Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Idi di marzo

Mostra risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Manfredi, Valerio Massimo - Idi di marzo

  1. #1
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    udine
    Messaggi
    81
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Manfredi, Valerio Massimo - Idi di marzo

    Roma, inizi di marzo del 44 avanti Cristo. Caio Giulio Cesare, il pontefice massimo, il dittatore perpetuo, l'invincibile capo militare che ha assoggettato il mondo alla legge romana, è un uomo di cinquantasei anni, solo in apparenza nel pieno della sua prestanza fisica e psichica. In realtà è stanco e malato, una belva fiaccata e rinchiusa nella gabbia dei propri incubi spaventosi. La missione di cui si sente investito - chiudere la sanguinosa stagione delle guerre fratricide, riconciliare le fazioni, salvare il mondo e la civiltà di Roma - vacilla paurosamente sotto i colpi dei complotti di palazzo, orditi da chi vede in lui il tiranno efferato, colpevole, dopo lo strappo del Rubicone, di aver messo per sempre fine alla libertà della repubblica. Cesare è come paralizzato, incapace di reggere sulle spalle il peso di un potere immenso e cerca rifugio nella preparazione dell'ennesima campagna bellica, quella contro i Parti. Ma la logica politica della congiura definitiva incalza implacabile e neppure il sacrificio eroico di Publio Sestio, il più fedele legionario di Cesare, compagno di mille battaglie, che si lancia lungo le strade che portano a Roma in una spasmodica corsa contro il tempo per tentare di salvargli la vita, né la cura devota e amorevole della moglie Calpurnia, le attenzioni dell'amante Servilia e del medico Antistio riusciranno a disinnescarla. I presagi si compiranno, le Idi di marzo deflagreranno e il mondo non sarà più lo stesso.

    Libro piacevole, ma molto lontano dai primi che me lo hanno fatto amare!!!.

  2. #2
    Junior Member
    Data registrazione
    Sep 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    17
    Thanks Thanks Given 
    1
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Io ho letto un po' di libri di Manfredi che mi sono piaciuti tantissimo(Alexandros) maquesto l'ho trovato noioso!

  3. #3
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10105
    Thanks Thanks Given 
    320
    Thanks Thanks Received 
    365
    Thanked in
    262 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Titti Vedi messaggio
    Io ho letto un po' di libri di Manfredi che mi sono piaciuti tantissimo(Alexandros) maquesto l'ho trovato noioso!
    Effettivamente la tira un po' per le lunghe
    Non è proprio il mio genere, ma da quel che leggo qui non ho scelto il migliore (be', veramente me l'hanno regalato...). Certe parti, forse proprio quelle in cui l'autore voleva creare un'atmosfera un po' da thriller, mi hanno annoiato, sarà che si sapeva già come andava a finire...
    Per il resto nel complesso è gradevole e ben scritto, l'autore riesce a mescolare efficacemente storia e fantasia. La descrizione dei personaggi più importanti, in particolare di Cesare e del suo senso di frustrazione, è resa efficacemente e così il riferimento ai personaggi femminili, apparentemente quasi in ombra, ma in realtà determinanti.
    Magari leggerò altro di suo, non ora però

  4. #4
    Summer Member
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    1588
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ale, ti confermo che non è tra i suoi migliori.
    Quando vorrai dare a Manfredi un'altra chance, senza magari cominciare con il più impegnativo, fosse solo per la mole, Alexandros, ti consiglio "Il tiranno" su tutti.

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1160
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Semplicemente: non leggere Manfredi.
    Meglio e piu' appassionante leggere la storia vera.

  6. #6
    Junior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    3
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    quoto sergio rufo

  7. #7
    Victorian Lady
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Hobbiville, La Contea
    Messaggi
    1155
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Libro parecchio deludente, piatto ma soprattutto sterile. L'impressione è quella di una vicenda raccontata in maniera fiacca e svogliata, senza pathos nè coinvolgimento di sorta. L'impalcatura della storia risulta decisamente poco credibile, così come la caratterizzazione dei personaggi, che appaiono piuttosto scialbi. E' pur vero però che non inserirei nemmeno questo libro tra quelli che mi hanno ripugnata, il che implicherebbe che perlomeno qualcosa avesse smosso la sua lettura: è più semplicemente uno di quei testi che finiscono presto per essere dimenticati, senza lasciare traccia del loro passaggio.
    1/5

  8. #8
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2010
    Località
    Brescia
    Messaggi
    263
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    A me non è dispiaciuto...sembra una narrazione storico/biografica di tipo antico, sarà per questo quando una è abituata a trovare appassionanti Tucidide e Polibio questo libro non può dispiacere. E poi io adoro Cesare..

  9. #9

    Post

    ragazzi io con alcuni di voi non mi trovo d'accordo. io l'ho trovato abbastanza appassionante e non così noioso come alcuni di voi dicono. l'unica cosa che non mi è particolarmente piaciuta è stato il fatto che si svolgono 3 storie contemporaneamente. cioè quella di cesare quella del suo generale e le vicende degli attentatori. inizialmente quindi si fa fatica a seguirle tutte e 3 senza intoppi o vuoti di memoria però io ho votato 4/5

Discussioni simili

  1. Manfredi, Valerio Massimo - L'oracolo
    Da leonardodavinci nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 01-21-2013, 08:46 AM
  2. Manfredi, Valerio Massimo - Lo scudo di Talos
    Da Decio nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 12-01-2012, 01:49 PM
  3. Manfredi, Valerio Massimo - Alèxandros
    Da Decio nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 07-18-2011, 04:43 PM
  4. Manfredi, Valerio Massimo - Palladion
    Da libraia978 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-28-2008, 04:48 PM
  5. Manfredi, Valerio Massimo - Domanda
    Da saccafisola nel forum Salotto letterario
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 11-15-2007, 03:58 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •