Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 16

Discussione: Marco Canarutto - il tantra dell'ingegnere

  1. #1
    Autore emergente
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Cool Marco Canarutto - il tantra dell'ingegnere

    E' quasi un ossimoro, lo so: tantra e ingegnere sono due parole molto distanti.
    Parlare di sessualità etero dal punto di vista maschile, poi, è quasi un tabù. Se viene fuori un libro così (http://www.altromondoeditore.com/shop/home/detail/532), però, vuol dire che la situazione è abbastanza grave. La regina è nuda e la fantasia e l'identità maschili sono a rischio.
    Sono pronto al confronto con i lettori e le lettrici.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20666
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    435
    Thanks Thanks Received 
    1390
    Thanked in
    918 Posts

    Predefinito

    Interessante l'ipotesi trattata nel libro, anche se la vedo riduttiva rispetto all'universo femminile. Non amo i libri a tesi, solitamente, perchè tendono ad essere troppo generici e generalizzanti, anche se una simpatica analisi delle variegate relazioni di coppia è sempre arricchente.

  • #3
    aunt member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    ROMA
    Messaggi
    2128
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Il fenomeno non è certo nuovo, non è una novità dei nostri tempi......credo sia sempre esistito!
    Mi piacerebbe capire come l'uomo vive una situazione del genere........i luoghi comuni inducono a pensare che sia l'uomo che strumentalizza la sua posizione di potere.....ma potrebbe anche essere che si senta strumentalizzato da queste donne avide di potere.......a scapito ovviamente dell'elemento fondamentale: la fantasia.
    Se il libro si propone un'analisi della psicologia maschile.....potrebbe essere interessante.......anche per avere una diversa prospettiva di valutazione!!!

  • #4
    CON LA "C"
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Calabria Esaurita
    Messaggi
    1687
    Inserimenti nel blog
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Congratulazioni per il tuo libro che, se ho capito bene, mi auguro sia in chiave umoristica, altrimenti avrei già qualcosa da ridire ahah

  • #5
    Autore emergente
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elena Vedi messaggio
    Il fenomeno non è certo nuovo, non è una novità dei nostri tempi......credo sia sempre esistito!
    Mi piacerebbe capire come l'uomo vive una situazione del genere........i luoghi comuni inducono a pensare che sia l'uomo che strumentalizza la sua posizione di potere.....ma potrebbe anche essere che si senta strumentalizzato da queste donne avide di potere.......a scapito ovviamente dell'elemento fondamentale: la fantasia.
    Se il libro si propone un'analisi della psicologia maschile.....potrebbe essere interessante.......anche per avere una diversa prospettiva di valutazione!!!
    Il libro non si concentra sull'analisi psicologica maschile.. se il problema è la fantasia, non mi sembra il caso di maciullare quel poco che ne è rimasto con troppi studi e analisi. Si tratta invece di un percorso per salvare la propria fantasia e anche la propria vita.

    Il fenomeno comunque è nuovissimo. Mai come ora è evidente la disponibilità femminile e le donne sanno di avere comunque diritto alla negazione dell'evidenza da parte maschile. Ma la negazione dell'evidenza a favore delle donne all'uomo costa la fantasia.

    Urge una soluzione nell'alveo della civiltà!

  • #6
    Autore emergente
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da franceska Vedi messaggio
    Congratulazioni per il tuo libro che, se ho capito bene, mi auguro sia in chiave umoristica, altrimenti avrei già qualcosa da ridire ahah
    E' meglio che umoristico: aiuta gli uomini e le donne a meditare!

  • #7
    Autore emergente
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    Interessante l'ipotesi trattata nel libro, anche se la vedo riduttiva rispetto all'universo femminile. Non amo i libri a tesi, solitamente, perchè tendono ad essere troppo generici e generalizzanti, anche se una simpatica analisi delle variegate relazioni di coppia è sempre arricchente.
    Spero di non deluderti ma non ci sono analisi delle casistiche delle relazioni di coppia nel mio libro. Dei tanti problemi dell'umanità, tratta la gestione - da parte di un individuo maschio isolato - del potere femminile. L'uomo ha una grandissima debolezza: deve vedere sempre la donna desiderabile, se no egli stesso perde la sua identità sessuale. Come riuscirci - laddove, al contrario, il sesso è banalizzato, nei fatti, da atteggiamenti ormai troppo espliciti femminili -, senza abbandonare i modi civili, è il kernel del libro.

  • #8
    Remember
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    691
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Scusa ma non sono riuscito a comprendere l'obiettivo del libro;
    si tratta di un libro in cui si cerca di ristabilire la fantasia maschile maciullata da donne troppo espicite nelle loro relazioni sessuali, oppure che l'attrazione delle donne per uomini di potere riduce l'identità maschile? o niente di tutto questo?
    Sono daccordo con te quando dici che parlare di sessualità maschile etero è quasi un tabù, ma il tabù è tutto maschile, e a mio parere poco è dovuto alla donna, anzi l'appropriazione della propria sessualità da parte delle donne potrebbe aiutare l'uomo a riconoscere e a gestire la sua (credo che sia interessante ampliare l'argomento in futuri interventi).
    Non comprendo il significato del motto la regina è nuda .
    Non sono daccordo su un punto quando dici che la fantasia e l'dentità maschile sono a rischio. Forse lo sono sempre stati visto che fondamentalmente questi due aspetti si sono sempre basati sulla posizione dominante e maschilista della società.
    Io credo che proprio la riscoperta della sessualità femminile possa aiutare l'uomo ad appropriarsi (per la prima volta) della sua identità e fantasia (sempre che sia disposto ad abandonare le posizioni di potere).

  • #9
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20666
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    435
    Thanks Thanks Received 
    1390
    Thanked in
    918 Posts

    Predefinito

    forse per Marco il problema sta proprio nel fatto che la donna ha iniziato ad usare la propria sessualità per soddisfare anche bisogni suoi propri e non solo quelli riferiti al desiderio maschile. Usare la sessualità come strumento è un potere che le donne hanno e che adesso forse diventa meno pressante, proprio perchè la libertà sessuale ha liberato dal tabù la donna che desidera l'appagamento sessuale al pari del maschio e soprattutto perchè la donna è autonoma rispetto al potere maschile. Non tutte purtroppo, ma una buona parte almeno ci prova.

  • #10
    Autore emergente
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Post Non intendo attaccare le donne

    Cari Lillo ed Elisa, lungi da me attaccare le donne e il loro sacrosanto diritto di autogestire se stesse e la loro sessualità. Tra l'altro, ho avuto anch'io le mie storie con graziose giovani donne che cercavano appagamento: è stato bellissimo, poi è finita ed io ho ancora un bellissimo ricordo di loro.

    Se dico che la regina è nuda, dal famoso slogan e dall'altrettanto famosa fiaba de "il re è nudo", vuol dire che non mi preoccupano tanto i temi individuali dei rapporti di coppia, ma i temi sociali dei rapporti di potere.
    In termini sociali noi abbiamo una società disgregata e gli aspetti più deleteri della sessualità ci sono gettati in faccia: c'è un'inflazione di rappresentazioni femminili diponibili per esempio nella pubblicità, ma non solo lì. L'immagine condivisa della donna emancipata, al giorno d'oggi, è di una donna che molto spesso cambia frequentemente partner.

    In questa situazione, l'immagine femminile nel suo complesso, perde molto carisma. E i risultati si vedono: gli uomini si deresponsabilizzano da rapporti duraturi e la disgregazione aumenta ulteriormente.

    Certo, sono temi un po' destabilizzanti e anche tabù: tutti i maschi devono fare finta di essere sempre in caccia e le donne devono apparire sempre intriganti. Prima di procedere con un giudizio che troppo facilmente può essere "tranchant", vi invito a leggere il libro.

    Il libro non attacca le donne, lo ripeto. E' solo una guida per i maschi per salvare la propria fantasia. Ogni uomo deve pensarci da solo, ovviamente, se no farebbe brutta figura! E la società comunque ci ha già divisi tutti, gli uni dagli altri.
    In più, la soluzione sta proprio in un rinnovato rapporto di coppia, che eventualmente possa durare nel tempo. Perché nell'"one-to-one" uomo-donna, ci sono ampi spazi per ritrovare se stessi e la propria felicità.

  • #11
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20666
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    435
    Thanks Thanks Received 
    1390
    Thanked in
    918 Posts

    Predefinito

    sono sicura Marco che non le intendi attaccare, ponevo solo un quesito che diventa a questo punto metodologico, il ruolo della donna viene comunque definito dal maschio, nel bene e nel male, visto che il potere nei secoli è sempre stato prettamente maschile e quindi rimane, in qualsiasi analisi venga fatta, lo strumentario interpretativo maschile. Il microscopio attraverso cui si analizzano le dinamiche è quello dei maschietti, che viene utilizzato anche dalle donne stesse, anche il linguaggio è tale, il sole gira ancora intorno alla terra e la rivoluzione copernicana femminile deve ancora realizzarsi completamente. Tutto qui! Credo che il tuo libro sia molto interessante perchè apre un approfondimento importante.

  • #12
    Autore emergente
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Post Siamo già al kernel

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    sono sicura Marco che non le intendi attaccare, ponevo solo un quesito che diventa a questo punto metodologico, il ruolo della donna viene comunque definito dal maschio, nel bene e nel male, visto che il potere nei secoli è sempre stato prettamente maschile e quindi rimane, in qualsiasi analisi venga fatta, lo strumentario interpretativo maschile. Il microscopio attraverso cui si analizzano le dinamiche è quello dei maschietti, che viene utilizzato anche dalle donne stesse, anche il linguaggio è tale, il sole gira ancora intorno alla terra e la rivoluzione copernicana femminile deve ancora realizzarsi completamente. Tutto qui! Credo che il tuo libro sia molto interessante perchè apre un approfondimento importante.
    Cara Elisa, torno a invitarti a leggere il libro prima di "fissare dei paletti", se mi consenti l'espressione.

    Ci sono alcuni elementi che vorrei chiarire:
    1) se la società riesce in qualche modo a isolare un individuo maschio, questo è fragilissimo perché nessuno lo autorizza a essere violento. Il suo bisogno di vedere la donna desiderabile (yin) può essere un suo grandissimo punto debole a questo punto.

    2) Esistono molte gerarchie, per sempio qulla bancaria, in cui il potere è ufficialmente nelle mani degli uomini; questo potere, tuttavia, è almeno controbilanciato se non surclassato dal potere di una gerarchia femminile nascosta. In questa grarchia comanda la dea, la segretaria del capo.
    Dato che il capo (che si rivale sessualmente delle umiliazioni quotidiane subite dai capi sopra di lui) accetta la conferma sessuata della dea,è lei che comanda lui e non viceversa. Tutti gli impiegati devono quindi assoggettarsi al volere della dea. Alla dea basta pochissimo per far perdere la fantasia al generico impiegato isolato, e con la fantasia anche l'equilibrio psicologico, l'identità sessuale, la simpatia e l'erezione.

    il fatto che tutto ruoti intorno al potere - io direi più intorno alla libido -maschile è una garanzia anche per la donna. Finché c'è desiderio maschile, la donna può amministrarlo ed eventualmente, carismatiamente, concedersi. Te lo immagineresti un mondo in cui fosse esplicita una vorace libido femminile? Non esisterebbe più né fantasia maschile né sesso tout court.

    Noi viviamo in una civiltà post Adamo ed Eva, in cui la femmina è donna perché l'uomo presso di lei si vergogna di quello che vorrebbe farle. Il tutto viene canalizzato e - speriamo! - gestito n modo civile. Allora invece di andare a caccia di donne con un randello come gli uomini delle caverne, sublimiamo e costruiamo una famiglia, lavoriamo, facciamo arte... scriviamo libri.

  • #13

    Predefinito

    Complimenti per il tuo libro, davvero un argomento interessante. Bravo.

  • #14
    Autore emergente
    Data registrazione
    Jul 2009
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Smile Grazie per il giudizio positivo!

    Grazie Roberto! .. e buona lettura!
    Ultima modifica di Marco Canarutto; 08-03-2009 alle 02:02 PM.

  • #15
    Remember
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    691
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Mi dispiace ma credo che la tua visione si prettamente maschiocentrica.
    Perchè non siamo noi maschietti che possiamo e dobbiamo definire il ruolo femminile, ma casomai, scusa, cominciamo a costruire un'immagine maschile un pò meno patriarcale e cerchiamo di capire come rapportarci tra noi, in termini di emotività e sessualità maschile (parola fino ad ora nemmeno sussurrata.. sennò nei bar e per parlare delle dimensioni dei nostri membri) e con la figura della donna che finalmente comincia a definirsi autonomamente e non secondo criteri tipici maschili. Quoto elisa quando dice che la rivoluzione copernicana femminile è ancora aldilà da venire.

    Scusa se insisto, ma credo che nè la libido nè la fantasia maschile possano essere inibiti da un comportamento femminile realmente autonomo e libero, a meno che, secondo me, non si stia parlando di uomini che abbiano difficoltà a rapportarsi all'altro sesso. E se questo dovesse accadere, mi sento di poter affermare che la colpa è tutta maschile.
    Ultima modifica di lillo; 08-03-2009 alle 11:36 PM.

  • Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Buticchi, Marco
      Da Dorylis nel forum Autori
      Risposte: 6
      Ultimo messaggio: 06-01-2010, 04:57 PM
    2. Marco Tiano - Uno di troppo
      Da giady90 nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 7
      Ultimo messaggio: 09-01-2009, 11:16 AM
    3. Polo, Marco - Il Milione
      Da Lucripeta nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 02-08-2009, 11:17 AM
    4. Marco Salvador
      Da bludemon nel forum Salotto letterario
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 07-11-2007, 09:45 PM
    5. Marco Salvador
      Da bludemon nel forum Salotto letterario
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 07-11-2007, 07:09 PM

    Tags per questo thread

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •