Lincoln Perry e Joe Pritchard sono due ex sbirri che hanno aperto un agenzia investigativa a Cleveland a cui viene affidato un caso: indagare sulla morte di un altro detective privato, Wayne Weston, trovato senza vita a casa con un colpo della sua pistola alla testa. Si ipotizza il suicidio, ma il padre di Wayne non ci crede. Anche perchè nel frattempo è scomparsa pure la bellissima moglie del presunto suicida assieme alla figlia. Inizia così un indagine che fà muovere i nostri protagonisti tra uomini d'affari privi di scrupoli, boss della malavita russa fino a far emergere verità inquietanti sulle attività del defunto.
Un buon romanzo nel classico solco dell' hard-boiled, trama rapida personaggi simpatici, azione e colpi di scena, e quel pizzico di amaro in bocca che lascia il finale. Mi è piaciuto, per quel che mi riguarda un buon esordio di queso autore.