Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 7 di 32 PrimoPrimo 1234567891011121314151617 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 91 a 105 di 473

Discussione: La poesia del giorno....

  1. #91
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2011
    Località
    Asia
    Messaggi
    1383
    Thanks Thanks Given 
    73
    Thanks Thanks Received 
    129
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito Senza amore

    Da questo momento vivrò senza amore
    libera da telefono e dal caso.
    Non soffrirò.Non avrò dolore nè desiderio.
    Sarò vento imbrigliato,ruscello di ghiaccio.

    Non pallida per la notte insonne
    ma non più ardente il mio volto.
    Non immersa in abissi di dolore
    ma non più verso il cielo in volo.
    Non più cattiverie ma nemmeno
    gesti di apertura infinita.

    Non più tenebre negli occhi,ma lontano
    per me non s'aprirà l'orrizonte intero.
    Non aspetterò più sfinita la sera
    ma l'alba non sorgerà per me.

    Non mi chiuderà, gelida una parola
    ma il fuoco lento non mi arderà.
    Non piangerò sulla crudele spalla
    ma non riderò più a cuore aperto.
    Non morrò solo per uno sguardo
    ma non vivrò realmente mai più .


    Blaga Dimitrova -poetessa bulgara

  2. #92
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    SENSIBILITA'

    La natura talvolta fa seccare
    un arbusto, talvolta scalpa un albero-
    il suo popolo verde lo ricorda
    nel caso in cui non muoia.

    Foglie stremate alle nuove stagioni
    testimonioano mute -
    e noi che abbiamo un'anima moriamo
    più sovente, e non così vitalmente.

    Emily Dickinson

  3. #93
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2011
    Località
    Asia
    Messaggi
    1383
    Thanks Thanks Given 
    73
    Thanks Thanks Received 
    129
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito Abbraccio

    Cuore nel cuore.E respiro nel respiro.
    Così vicino a me,tanto da non vederti.
    Oltre la tua spalla vedevo in lontananza un monte oscuro.

    Ero protesa in uno slancio quasi ad oltrepassarti.
    Sentivo battere il cuore impazzito delle stelle.
    Accoglievo il vento affamato,rivestito di foglie.
    Mi aprivo alle ombre dei boschi che venivano incontro
    e ai rami che si aprivano ad abbracciare la notte.

    La lontananza inspiravo in un sorso enorme.
    Premevo vento,nubi e stelle al mio petto.
    E nel cerchio stretto di un abbraccio
    ho rinchiuso l'infinito intero del mondo.


    Blaga Dimitrova-poetessa bulgara.

  4. #94
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Il crepuscolo della sera

    Complice dei ribaldi, ecco già la leggiadra
    sera a passi di lupo giunge, come una ladra;
    lento si chiude il cielo, come una grande alcova,
    e una belva si muove nell'uomo, avida e nuova...

    C.Baudelaire.

  5. #95
    ParallelMind
    Guest

    Predefinito

    "O Dio potrei essere confinato in un guscio di noce,e considerarmi il re di uno spazio infinito."
    W.Shakespeare

  6. #96
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4241
    Thanks Thanks Given 
    34
    Thanks Thanks Received 
    95
    Thanked in
    46 Posts

    Predefinito

    cercherete di impazzire e non ci riuscirete,
    avrete sempre il filo della ragione
    che vi taglierà in due.

    Alda Merini

  7. #97
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2011
    Località
    Asia
    Messaggi
    1383
    Thanks Thanks Given 
    73
    Thanks Thanks Received 
    129
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito Incrociare lo sguardo

    Incrociare lo sguardo-
    questo tremolio di raggio,
    che ti trafigge
    fino ai baratri ignoti
    dentro di te,
    affogati nell'attesa

    L'esistenza si dischiude
    nell'attimo in cui incrocio lo sguardo
    senza limite di frontiere,
    senza ombra di dipendenza,
    senza scopo senza paura,
    senza determinazione alcuna.

    In un attimo il tocco leggero
    dell'indivisibile completezza
    del mondo creato.
    Incrociare lo sguardo,
    sentire la musica
    della luce stessa.

    Un sublime attimo di libertà
    in un baleno
    si incontrano due raggi
    di due contrapposti universi:
    il raggio ardente del corpo
    e il raggio fresco dello spirito.

    Una domanda che é un lampo.

    E il segreto negli abissi profondi
    ti chiama per essere svelato
    e tuttavia rimanere segreto.
    E' ciò a cui ti sei votato
    in questo strano mondo-
    incrociare lo sguardo.


    Blaga Dimitrova.


    * Mi ha stregato questa poetessa,scusate se l'ho riproposta.

  8. #98
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    "Dove ero finito?" di Charles Bukowski

    Non sapevo da dove venissi
    o dove stessi
    andando.
    Ero perso.
    Mi ritrovavo seduto
    in strani ingressi
    per ore,
    senza pensare
    senza muovermi
    finché mi chiedevano
    di andarmene.

    Non voglio dire che ero
    idiota o
    stupido.
    Quello che voglio dire è che
    ero senza
    interessi.

    Non me ne fregava niente se cercavate
    di uccidermi.
    Non vi avrei fermato.

    Stavo vivendo un esistenza che
    non significava niente per
    me.

    Trovavo posti dove stare.
    Stanzette in affitto, Bar, Prigioni.
    Sonno e indifferenza sembravano
    le uniche
    possibilità.
    Tutto il resto sembrava
    privo di senso.

    Una volta rimasi tutta la notte a guardare
    il Mississipi.
    Non so perché.
    Il fiume scorreva lì accanto e
    l'unica cosa che ricordo è che
    puzzava.

    Mi sembrava sempre di essere
    su una corriera
    che attraversava il paese
    diretta
    da qualche parte.
    A guardare fuori da un finestrino
    sporco
    il nulla
    assoluto.

    Sapevo sempre esattamente quanti
    soldi avevo
    con me.
    Per esempio:
    un biglietto da cinque e due da uno
    nel portafoglio
    una moneta da venticinque, una da dieci e una
    da due centesimi nella tasca
    destra davanti.

    Non avevo voglia di parlare
    con nessuno e non volevo che nessuno
    mi parlasse.

    Ero considerato un
    disadattato e un tipo
    strambo.
    Mangiavo pochissimo ma
    ero incredibilmente
    forte.
    Una volta, quando lavoravo in una fabbrica
    dei ragazzotti giovani, strafottenti,
    stavano cercando di sollevare un pezzo
    di macchinario pesante
    dal pavimento.
    Non ci riusciva nessuno.

    "Ehi, Hank, provaci tu!" Dissero
    ridendo.

    Mi avvicinai, lo sollevai,
    lo rimisi a terra,
    tornai al
    lavoro.

    Mi valse il loro rispetto
    non so perché
    ma io non lo
    volevo.

    A volte abbassavo
    le tapparelle nella mia stanza
    e me ne stavo a letto per una
    settimana o più.

    Ero in uno strano viaggio
    ma era
    privo di senso.
    Non avevo idee.
    Non avevo progetti.
    Dormivo.
    Non facevo altro che dormire
    e aspettare.

    Non mi sentivo solo.
    Non soffrivo di vittimismo.
    Ero solo invecchiato in una
    vita nella quale
    non riuscivo a trovare alcun
    senso.

    Allora ero
    un giovanotto di
    mille anni.

    Adesso sono un vecchio
    che aspetta di rinascere.

  9. #99
    ParallelMind
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da +°Polvere di stelle°+ Vedi messaggio
    "Dove ero finito?" di Charles Bukowski

    Non sapevo da dove venissi
    o dove stessi
    andando.
    Ero perso.
    Mi ritrovavo seduto
    in strani ingressi
    per ore,
    senza pensare
    senza muovermi
    finché mi chiedevano
    di andarmene.

    Non voglio dire che ero
    idiota o
    stupido.
    Quello che voglio dire è che
    ero senza
    interessi.

    Non me ne fregava niente se cercavate
    di uccidermi.
    Non vi avrei fermato.

    Stavo vivendo un esistenza che
    non significava niente per
    me.

    Trovavo posti dove stare.
    Stanzette in affitto, Bar, Prigioni.
    Sonno e indifferenza sembravano
    le uniche
    possibilità.
    Tutto il resto sembrava
    privo di senso.

    Una volta rimasi tutta la notte a guardare
    il Mississipi.
    Non so perché.
    Il fiume scorreva lì accanto e
    l'unica cosa che ricordo è che
    puzzava.

    Mi sembrava sempre di essere
    su una corriera
    che attraversava il paese
    diretta
    da qualche parte.
    A guardare fuori da un finestrino
    sporco
    il nulla
    assoluto.

    Sapevo sempre esattamente quanti
    soldi avevo
    con me.
    Per esempio:
    un biglietto da cinque e due da uno
    nel portafoglio
    una moneta da venticinque, una da dieci e una
    da due centesimi nella tasca
    destra davanti.

    Non avevo voglia di parlare
    con nessuno e non volevo che nessuno
    mi parlasse.

    Ero considerato un
    disadattato e un tipo
    strambo.
    Mangiavo pochissimo ma
    ero incredibilmente
    forte.
    Una volta, quando lavoravo in una fabbrica
    dei ragazzotti giovani, strafottenti,
    stavano cercando di sollevare un pezzo
    di macchinario pesante
    dal pavimento.
    Non ci riusciva nessuno.

    "Ehi, Hank, provaci tu!" Dissero
    ridendo.

    Mi avvicinai, lo sollevai,
    lo rimisi a terra,
    tornai al
    lavoro.

    Mi valse il loro rispetto
    non so perché
    ma io non lo
    volevo.

    A volte abbassavo
    le tapparelle nella mia stanza
    e me ne stavo a letto per una
    settimana o più.

    Ero in uno strano viaggio
    ma era
    privo di senso.
    Non avevo idee.
    Non avevo progetti.
    Dormivo.
    Non facevo altro che dormire
    e aspettare.

    Non mi sentivo solo.
    Non soffrivo di vittimismo.
    Ero solo invecchiato in una
    vita nella quale
    non riuscivo a trovare alcun
    senso.

    Allora ero
    un giovanotto di
    mille anni.

    Adesso sono un vecchio
    che aspetta di rinascere.
    Che bella
    Poesia che va dritta al cuore

  10. #100
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2011
    Località
    Asia
    Messaggi
    1383
    Thanks Thanks Given 
    73
    Thanks Thanks Received 
    129
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito Per un poeta

    La natura e la vita erano un solo respiro
    capiva il balbettio del ruscello
    e comprendeva la parlata
    delle foglie degli alberi

    e sentiva il vegetare delle erbe;
    gli era chiaro il libro delle stelle,
    e l'onda del mare parlava con lui.


    Evgenij Abramovic Baratynskij




    *dedicata ai due poeti del forum: Parallelmind e Neige.

  11. #101
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4241
    Thanks Thanks Given 
    34
    Thanks Thanks Received 
    95
    Thanked in
    46 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da zanblue Vedi messaggio
    *dedicata ai due poeti del forum: Parallelmind e Neige.
    undicicaratteri

  12. #102
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2013
    Località
    siracusa
    Messaggi
    227
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da zanblue Vedi messaggio
    Incrociare lo sguardo-
    questo tremolio di raggio,
    che ti trafigge
    fino ai baratri ignoti
    dentro di te,
    affogati nell'attesa

    L'esistenza si dischiude
    nell'attimo in cui incrocio lo sguardo
    senza limite di frontiere,
    senza ombra di dipendenza,
    senza scopo senza paura,
    senza determinazione alcuna.

    In un attimo il tocco leggero
    dell'indivisibile completezza
    del mondo creato.
    Incrociare lo sguardo,
    sentire la musica
    della luce stessa.

    Un sublime attimo di libertà
    in un baleno
    si incontrano due raggi
    di due contrapposti universi:
    il raggio ardente del corpo
    e il raggio fresco dello spirito.

    Una domanda che é un lampo.

    E il segreto negli abissi profondi
    ti chiama per essere svelato
    e tuttavia rimanere segreto.
    E' ciò a cui ti sei votato
    in questo strano mondo-
    incrociare lo sguardo.


    Blaga Dimitrova.


    * Mi ha stregato questa poetessa,scusate se l'ho riproposta.
    Bellissima!

  13. #103
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2292
    Thanks Thanks Given 
    28
    Thanks Thanks Received 
    152
    Thanked in
    91 Posts

    Predefinito La strada mai presa

    Quanto sono allettanti,
    quelle strade che appena
    s'intravedono
    da un'auto o da un treno,
    tagliate in due da un colle
    o forse dall'erba,
    e che pare quasi nascondano la loro destinazione.

    Nei ricordi un mare ricolmo
    all'orizzonte
    o un arco di fronde
    avvolte in fantasia di luce;
    poi una curva che interrompe
    la visione
    bruscamente.

    Ma un giorno dovrò ritornare
    per scoprire come esse finiscono.

    Dennis O' Driscoll

  14. #104
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2011
    Località
    www.restaconme.it
    Messaggi
    530
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da zanblue Vedi messaggio
    La natura e la vita erano un solo respiro
    capiva il balbettio del ruscello
    e comprendeva la parlata
    delle foglie degli alberi

    e sentiva il vegetare delle erbe;
    gli era chiaro il libro delle stelle,
    e l'onda del mare parlava con lui.


    Evgenij Abramovic Baratynskij




    *dedicata ai due poeti del forum: Parallelmind e Neige.
    Grazie, Zan! Non ho parole!

    In questi giorni sono appassionato di una poesia che altrove ho messo come la firma:

    Не понимать друг друга страшно -
    не понимать и обнимать,
    и все же, как это ни странно,
    но так же страшно, так же страшно
    во всем друг друга понимать.

    Тем и другим себя мы раним.
    И, наделен познаньем ранним,
    я душу нежную твою
    не оскорблю непониманьем
    и пониманьем не убью.


    di Evgeniy Evtushenko, 1956

    Non so se è mai stato tradotto in italiano (non penso), ma giusto per non essere sgarbato con una poesia che non capite, mi concedo 5 min per raccontarvi cosa significa, anche se bruttamente.

    "Non capire l'un l'altro è spaventoso,
    non capire e abbracciare,
    ma, anche se è strano,
    ma ugualmente spaventoso, ugualmente spaventoso
    è capire l'un l'altro proprio in tutto.

    Ci si ferisce con l'una e con l'altra cosa,
    e, forte di una precoce conoscenza,
    la tua tenera anima
    non offenderò con l'incomprensione,
    e con la comprensione non ucciderò."

    Dedico a chi mi ha dedicato, a Zanblue.

  15. #105
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Canzone d'Autunno

    I singhiozzi lunghi dei violini d'autunno
    mi feriscono il cuore con languore monotono.
    Ansimante e smorto, quando
    l'ora rintocca,io mi ricordo
    dei giorni antichi e piango;
    e me ne vado nel vento ostile
    che mi trascina di qua e di là
    come la foglia morta.

    Verlaine

Discussioni simili

  1. Poesia
    Da Chicca nel forum Poesia
    Risposte: 132
    Ultimo messaggio: 04-03-2009, 11:52 PM
  2. Cerco poesia
    Da dani68 nel forum Poesia
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12-09-2008, 04:21 PM
  3. Una poesia di Nezami
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-10-2008, 03:06 PM
  4. Poesia di servizio....
    Da Gurdulù nel forum Poesia
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 08-23-2008, 03:36 PM
  5. Forsithia, Poesia
    Da Chicca nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-15-2008, 06:23 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •