Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Non ci sono libri recensiti su forumlibri di questo Autore oppure non sono ancora nessuno è stato collegato.

Mostra risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Woolrich, Cornell - Il cantore delle tenebre

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    milano
    Messaggi
    1572
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito Woolrich, Cornell - Il cantore delle tenebre

    Woolrich è sicuramente tra gli autori di romanzi noir il mio preferito.
    Le trame gialle dei suoi libri,ma anche dei suoi racconti(altro settore in cui è stato ecellente)servono sempre a mscherare qualcosa di molto più che scoprire l'assassino od il movente.Anzi spesso l'assassino lo si conosce dalla prima pagina, quello che interessa a Woolrich è il processo mentale che può portare il protagonista a commettee il crimine opp a doversene discolpare percheè innocente.Woolrich descrive benissimo il senso di frustrazione dell'uomo moderno(o meglio degli anni50),i suoi protagonisti sono schiacciati da un destino infausto,è proprio il destino ad essere il vero nemico.
    Altro tema toccato è quello dell'amore raramente le storie descritte finiscono bene o comunque lasciano un senso di amaro in bocca,gl ambienti sono spesso desolanti e i protagonisti o sono donne senza scrupoli,gangster o persone comuni che si ritrovano come agnelli in mezzo ai lupi E' stato dalla critica spesso paragonato a Poe,forse per i numerosi racconti,ma di soprannaturale non ha niente,il termine cantore delle tenebre è proprio per le situazioni sociali che descrive.
    Se qualcuno di voi l'ha mai letto,soprattutto i romanzi,mi piacerebbe sapere cosa ne pensa,se no ed è interessato al genere posso consigliare qualcosa
    Ciao
    Ultima modifica di zaratia; 04-08-2009 alle 08:51 AM.

  2. #2
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10199
    Thanks Thanks Given 
    379
    Thanks Thanks Received 
    413
    Thanked in
    293 Posts

    Predefinito

    Io ho letto "Ho sposato un'ombra", veramente bello, un giallo molto diverso dai soliti, profondo nel suo modo di scavare nell'animo dei personaggi, anche se non essendo abituata a leggere questo tipo di gialli confesso che leggendo il finale mi è venuta voglia di lanciare il libro dalla finestra!

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    milano
    Messaggi
    1572
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Io ho letto "Ho sposato un'ombra", veramente bello, un giallo molto diverso dai soliti, profondo nel suo modo di scavare nell'animo dei personaggi, anche se non essendo abituata a leggere questo tipo di gialli confesso che leggendo il finale mi è venuta voglia di lanciare il libro dalla finestra!
    Devo dire che spesso con Woolrich il finale ti lascia o con l'amaro in bocca oppure ha un finale "aperto",se non li hai letti ti consiglio anche "Vertigine senza fine"(magari lo trovi anche con il titolo "La mia droga si chiama Julie)opp "La sposa in nero","Sipario nero","Appuntamenti in nero" li trovi o in edizione mondadori omnibus,einaudi

  4. #4
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10199
    Thanks Thanks Given 
    379
    Thanks Thanks Received 
    413
    Thanked in
    293 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fabiog Vedi messaggio
    Devo dire che spesso con Woolrich il finale ti lascia o con l'amaro in bocca oppure ha un finale "aperto",se non li hai letti ti consiglio anche "Vertigine senza fine"(magari lo trovi anche con il titolo "La mia droga si chiama Julie)opp "La sposa in nero","Sipario nero","Appuntamenti in nero" li trovi o in edizione mondadori omnibus,einaudi
    Grazie per il consiglio, di certo prima o poi li leggerò dato che ormai ho visto che il genere mi piace e oltretutto adesso so cosa aspettarmi

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    milano
    Messaggi
    1572
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito Biografia

    Cornell George Hopley - Woolrich nasce a New York il 4 Dicembre 1903. Fino all'adolescenza Woolrich trascorre la vita fra America Latina e New York, conteso fra il padre, ingegnere civile, e la madre, ricca signora colta e possessiva, che duranteil periodo scolastico lo teneva con sè a New York. Le estati, invece, le trascorreva in Messico.
    Fu proprio questa vita disordinata a concedergli esperienze negate ai suoi coetanei. A otto anni, a Città del Messico, assistette insieme al nonno alla Madama Butterfly e da allora fu cosciente della morte, tanto che tre anni dopo, mentre guardava le stelle nella valle di Anahua, avrebbe concretizzato il pensiero che anche lui, come Cio Cio San, doveva morire. " Mi sentivo intrappolato come un insetto sotto un bicchiere rovesciato " si troverà a dichiarare anni più tradi nella sua autobiografia incompiuta.
    Si iscrisse poi alla Columbia University; qui fu allievo di Harrison Steeves grande lettore di romanzi polizieschi e certo fu lui a influenzare Woolrich sia come cultore di Scott Fitzgerald che come scrittore di suspence.
    Nel 1926 pubblicò il suo primo romanzo di matrice molto fitzgeraldiana " Cover Charge" e dopo un anno partecipò con il romanzo " Children of the Ritz " a un concorso letterario.
    Nel 1929 fu invitato a Hoolywood per partecipare alla sceneggiatura del film, qui scrisse articoli racconti e si sposò con Gloria Backton, figlia di un produttore.
    Cornell era però omosessuale, tanto che a New York batteva il molo in cerca di compagni occasionali vestito da marinaio. Il matrimonio non cambiò le sue abitudini tanto che dopo poche settimane la moglie chiese l'annullamento.
    Woolrich tornò dalla madre e intraprese un viaggio in Europa: fu il periodo più prolifico pubblicò un romanzo all'anno. Nel 1934 inizia a collaborare con riviste di pulp magazines e fino al 1939 scrive più di cento racconti e diventa collaboratore fisso di molte riviste.
    Nel 1940 torna al romanzo con " La sposa in nero " primo della serie di romanzi de " la serie nera". Dopo un anno pubblica " Sipario nero " , mentre è del 1942 " L'alibi nero " e pubblica " La donna fantasma ".
    Il rapporto con la madre è sempre più conflittuale tanto che Woolrich vive spesso in albergo da solo, finchè nel 1942 vivrà definitivamente con lei in una stanza dello Sheraton Hotel di Manhattan. Vive da vero e proprio recluso, esce solo se necessario e scrive tantissimo : pubblica " L'angelo nero ", " Si parte alle sei ", " La notte ha mille occhi "
    Nel 1947 e 1948 pubblica " Vertigine senza fine " e " Ho sposato un ombra ", nel 1944 pubblica " L'incubo nero " e nel 1948 l'ultimo romanzo della serie " Appuntamenti in nero ".
    Ormai è un autore di successo, i lettori aumentano e il cinema ne ricava sceneggiature, ma Woolrich si isola sempre più con la madre ammalata che riesce comunque ad esercitare su lui una forte influenza.
    La madre muore nel 1957 lasciando un figlio in preda allo shock e alcolizzato.
    Nel 1959 vengono pubblicati dei racconti , ma ormai Woolrich non fà altro che ripescare vecchie idee spacciandole come inediti e torna a scrivere storie dense di sentimentalismo e passione come faceva all'inizio, ma senza successo.
    Gli ultimi anni trascorrono inesorabili e tristi. Woolrich è praticamente senza amici, siede per ore nella camera d'albergo davanti alla televisione, con libri e bottiglie sparse dovunque. Ormai è in preda all'alcolismo, soffre di diabete e ha trascurato tanto un infezione al piede che la gamba gli viene amputata.
    Morirà il 25 settembre 1968 lasciando due romanzi incompiuti e un autobiografia.

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    milano
    Messaggi
    1572
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito Bibliografia

    Romanzi firmati Cornell Woolrich
    1926 Cover Charge
    1927 Children of the Ritz
    1929 Times Square
    1930 A Young Man's Heart
    1931 The Time of Her Life
    1932 Manhattan Love Song (Manhattan Love Song), stampato nel 1998 nella collana I Classici del Giallo Mondadori con il numero 813.
    1933 I Love You, Paris
    1940 La sposa era in nero (The Bride Wore Black), stampato nel 1948 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 50.
    1941 Sipario nero (The Black Curtain), stampato nel 1949 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 56.
    1942 L'alibi nero (Black Alibi), stampato nel 1953 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 222.
    1943 L'angelo nero (The Black Angel), stampato nel 1950 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 103.
    1944 L'incubo nero (The Black Path of Fear), stampato nel 1950 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 87.
    1945 La notte ha mille occhi (Night Has a Thousand Eyes), stampato nel 1957 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 464.
    1948 Appuntamenti in nero (Rendezvous in Black), stampato nel 1950 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 100.
    1950 Frontiera sconosciuta (Savage Bride), stampato nel 1977 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 1502.
    1950 Vortice di paura (Fright), stampato nel 1957 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 454.
    1958 Hotel Room
    1959 La morte danza con me (Death Is My Dancing Partner), stampato nel 1990 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2183.
    1960 La pietra maledetta, (The Doom Stone)
    1987 Dentro la notte (Into the Night) (completato da Lawrence Block), stampato nel 1987 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2000

    Romanzi firmati William Irish
    1942 La donna fantasma (Phantom Lady)
    1944 Si parte alle sei (Deadline at Dawn)
    1947 Vertigine senza fine (Waltz into Darkness)
    1950 Ho sposato un'ombra (I Married a Dead Man)
    1951 Dinastia di morti (Strangler's Serenade), stampato nel 1999 nella collana i Classici del Giallo Mondadori con il numero 842

    Antologie in edizione italiana
    Appuntamenti in nero, stampato nel 1986 nella collana Omnibus Gialli, editore Mondadori.
    Incubo ed altre storie, stampato nel 1989 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2114.
    Delitto in prestito ed altre storie, stampato nel 1990 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2141.
    Marijuana ed altre storie, stampato nel 1990 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2166.
    Sei notti di mistero, stampato nel 1991 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2201.
    L'impronta dell'assassino, stampato nel 1992 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2269. Contiene: L'impronta dell'assassino, Alle tre in punto, Se dovessi morire prima di svegliarmi, Un mazzo di rose rosse, Un delitto vale l'altro, La scappatoia.
    Per l'ultima volta, Kathleen, stampato nel 1993 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2321. Contiene: Per l'ultima volta, Kathleen, Provino, La disperata difesa della signora Dellford, Una strana eredità, Un problema di balistica, Il cadavere nel tappeto, Notte d'incubo.
    La settima moglie di Barbablù, stampato nel 1994 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2369. Contiene: La settima moglie di Barbablù, Scala antincendio, Il cappello, La mattina dopo il delitto, Silhouette, Attraverso l'occhio di un morto.
    L'ultimo strip-tease (The Fatal Footlights), stampato nel 1995 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2425. Contiene: L'ultimo strip-tease, Il cane dalla gamba di legno, La collana di perle, La morte vince alla lotteria, Le rose morte, Giocarsi la pelle, Intento di uccidere.
    Se i morti potessero parlare, stampato nel 1996 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2476.
    Gli occhi che parlano, stampato nel 1997 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2527. Contiene: Taxi Girl, Occhi che parlano, Morte al terzo round, La fuga, New York Blues.
    Le due morti di Barney Slabaugh, stampato nel 1998 nella collana il Giallo Mondadori con il numero 2587.

Discussioni simili

  1. Donatangelo, Andrea - L'Angelo delle Tenebre
    Da Angelo_delle_tenebre nel forum Autori emergenti - autori contemporanei
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 05-02-2009, 11:32 PM
  2. Raimi, Sam - L'armata delle tenebre
    Da Lucripeta nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 03-30-2009, 11:10 PM
  3. Rice, Anne - L' ora delle streghe. La saga delle streghe Mayfair
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-28-2008, 09:07 PM
  4. Rice, Anne - Scelti dalle tenebre
    Da Alfredo_Colitto nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 01-07-2008, 09:42 PM
  5. Leoni, Giulio - La crociata delle tenebre
    Da legionofdoom nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 01-07-2008, 02:14 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •