Ieri sera, vedendo il bel documentario su Naica, la grotta dei cristalli giganti, ho ripensato a questo piccolo libro di Giovanni Badino, che partendo dalla sua esperienza speleo ci parla della contraddizione di chi vive per esplorare, ma in questo modo fa si che siano sempre di meno i territori inesplorati nei quali è possibile quella straordinaria insostituibile esperienza.
Vivamente consigliabile