Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

l'affittuaria-di-wildfell-hall

Mostra risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Brontë, Anne - L'affittuaria di Wildfell Hall

  1. #1
    b
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    un paesino molto remoto
    Messaggi
    1890
    Inserimenti nel blog
    18
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Post Brontë, Anne - L'affittuaria di Wildfell Hall

    Ho letto i vostri commenti sui temi proposti riguardo le sorelle Bronte e penso che avete detto tutto quello che c'era da dire. Bellissimo, stupendo, mozzafiato. Sono arrivata ultima, e non mi piace ripettere le replice d'altrui. Per questo vorrei propore un altro titolo dalla famiglia Bronte.

    L'AFFITTUARIA DI WILDFELL HALL


    Ogni lettore che ha sentito la potenza di “Jane Eyre” e di “Cime Tempestose”, arriva, prima o poi, a “L’affittuaria di Wildfell Hall”.
    Anne Bronte con tutto il gusto che caratterizza le sorelle Bronte per la dramma, con la sua esperienza per le rudi scene del selvaggio Yorkshire, che già aveva inspirato la fantasia delle sue sorelle, ha utilizzato questo materiale che aveva a portata di mano e con la singolare forma di onesta e serietà ha creato questo piccolo capolavoro.
    L’affittuaria del titolo è Helen Huntingdon, che, sotto il nome di signora Graham, arriva in una vecchia ed abbandonata villetta elisabettiana; causa i pettegolezzi e le voci che si diffondono in villaggio. Essa suscita l’interesse di Gilbert Markham, un agricoltore locale …
    Gilbert Markham è occupato nel corteggiamento della bella reclusa Helen Graham… Ci sono diversi incontri accidentali, poche passeggiate lungo le scogliere e Gilbert è innamorato… Ma! Helen giura che non potranno mai stare insieme, perché ha un terribile segreto… E! Ci sono le voci su di Helen… che è piombata dal cielo (cioè, non si sa da dove; non si sa niente del suo passato) in un villaggio vittoriano che è; dove tutti conoscono i tutti, sanno tutto degl’altri… Indiscrezione? Può essere! Gilbert ritiene che non è il motivo per respingerlo e Helen gli dà il suo diario (!).
    Siamo improvvisamente tornati indietro nel tempo (non si sa preciso quanto) e arriviamo a questo orribile, Grande Segreto di Helen.
    Ritengo che “L’affittuaria di Wildfell Hall” è uno dei più grandi romanzi usciti della memorabile penna Bronte e mi permetto di dire che con questo romanzo Anne Bronte ha superato allungo le sue due sorelle.
    Perché?
    Perché per valutare bene qualsiasi libro prima di tutto bisogna informarsi sul contesto storico, sociale e politico, quando è stato creato. Per valorizzare bene questo testo e scoprire la sua forza sono necessarie conoscenze del contesto storico e del contesto sociale. Allora, dunque, parliamo del testo che è stato scritto: (quando?) nel circa 1847/48 (non sono proprio sicura del anno preciso, comunque, sappiamo che è stato pubblicato dopo la sua morte, che è avvenuta 1849, e che è il suo secondo romanzo ...), (dove?) nell’Inghilterra, precisamente nel Yorkshire. Si tratta dunque, di una Inghilterra vittoriana, che caratterizzava una mentalità rigorosa rispetto ai principali valori sociali, dove la (sua classe di) donna è stata considerata esplicitamente per i scopi decorativi o di allevamento.
    Allora, adesso torniamo al romanzo: Helen si innamora di un uomo che è bello, ma i cui valori sono discutibili. Disposta a credere di poter alterare il suo carattere, lei lo sposa. Il suo matrimonio diventa una miseria, dove lei non ha il potere di cambiarlo fino a quando non escogita un coraggioso piano per riprendere il controllo. Lascia il suo violente e dissoluto marito e decide di mantenere se stessa e suo figlio. Helen Graham, in realtà Huntingdon è stata davvero una coraggiosa e determinata per i suoi tempi; ha combattuto contro i mali del abuso fisico e abuso mentale in un impossibile vincolo cieco del matrimonio. Ha avuto la forza e il coraggio di abbandonare il guscio protettivo che in quei tempi rappresentava il matrimonio, soprattutto quando la sua dignità e il suo figlio sono stati minacciati. Ha dovuto lottare contro i pregiudizi e la malizia dei suoi nuovi vicini .
    La fuga dal marito non è l’unica novità di questo testo. Fino adesso è stato il compito di uomo di dover provvedere alla famiglia, a mantenerla. Invece, questo romanzo ci narra di una donna indipendente, che ha messo in discussione la morale prevalente di quel tempo. Il romanzo ha provocato un critico (di quel tempo) che si ha pronunciato cosi: “…assolutamente inadatto ad essere messo nelle mani delle ragazze”.
    Per questi motivi molti lo ritengono per uno dei primi romanzi femminili.

    In ogni caso, anche se non appartiene al vostro genere dei libri preferiti secondo me, è un libro da leggere obbligatoriamente, se niente altro, almeno per il rispetto verso il coraggio e la franchezza che ha avuto la scrittrice per scriverlo.
    Ultima modifica di mame; 05-26-2011 alle 05:31 PM.

  2. #2
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18810
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    639
    Thanked in
    382 Posts

    Predefinito

    molto interessante come descrivi questo romanzo che io non conoscevo affatto e che mi ha incuriosito e va in lista

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2900
    Thanks Thanks Given 
    26
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    me piace, aggiungo alla wishlist

  4. #4
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Post

    Aggiunto in lista...di Anne Bronte conoscevo solo Agnes Grey!!

  5. #5
    b
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    un paesino molto remoto
    Messaggi
    1890
    Inserimenti nel blog
    18
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    C'è un piccolo dettaglio, riguardo questo libro, si tratta di una bazzecola, ma bisogna dirla: Il libro non è stato mai pubblicato in Italia!!!
    Ma è possibile?!?
    Ero incuriosità per alcuni dati riguardo questo libro e sono andata a cercare...
    Per quanto ho capito, davvero non è stato pubblicato. La mia domanda è: ma, perchè? Visto il successo che hanno ottenuto i libri d'entrambe le sorelle, e soprattuto il significato del cossidetto "primo romanzo feminista" che l'hanno etticetato. Boah!

  6. #6
    b
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    un paesino molto remoto
    Messaggi
    1890
    Inserimenti nel blog
    18
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho trovato......!!!!!
    Il titolo con il quale è stato tradotto e pubblicato questo libro in Italia è Il segreto della signora in nero...
    Il che significa, che è ricuperabile/trovabile....

    Mi era sembrato molto strano che non ci fosse stato mai pubblicato....

  7. #7
    enjoy member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Campania
    Messaggi
    3491
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    33
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    romanzo pieno di speranza.
    Il libro comincia con un bel velo di mistero che avvolge la donna che decide di vivere nella villa disabitata da tempo, sollevando le curiosità del vicinato. Ma è anche il suo fascino a conquistare colui che diventerà il suo unico confessore dei segreti della sua vita precedente. Ad egli la protagonista consegnerà un diario della sua vita precedente. In ogni pagina si colgono i sentimenti più nobili e sentiti della protagonista, che deve affrontare duri momenti per andare avanti cercando di non perdere mai ciò che fa accendere il cuore, la speranza.
    Lo consiglio vivamente

Discussioni simili

  1. Brontë, Emily - Cime tempestose
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 84
    Ultimo messaggio: 04-30-2017, 12:21 AM
  2. Hall, Radclyffe - Il pozzo della solitudine
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 11-14-2014, 09:57 AM
  3. Enright, Anne - La veglia
    Da Cosquillas nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 03-27-2009, 10:50 AM
  4. Rice, Anne - Pandora
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 08-02-2008, 02:46 PM
  5. Hall, James W. - Acqua profonda
    Da Ambra nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-10-2007, 03:14 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •