"Non avrebbe dovuto cantare quella canzone. Non avrebbe dovuto. È stato così che l'ho guardata. Ho guardato la sua voce. Anche le voci hanno una faccia, un volto. Dei lineamenti. Una fisionomia. La sua era morbida come il viso di un bambino. Sembrava arrivare da dentro, sembrava uscire e sorridere. Ma sorrideva amaro, con un pianto. Come la mamma quando era triste. Siamo tutti fragili, diceva. Non doveva cantare quella canzone. Non doveva".

cosa lega una serie di omicidi alla canzone "Fragile" di Sting? dovrà scoprirlo il commissario Gabriele Riccardi in una corsa contro il tempo per salvare chi più ama.
libro molto interessante, trama coinvolgente e personaggi ben delineati, unica pecca forse il finale troppo tirato. da leggere

4.5/5