Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Guernica

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Lucarelli, Carlo - Guernica

  1. #1

    Predefinito Lucarelli, Carlo - Guernica

    "Per inaugurare la serie noir di Stile libero l'editore [Einaudi], in barba ad ogni regola, ha chiesto allo stesso Lucarelli (che con Bernardi è il curatore della serie) di ripubblicare Guernica, un suo romanzo breve, straordinario e introvabile. Lucarelli ha accettato, ma in cambio ha voluto riscriverne l'intero finale. Torna così per tutti i lettori, in una nuova edizione, un noir visionario perfettamente ambientato nella Guerra di Spagna, rosso e nero come i sogni peggiori e come il sangue, di un Lucarelli più che mai "indagatore di incubi".
    Lettura indispensabile, insieme, per chi ha amato Almost Blue ma anche per chi ha amato l'atmosfera e lo sfondo storico de L'isola dell'angelo caduto.
    In un ambiente di guerra feroce come ogni guerra, vivido come fossimo in presa diretta, oggi, una strana coppia di italiani di parte franchista, - il capitano Degli Innocenti e il suo attendente, l'indimenticabile doppiogiochista Filippo Stella - sprofonda nella ricerca di un cadavere che forse non è così cadavere, visto che taglia teste di uomini vivi. Che cosa troveranno veramente, mentre intorno a loro da ogni parte si annuncia l'orrore, non è dato sapere, ma solo intuire.
    La verità, come sempre nei libri di Lucarelli, appartiene al lettore, a libro chiuso".

    Premetto che Lucarelli ha, per me, una capacità di racconto quasi ipnotica, nel senso che coinvolge anche solo per la sua capacità dialettica (mi riferisco alla serie Blu Notte, che ho scoperto una notte per caso e mi ha incollato letteralmente allo schermo), ma neppure il contenuto delude, con questo piccolo racconto non si smentisce.
    Lo stile è avvincente, la storia potrebbe tranquillamente ambientarsi in un vero e proprio incubo..gli indizi della trama sembrano costituire lo "schema" della celebre e misteriosa opera Picassiana.
    Il finale è mooooolto aperto, al limite della incompiutezza..per chi ama il genere il libro è un piccolo gioiellino.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Siena
    Messaggi
    1654
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Una perla, mi ha conquistato fin dalle prime battute e via via
    fino al termine, ad un finale che forse arriva troppo presto,
    che forse manco esiste, che forse ogni lettore dovrà scegliersi da solo...
    consiglio: non leggetelo come se fosse un noir, un giallo con un mistero da
    risolvere, potreste rimanerne delusi... il libro è bello per altre ragioni...
    è bello perchè si ride dei suoi personaggi tragicomici, spesso ci lascia con un ghigno stampato in faccia;
    è bello perchè apre una finestra su un capitolo di storia che forse si conosce poco e che sicuramente
    non troviamo tanto spesso a far da sfondo nei racconti della nostra letteratura;
    è bello perchè è come una storia on-the-road, un viaggio mica tanto piacevole che ci porterà
    in giro per la Spagna franchista, da Barcellona a Teruel a Madrid fino a Guernica, se mai ci
    arriveremo... un viaggio che è una ricerca continua e dove non si è mai soli, sempre in buona compagnia...
    è bello perchè è ricco di riferimenti letterari e citazioni che non cito per non
    rovinarvi la sorpresa... ma come non ricordarsi del giornalista dal culo grosso?!??!

    è bello perchè crea suspance, tensione, orrore come Lucarelli sa fare, nei libri come
    in televisione... qui le sagome di cartone di "Blunotte" non ci sono ma si materializzano
    nitide, chiare nella nostra mente scorrendo le pagine del libro.
    è bello perchè il Guernica di Picasso Lucarelli ce lo lascia vedere, immaginare passo a passo,
    man mano che ci avviciniamo alla città del nord della Spagna, durante il cammino...

    UFFICIALE TEDESCO: -Siete voi che avete fatto Guernica?
    PABLO PICASSO: -No, siete voi.

Discussioni simili

  1. Lucarelli, Carlo
    Da Comasco nel forum Autori
    Risposte: 44
    Ultimo messaggio: 08-20-2017, 12:23 PM
  2. Lucarelli, Carlo - Almost Blue
    Da Sir_Dominicus nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 31
    Ultimo messaggio: 05-10-2017, 06:56 PM
  3. Lucarelli, Carlo - Navi a perdere
    Da monnalisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 12-06-2009, 07:15 PM
  4. Lucarelli, Carlo - Ferengi
    Da monnalisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 11-14-2008, 09:28 PM
  5. VI G.L. - Almost blue (Lucarelli, Carlo)
    Da zaratia nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 45
    Ultimo messaggio: 06-18-2008, 07:12 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •