pavimento,
    un vero abete, un pino di montagna,
    con un po' di vento vero
    impigliato tra i rami,
    che mandi profumo di resina
    in tutte le camere,
    e sui rami i magici frutti:
    regali per tutti.


    Poi con la mia bacchetta me ne andrei
    a far magie
    per tutte le vie.
    In via Nazionale
    farei crescere un albero di Natale
    carico di bambole
    d'ogni qualita',
    che chiudono gli occhi
    e chiamano papa'.

    Chi le vuole, le prende:
    gratis, s'intende.
    La magia è appena cominciata:
    dobbiamo scegliere il posto
    all'albero dei trenini:
    va bene piazza Mazzini?
    quello degli areoplani
    lo faccio in via dei Campani.



    Tutto questo farei se fossi un mago.
    Pero' non lo sono
    che posso fare?
    Non ho che auguri da regalare:
    di auguri ne ho tanti,
    scegliete quelli che volete,
    prendete tutti quanti.


    Anno Nuovo

    Indovinami, indovino,
    tu che leggi nel destino:
    l’anno nuovo come sarà?
    Bello, brutto o metà e metà?
    Trovo stampato nei miei libroni
    che avrà di certo quattro stagioni,
    dodici mesi, ciascuno al suo posto,
    un carnevale e un ferragosto,
    e il giorno dopo il lunedì
    sarà sempre un martedì.
    Di più per ora scritto non trovo
    nel destino dell’anno nuovo:
    per il resto anche quest’anno
    sarà come gli uomini lo faranno




    Gianni Rodari

  4. #49
    e invece no
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    Savignano sul Rubicone
    Messaggi
    411
    Inserimenti nel blog
    16
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito Saffo 31

    Simile a un dio mi sembra quell'uomo
    che siede davanti a te, e da vicino
    ti ascolta mentre tu parli
    con dolcezza
    e con incanto sorridi. E questo
    fa sobbalzare il mio cuore nel petto.
    Se appena ti vedo, sùbito non posso
    più parlare:
    la lingua si spezza: un fuoco
    leggero sotto la pelle mi corre:
    nulla vedo con gli occhi e le orecchie
    mi rombano:
    un sudore freddo mi pervade: un tremore
    tutta mi scuote: sono più verde
    dell'erba; e poco lontana mi sento
    dall'essere morta.
    Ma tutto si può sopportare...

  5. #50
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1420
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da LowleafClod Vedi messaggio
    Simile a un dio mi sembra quell'uomo
    che siede davanti a te, e da vicino
    ti ascolta mentre tu parli
    con dolcezza
    e con incanto sorridi. E questo
    fa sobbalzare il mio cuore nel petto.
    Se appena ti vedo, sùbito non posso
    più parlare:
    la lingua si spezza: un fuoco
    leggero sotto la pelle mi corre:
    nulla vedo con gli occhi e le orecchie
    mi rombano:
    un sudore freddo mi pervade: un tremore
    tutta mi scuote: sono più verde
    dell'erba; e poco lontana mi sento
    dall'essere morta.
    Ma tutto si può sopportare...
    Credo di poter dire che è anche la mia poesia del giorno...

  6. #51
    enjoy member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Campania
    Messaggi
    3492
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    35
    Thanked in
    16 Posts

    Predefinito Eugenio Montale

    Poesie per Camillo Sbarbaro

    CAFFE' A RAPALLO

    Natale nel tepidario
    lustrante, truccato dai fiumi
    che svolgono tazze, velato
    tremore di lumi oltre i chiusi
    cristalli, profili di femmine
    nel grigio, tra lampi di gemme
    e screzi di sete ...

    Son giunte
    a queste native tue spiagge,
    le nuove Sirene!; e qui manchi
    Camillo, amico, tu storico
    di cupidige e di brividi.

    S'ode grande frastuono nella via.

    E passata di fuori
    l'indicibile musica
    delle trombe di lama
    e dei piattini arguti dei fanciulli:
    è passata la musica innocente.

    Un mondo gnomo ne andava
    con strepere di muletti e di carriole,
    tra un lagno di montoni
    di cartapesta e un bagliare
    di sciabole fasciate di stagnole.
    Passarono i Generali
    con le feluche di cartone
    e impugnavano aste di torroni;
    poi furono i gregari
    con moccoli e lampioni,
    e le tinnanti scatole
    ch'ànno il suono piú trito,
    tenue rivo che incanta
    l'animo dubitoso:
    (meraviglioso udivo).
    L'orda passò col rumore
    d'una zampante greggia
    che il tuono recente impaura.
    L'accolse la pastura
    che per noi piú non verdeggia.

  7. #52
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10400
    Thanks Thanks Given 
    476
    Thanks Thanks Received 
    487
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito

    Il giorno di Capodanno - Pablo Neruda

    Il primo giorno dell’anno

    Lo distinguiamo dagli altri

    come

    se fosse

    un cavallino

    diverso da tutti

    i cavalli.

    Gli adorniamo

    la fronte

    con un nastro,

    gli posiamo sul collo sonagli colorati,

    e a mezzanotte

    lo andiamo a ricevere

    come se fosse

    un esploratore

    che scende da una stella.

    La terra accoglierà questo giorno

    dorato, grigio, celeste,

    lo bagnerà con frecce

    di trasparente pioggia

    e poi lo avvolgerà

    nell’ombra.

    Eppure

    piccola porta della speranza,

    nuovo giorno dell’anno,

    sebbene tu sia uguale agli altri

    come i pani

    a ogni altro pane,

    ci prepariamo a viverti in altro modo.



    La diligenza di Capodanno - Hans Christian Andersen

    Mezzanotte suonò sopra il villaggio
    nella placida piazza solitaria…
    le ore sobbalzano nell’aria
    per la tacita volta senza raggio;
    recava da lontano, intanto il vento
    come un tintinnio garrulo d’argento,
    e pel villaggio solitario; errare
    un trotto di cavali si sentì;
    un cavallo vicino, ecco nitrì
    il gabellier si sporse per guardare;
    qualche finestra ancor s’illuminò
    e mezzanotte, lenta, risonò.
    La diligenza a dodici cavalli
    arriva con dodici signori.
    e tutti, presto presto, venner fuori
    con valige, con scatole, con scialli;
    e il primo, un vecchio tremulo e bonario:
    « Lode a Dio – esclamò – siamo in orario! »
    Era il trentun dicembre ed era l’ora
    che l’anno vecchio, curvo, se ne va,
    nel mare eterno dell’eternità
    svanisce, si disperde, si scolora,
    mentre vanno per ville e per tuguri
    baci e abbracci, brindisi e auguri.

  8. #53
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10400
    Thanks Thanks Given 
    476
    Thanks Thanks Received 
    487
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito

    POESIA ILLEGITTIMA
    di Vivian Lamarque

    Quella sera che ho fatto l'amore
    mentale con te
    non sono stata prudente
    dopo un po' mi si è gonfiata la mente
    sappi che due notti fa
    con dolorose doglie
    mi è nata una poesia illegittimamente
    porterà solo il mio nome
    ma ha la tua aria straniera ti somiglia
    mentre non sospetti niente di niente
    sappi che ti è nata una figlia.

  9. #54
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    Romagna
    Messaggi
    732
    Inserimenti nel blog
    31
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    POESIA ILLEGITTIMA
    di Vivian Lamarque

    Quella sera che ho fatto l'amore
    mentale con te
    non sono stata prudente
    dopo un po' mi si è gonfiata la mente
    sappi che due notti fa
    con dolorose doglie
    mi è nata una poesia illegittimamente
    porterà solo il mio nome
    ma ha la tua aria straniera ti somiglia
    mentre non sospetti niente di niente
    sappi che ti è nata una figlia.

    che meraviglia

  10. #55
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Questa è solo una delle tante meraviglie di Percy Bysshe Shelley.

    "...Tu chiedi che cosa sia l'Amore. E’ quella forza potente che ci attrae verso tutto quello che concepiamo o temiamo o speriamo fuori di noi stessi, quando scopriamo nei nostri pensieri l'abisso di un insaziabile vuoto e cerchiamo di risvegliare in tutte le cose che esistono, una consonanza con quello che proviamo dentro di noi. Se ragioniamo, vorremmo essere intesi; se immaginiamo, vorremmo che gli eterei figli del nostro cervello rinascessero nel cervello di un altro; se sentiamo, vorremmo che i nervi altrui vibrassero con i nostri, che i raggi dei loro occhi in un solo instante si accendessero e s’ unissero e si fondessero con i nostri, che due labbra tremanti e ardenti del più puro sangue non si posassero su labbra glaciali e immobili. Questo è l'Amore. [...]
    L’incontro con un'intelligenza capace di stimare con chiarezza le deduzioni della nostra, con un'immaginazione che dovrebbe penetrare e impadronirsi delle sottili e delicate intimità che è stata nostra gioia coltivare e dispiegare in segreto, con un corpo i cui nervi, come le corde di due squisite lire che accompagnano un'unica deliziosa voce, vibrassero insieme ai nostri, e tutto questo in proporzione a ciò che l'ideale tipo interiore chiede: ecco il fine invisibile e irraggiungibile cui l'Amore aspira..”

    Sull’amore - Percy B. Shelley

  11. #56
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14070
    Thanks Thanks Given 
    845
    Thanks Thanks Received 
    642
    Thanked in
    465 Posts

    Predefinito

    Ho ritrovato,ricopiata su un'agenda,questa poesia di una persona conosciuta anni fa in una chat (in cui ormai non entro più da tempo) e siccome la sento molto vicina al mio stato d'animo ho deciso di postarla e condividerla con voi :

    IL RAGNO NEL CUORE

    ...ti senti dilaniare,
    l'ansia non si arresta
    il dolore non ha limite,
    non ne vedi il fondo,
    non ne capisci il senso,
    non esiste la ragione,
    preghi per la fine
    ne misuri tempo e modo,
    speri che il suo orrido pasto lo sazi
    ma la tua speranza
    lo nutre ancora...

  12. #57
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Sois sage, ô ma Douleur et tiens toi plus tranquille. Tu réclamais le Soir; il descend; le voici: une atmosphère obscure enveloppe la ville, aux uns portant la paix, aux autres le souci.

    Charles Baudelaire

  13. #58
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10400
    Thanks Thanks Given 
    476
    Thanks Thanks Received 
    487
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito

    25 Aprile


    L’importante è non rompere lo stelo
    della ginestra che protende
    oltre la siepe dei giorni il suo fiore
    C’é un fremito antico in noi
    che credemmo nella voce del cuore
    piantando alberi della libertà
    sulle pietre arse e sulle croci
    Oggi non osiamo alzare bandiere
    alziamo solo stinti medaglieri
    ricamati di timide stelle dorate
    come il pudore delle primule:
    noi che viviamo ancora di leggende
    incise sulla pelle umiliata
    dalla vigliaccheria degli immemori
    Quando fummo nel sole
    e la giovinezza fioriva
    come il seme nella zolla
    sfidammo cantando l’infinito
    con un senso dell’Eterno
    e con mani colme di storia
    consapevoli del prezzo pagato
    Sentivamo il domani sulle ferite
    e un sogno impalpabile di pace
    immenso come il profumo del pane
    E sui monti che videro il nostro passo
    colmo di lacrime e fatica
    non resti disseccato
    quel fiore che si nutrì di sangue
    e di rugiada in un aprile stupendo
    quando il mondo trattenne il respiro
    davanti al vento della libertà
    portato dai figli della Resistenza.



    Giuseppe Bartoli

  14. #59
    Member
    Data registrazione
    May 2012
    Località
    Perugia
    Messaggi
    35
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Volevo appenderla a un muro della stanza.
    Ma l'umidità del cassetto l'ha guastata.
    Non la metto in un quadro questa foto.
    Dovevo conservarla con più cura.
    Queste le labbra, questo il viso...
    ah, per un giorno solo, per un'ora
    solo tornasse quel passato.
    Non la metto in un quadro questa foto.
    Mi fa soffrire vederla così guasta.
    Del resto, se anche non fosse guasta,
    che fastidio badare a non tradirmi...
    una parola, o il tono della voce...
    se mai qualcuno mi chiedesse chi era.

    Konstantinos Kavafis

  15. #60
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4317
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    185
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito nuovi poeti sudtirolesi

    VERGISSMEINNICHT !!!

    per te da parte mia un piccolo fiore,
    insignificante come il mio posto nel tuo cuore,
    ma forte del messaggio -io non riesco-
    che trasmette col suo nome, anche in tedesco


    A.P.
    Ultima modifica di HOTWIRELESS; 05-23-2012 alle 10:54 AM.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Poesia
    Da Chicca nel forum Poesia
    Risposte: 132
    Ultimo messaggio: 04-04-2009, 12:52 AM
  2. Cerco poesia
    Da dani68 nel forum Poesia
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12-09-2008, 05:21 PM
  3. Una poesia di Nezami
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-10-2008, 04:06 PM
  4. Poesia di servizio....
    Da Gurdulù nel forum Poesia
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 08-23-2008, 04:36 PM
  5. Forsithia, Poesia
    Da Chicca nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-15-2008, 07:23 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •