Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Soffocare

Pagina 3 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 31 a 45 di 53

Discussione: Palahniuk, Chuck - Soffocare

  1. #31
    Summer Member
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    1588
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho finito di leggere questo libro da qualche giorno, ho preferito metabolizzarlo un pò prima di lasciare qualsiasi commento.

    Beh, l'irriverenza dell'autore è molto forte, rappresenta forse il principale tratto distintivo della sua scrittura, cosicchè se si è infastiditi da questo stile crudo, in cui i riferimenti sessuali vengono rappresentati senza mezze parole, è forse meglio non avvicinarsi neppure all'opera di Palahniuk.
    Tuttavia penso che l'autore affronti senza riserve temi come la dipendenza dal sesso, che in effetti impera nella nostra società, e l'estremo bisogno di ciascuno di sentirsi utile per gli altri dando vita ad una trama originale, che solo talvolta pecca di scarsa credibilità! Ma che dire, si tratta comunque di un romanzo!

    Voto: 4/5

  2. #32
    Surrealistic member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Foggia
    Messaggi
    1101
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito

    Soffocare è un romanzo che si legge tutto d'un fiato. Sicuramente per la storia, cruda e accattivante, di un giovane ragazzo americano, affetto da sessodipendenza, che ha scoperto uno stratagemma per recuperare dei soldi e pagare le spese sanitarie della vecchia madre, ricoverata in una clinica per malattie neurodegenerative. Ma ciò che più coinvolge è lo stile di palahniuk, diretto, senza circumlocuzioni, incalzante, graffiante, ma anche ironico e grottesco. Curiosi sono anche gli spunti di riflessione ontologica (ovviamente sono solo spunti, si parla di uno scrittore per racconti, non di filosofia), come il farsi voler bene da una persona che ti ha salvato, una sorta di concetto di padre-figlio allargato, e l'esibizionismo, inteso come mostrare di possedere una cosa: "ogni cosa in più che possiedi è solo l'ennesima cosa che un giorno perderai; la soluzione è che non ci sono soluzioni".
    Si comprende come possa risultare fastidioso al lettore con animo più delicato e puritano, e aggiungerei anche cattolico viste le continue blasfemie che il libro trascina con se, e d'altro canto come possa essere apprezzato da chi cerca una lettura carica di emozioni forti.
    Io in questo periodo sono per la seconda. Voto 5/5

  3. #33
    Surrealistic member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Foggia
    Messaggi
    1101
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito

    PS: ho dato uno sguardo ai commenti precedenti. Qualcuno ha paragonato palahniuk niente di meno che a Baricco. Per chi non avesse idea di questo autore, posso dirvi che non esiste paragone più forzato di questo. Parliamo veramente di 2 cose diversissime. In primo luogo è diverso il genere: Baricco punta ad un romanzo pseudo-letterario, ricco di virtuosismi ed esercizi di stile, mentre quello di palahniuk è un romanzo d'azione, fluido, cruso e senza pretese. Inoltre lo stile è completamente diverso: il primo usa frasi brevi dove anche una sola parola vuole essere evocativa; il secondo usa un discorso smorzato per velocizzare l'azione. Non so, è come dire che Martin Scorsese è il Tornatore americano, delirante!

  4. #34
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Siena
    Messaggi
    1654
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    A oggi vedo che questo libro ha collezionato tutti i voti, dall'1 al 5... tutti tranne uno,
    il 2... beh, voglio proprio vedere se si merita anche un bel 2 pieno...


    Di che parla 'sto libro, proprio non è chiaro... la presentazione è abbastanza
    fuorviante, ci si aspetta qualcosa che poi non si trova nella lettura.
    E anche quando si raccontano i "soffocamenti" (o, per meglio dire, si accennano)
    mi sembra che sia tutto poco approfondito, poco credibile, troppo esagerato...
    In realtà il tema predominante del racconto è la dipendenza dal sesso dei protagonisti e quindi il
    linguaggio usato è molto esplicito, forte, diretto... il problema è che certe descrizioni, frasi, termini, restano
    fini a sè stesse, non si armonizzano col resto della storia (molto frammentata ed inconsistente
    fino ad innervosire ). Non si capisce dove l'autore vuole arrivare,
    di cosa effettivamente vuole parlare, il lettore rimane disorientato e spiazzato, soprattutto se
    fa riferimento al titolo o se ha letto la quarta di copertina...
    Insomma, alla fine può pure sembrare un libro gratuitamente e forzatamente volgare (oltre che noioso)
    visto il ripetersi di descrizioni, situazioni, pagine stereotipate... sesso sesso sesso, ma quasi mai piacevole
    da leggere... e poi riferimenti alla genetica, al Padre Figlio e Spirito Santo, a gente che si sente così
    buona che per anni manda soldi ad uno sconosciuto a cui una volta ha (forse) salvato la vita (ma non dovrebbero essere
    al rovescio, i ringraziamenti?!?)... c'è di tutto in questo libro, un bel minestrone... e poi, il finale,
    la giusta ciliegina sulla torta...

    Vabbè, descritto così questo libro si merita 1, non di più...
    però c'è qualche paginetta che strappa una risata, va ammesso, più che altro all'inizio (poi si
    ripetono un po' troppo spesso certe descrizioni e finiscono per annoiare);
    poi l'idea di base non era male, peccato sia rimasta solo un'idea o poco più... e anche
    la copertina, se ve lo devo dire, è proprio carina!!!
    il genio c'è, si percepisce, ma in questo libro non si tocca con mano...
    un 2 di incoraggiamento!!!!

  5. #35
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    392
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Libro letto parecchio tempo fa, mea culpa che non l'ho recensito. Giudizio totalmente negativo anche per me. Il libro non l'ho nemmeno più nella mia libreria, me ne sono liberato alla prima occasione utile. E' veramente noioso! Non mi sbilancerei più di così, è ripetitivo e non trovo il libro all'altezza di Palahniuk.

  6. #36
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2899
    Thanks Thanks Given 
    25
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    Per il momento a me piace...ho dovuto rileggere qualche pagina, perchè non c'entrava niente col capitolo precedente, ma lo sto trovando originale e mi incuriosisce!

  7. #37
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Siena
    Messaggi
    1654
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elesupertramp Vedi messaggio
    Per il momento a me piace...ho dovuto rileggere qualche pagina, perchè non c'entrava niente col capitolo precedente, ma lo sto trovando originale e mi incuriosisce!





  8. #38
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2899
    Thanks Thanks Given 
    25
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    Victor Mancini: "Dite quello che vi pare ma anche il più malfatto dei pompini sarà sempre meglio che annusare la rosa più profumata del mondo o ammirare il più strepitoso dei tramonti "


    questo libro è strepitoso e questo palahniuck è un genio!

  9. #39
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2009
    Località
    la leggendaria terra dei Consulenti
    Messaggi
    1235
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Zio Chuck è per stomaci forti e menti elastiche. Ma temo che il mondo sarebbe un posto meno divertente senza

    (ah, dopo aver letto Ninnananna un amico mi ha telefonato per giorni cantandomi le peggio canzoncine...per poi controllare il giorno dopo che fossi viva. Evidentemente, non stiamo bene.)

  10. #40
    Junior Member
    Data registrazione
    Oct 2011
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    13
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    letto un paio d'anni fa...io adoro palahniuk...assolutamente cinico e cruento,soffocare però non è uno dei miei preferiti anche se la storia,come sempre è geniale!

  11. #41
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2899
    Thanks Thanks Given 
    25
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    Il capitolo del finto stupro è da antologia!

  12. #42
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Siena
    Messaggi
    1654
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elesupertramp Vedi messaggio
    Il capitolo del finto stupro è da antologia!
    mmmmmmmmmmmmmmmm sì, l'antologia delle scuole medie...

  13. #43
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2899
    Thanks Thanks Given 
    25
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da risus Vedi messaggio
    mmmmmmmmmmmmmmmm sì, l'antologia delle scuole medie...
    ah, ah, ah!


  14. #44
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2009
    Località
    la leggendaria terra dei Consulenti
    Messaggi
    1235
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da El_tipo Vedi messaggio
    PS: ho dato uno sguardo ai commenti precedenti. Qualcuno ha paragonato palahniuk niente di meno che a Baricco. Per chi non avesse idea di questo autore, posso dirvi che non esiste paragone più forzato di questo. Parliamo veramente di 2 cose diversissime. In primo luogo è diverso il genere: Baricco punta ad un romanzo pseudo-letterario, ricco di virtuosismi ed esercizi di stile, mentre quello di palahniuk è un romanzo d'azione, fluido, cruso e senza pretese. Inoltre lo stile è completamente diverso: il primo usa frasi brevi dove anche una sola parola vuole essere evocativa; il secondo usa un discorso smorzato per velocizzare l'azione. Non so, è come dire che Martin Scorsese è il Tornatore americano, delirante!
    avrei qualcosa da ridire,specie sull'uso del lessico.
    Chuck è tutto tranne che fluido, e privo di virtuosismi. Usa le parole in maniera ripetuta,quasi assillante, inserisce frasi "totem" che sono a metà tra la formula magica e il messaggio pubblicitario.
    Ogni libro ha un suo registro "tormentone": le pietre preziose di NinnaNanna o i trucchi di bellezza di GangBang ,passando per le regole dell'assassino perfetto di Pigmeo.

    Le parole di Palahniuk sono evocative nel senso che diventano l'etichetta,il pensiero ossessivo del libro, il suo marchio di fabbrica. Dopotutto,ogni libro è dedicato a un'ossessione che spesso non è quella più evidente, ma una secondaria e latente.

  15. #45
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Non lasciatevi scappare questo libro, ve ne pentireste! Graffiante e divertente, cinico ed esilarante, riflessivo e geniale, questo è Soffocare. Un libro interessante che fa riflettere. Certe scene poi sono davvero esilaranti. Lo stile differenzia l'autore dagli altri. Consigliato

Discussioni simili

  1. Palahniuk, Chuck
    Da better57 nel forum Autori
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 08-26-2016, 11:43 PM
  2. Palahniuk, Chuck - Invisible Monster
    Da iriciola nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 11-13-2015, 11:01 AM
  3. Palahniuk, Chuck - Ninna Nanna
    Da better57 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 01-17-2015, 07:54 PM
  4. Palahniuk, Chuck - Fight Club
    Da sweepsy nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 65
    Ultimo messaggio: 10-14-2012, 06:51 PM
  5. Palahniuk, Chuck - Survivor
    Da non_so_dove_volare nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 02-05-2011, 04:27 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •