Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

La città dei ragazzi

Mostra risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Affinati, Eraldo - La città dei ragazzi

  1. #1
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18723
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    217
    Thanks Thanks Received 
    579
    Thanked in
    342 Posts

    Predefinito Affinati, Eraldo - La città dei ragazzi

    La città dei ragazzi è stata fondata dopo la seconda guerra mondiale dal sacerdote irlandese, John Patrick Carroll-Abbing, per dare cittadinanza a tanti bambini orfani della capitale, creando una struttura autogovernata dai ragazzi stessi.
    Lo scrittore,Eraldo Affinati, insegna italiano all'interno dell'istituto tecnico presente nella città, cambiano i ragazzi, non più orfani romani ma "minori non accompagnati", i figli di quei paesi che cercano riscatto e benessere passando anche per l'Italia.
    Il libro è un'esperienza autobiografica raccontata su più livelli: l'esperienza di insegnamento, un viaggio in Marocco ad accompagnare in una visita alle famiglie due suoi allievi, l'infanzia dello scrittore e soprattutto la vita del padre, figlio illegittimo di un padre che non l'ha mai riconosciuto.
    Attraverso tutti questi filoni narrativi autobiografici, Affinati ricostruisce tanti tasselli mancanti della sua vita e di quella dei giovani a cui lui insegna.
    Particolare il percorso interore che fa lo scrittore attraverso questo libro, quello di arrivare a capire il padre comprendendo i figli "sofferenti" di altri padri e attraverso tutti questi viaggi, interni ed esterni a sè stesso, comprendere i variegati legami con le persone significative della sua vita.
    Un libro tutto sommato bello, anche se pecca un po' di dispersività, ma interessante ed Affinati rischia molto di suo nel descriverci i suoi vissuti più profondi.
    Ultima modifica di elisa; 05-28-2009 alle 08:27 PM.

Discussioni simili

  1. Christiane, F. - Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino
    Da Poirot nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 93
    Ultimo messaggio: 04-04-2016, 07:47 PM
  2. Pasolini, Pier Paolo - Ragazzi di vita
    Da El_tipo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 03-18-2016, 12:39 AM
  3. Molnar, Ferenc - I ragazzi della Via Pal
    Da Poirot nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 11-10-2013, 08:59 PM
  4. Eggers, Dave - Erano solo ragazzi in cammino
    Da cjale nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 01-21-2012, 04:26 PM
  5. Alcott, Louisa May - I ragazzi di Jo
    Da ilselacontessa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 07-28-2008, 12:49 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •