Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il disprezzo

Mostra risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Moravia, Alberto - Il disprezzo

  1. #1
    Surrealistic member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Foggia
    Messaggi
    1101
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito Moravia, Alberto - Il disprezzo

    Frugando nella libreria (nonchè continuando a cambiare psicoticamente l'ordine dei libri), mi è venuta in mente l'idea di stilare un lista dei libri che ho prestato e che, ahimè, non mi verranno più restituiti. Tra di essi c'è uno dei miei libri preferiti, il disprezzo di Moravia.

    Sicuramente non ha raggiunto il successo di altre opere dello scrittore Italiano (vedi gli indifferenti), ma "il disprezzo", è un romanzo di elevato valore letterario. Ambientato nella psicologia della protagonista Emilia, una giovane sposina romana degli anni 50, il tema centrale è la nascita di un sentimento, il più negativo di tutti, visto dal di dentro. La storia segue questa vicenda coniugale, con dei bellissimi parallelismi con l'odissea...un libro con una carica emotiva disarmante.

    Bellissima è anche la trasposizione cinematografica di Jean-Luc Godard

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2010
    Località
    Napoli
    Messaggi
    161
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    già, non l'ho apprezzato quanto gli indifferenti e a tratti mi ha annoiato. All'inizio l'ho trovato prevedibile e le uniche pagine che ho letto con interesse sono state quelle sull'Odissea. Mi sembrava che Emilia fosse inverosimilmente chiusa in se stessa, perchè quando finisce una storia, figuriamoci un matrimonio, non puoi infantilmente dire "scompa" e andartene mentre l'altro si strugge e si tormenta, ma una spiegazione gliela devi, almeno per rispetto per quello che è stato.
    Ma poi ho capito che sta tutto qui il libro, nel venir meno del rispetto tra due che si sono amati, a causa della nascita di questo sentimento, il disprezzo, che come uno spettro aleggia su qualinque rapporto e può incombere senza un apparente motivo.
    Non so, se dovessi trarre un insegnamento, mi sembra di aver capito che non bisogna mai dar nulla per scontato e bisogna sempre parlare, parlare e comunicare, altrimenti si diventa ancora più estranei.

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    5129
    Inserimenti nel blog
    85
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da happytelefilm Vedi messaggio
    già, non l'ho apprezzato quanto gli indifferenti e a tratti mi ha annoiato. All'inizio l'ho trovato prevedibile e le uniche pagine che ho letto con interesse sono state quelle sull'Odissea. Mi sembrava che Emilia fosse inverosimilmente chiusa in se stessa, perchè quando finisce una storia, figuriamoci un matrimonio, non puoi infantilmente dire "scompa" e andartene mentre l'altro si strugge e si tormenta, ma una spiegazione gliela devi, almeno per rispetto per quello che è stato.
    Ma poi ho capito che sta tutto qui il libro, nel venir meno del rispetto tra due che si sono amati, a causa della nascita di questo sentimento, il disprezzo, che come uno spettro aleggia su qualinque rapporto e può incombere senza un apparente motivo.
    Non so, se dovessi trarre un insegnamento, mi sembra di aver capito che non bisogna mai dar nulla per scontato e bisogna sempre parlare, parlare e comunicare, altrimenti si diventa ancora più estranei.
    Quoto.Spesso,però accade che non sia facile parlare.E che l'incomunicabilità sia proprio il punto di dolore di un rapporto. Prima di tutto si dovrebbe imparare a saper parlare con se stessi.

    Questo libro mi è piaciuto molto. Quella di Riccardo è una sua solitudine interiore.Un'alienazione che scorre lungo il romanzo e distrugge il rapporto con Emilia.
    Quello che all'inizio sembrava essere una caratteristica individuale diventa motivo di insopportazione.

    Bel libro,l'ho messo tra i miei preferiti.Moravia è tra i miei autori il più letto.

Discussioni simili

  1. Moravia, Alberto - Intellettuale militante
    Da elisa nel forum Autori
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 10-21-2014, 02:02 PM
  2. Moravia, Alberto - Gli indifferenti
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 10-10-2014, 05:03 PM
  3. Vàzquez-Fìgueroa, Alberto - Ashanti
    Da *Paola* nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 05-26-2009, 10:06 PM
  4. Custerlina, Alberto - Balkan Bang!
    Da Blueberry nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 01-24-2009, 08:17 PM
  5. Samonà, Alberto - Il padrone di casa
    Da cronacalibri nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-11-2008, 03:22 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •