Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Aspetta primavera, Bandini

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 17

Discussione: Fante, John - Aspetta primavera, Bandini

  1. #1
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18781
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    229
    Thanks Thanks Received 
    615
    Thanked in
    362 Posts

    Predefinito Fante, John - Aspetta primavera, Bandini

    Fermi tutti: in casa Bandini sta per fare ingresso nonna Toscana: come ogni mese, annuncia per lettera la propria visita-ispezione ufficiale, che si traduce in una giornata di mugugni e osservazioni su disordine, sregolatezze, immoralità: non c'è poi da meravigliarsi se gli americani considerano gli italiani una banda di straccioni da evitare a tutti i costi.
    Donna Toscana considera il genero Svevo ” il quale non a caso se la dà a gambe al suo arrivo ” un mezzo fallito e la figlia Maria una pazza perchè lo ama e alla fin fine ne asseconda le peripezie; come se non bastasse, qualcuno ha visto papà Bandini su una veloce berlina accanto alla donna più ricca del paese, con la risibile scusa di un incarico ottenuto da lei: risistemare il caminetto di una delle sue ville.
    Insomma, il povero Arturo, poco più che bambino, pur con tutto l'entusiasmo e l'ammirazione per le bravate di babbo Svevo, non ha vita facile in questo paesetto di montagna della grande America degli anni Trenta. Non è sempre gradevole districarsi fra mille trovate per conquistare o tenere a bada Mister Craik, il salumiere che continua miracolosamente a conceder credito ai Bandini, la bellissima e cagionevole compagna di classe Rosa Pinelli, che respinge il dono d'amore ” un prezioso cammeo rubato a mamma Maria ” e soprattutto l'insopportabile fratellino Federico tutto preghiere e saggezza, che gli ricorda l'imminenza del temuto purgatorio.

    Da leggere!
    Ultima modifica di elisa; 05-03-2009 alle 02:20 PM. Motivo: correzione caratteri

  2. #2

    Predefinito

    john fante mi piace molto, questo però non l'ho ancora letto....

  3. #3

    Predefinito

    ho da poco iniziato a leggere questo libro, ma già mi piace...fondamentalmente perchè lo stile di fante mi va così a genio che penso che adorerei anche la sua lista della spesa!!!
    Ultima modifica di elisa; 05-03-2009 alle 02:20 PM. Motivo: correzione caratteri

  4. #4

    Predefinito Fante, John - Aspetta primavera, Bandini

    Un po' troppi luoghi comuni sugli italiani che dicono mamma mia e che hanno nostalgia il golfo di Napoli (pur essendo abruzzesi).

  5. #5
    Junior Member
    Data registrazione
    May 2008
    Località
    Verona
    Messaggi
    10
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Fante è uno dei miei preferiti in assoluto!

    ottimo libro, come gli altri d'altronde

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Modena
    Messaggi
    408
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Era da un po' che volevo leggere qualcosa di John Fante, è un autore che mi ha sempre incuriosito. Ho deciso di partire dal primo capitolo della saga di Arturo Bandini per poi leggerli tutti in ordine dal primo all'ultimo.
    Lo stile di Fante è veramente coinvolgente, scorre bene e invoglia a proseguire nella lettura. Coinvolgenti anche i personaggi, in particolare Arturo e i suoi 2 fratelli.
    A breve leggerò anche gli altri 3 libri, mi incuriosisce soprattutto Chiedi alla polvere visto che è considerato il suo capolavoro.

  7. #7
    blowfisher
    Data registrazione
    Jun 2009
    Località
    Dayton, OH
    Messaggi
    119
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    quoto mariodb.

  8. #8
    aunt member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    ROMA
    Messaggi
    2128
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Bello, coinvolgente, amaro ma anche divertente!!!!
    Decisamente da leggere

  9. #9
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10181
    Thanks Thanks Given 
    357
    Thanks Thanks Received 
    405
    Thanked in
    288 Posts

    Predefinito

    Dopo aver letto Chiedi alla polvere, con questi commenti non posso che aggiungere anche questo in wishlist

  10. #10
    Remember
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    691
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Dopo aver letto Chiedi alla polvere, con questi commenti non posso che aggiungere anche questo in wishlist
    Penso che non te ne pentirai; questo è il secondo libro che leggo di Fante e per me questo autore, dimenticato per tanto tempo, è a livello dei grandi (ma solo perchè più conosciuti) della letteratura americana degli anni 30-40.

  11. #11
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Ho iniziato il mio percorso di lettura di John Fante da questo libro che ho terminato ieri. Mi è piaciuto abbastanza, con delle riserve che non sono ancora perfettamente capace di focalizzare, come dire "mi è piaciuto, ma..." e non so continuare.
    Il suo stile è bello, ma...
    La storia è estremamente coinvolgente e anche i personaggi, ma...

    Nell'edizione che ho letto c'è un'introduzione di Ammaniti, che adora Fante, e uno scritto del curatore dell'opera di Fante per Einaudi, che forse mi hanno aiutato a farmi un'idea di cos'è che non mi convince del tutto, quel piccolo passetto che mi separa dal mettere questo scrittore tra i miei preferiti (loro ne parlano benissimo, non la pensano come me, è solo che la loro analisi mi ha fatto riflettere meglio).
    Forse è il fatto che i suoi romanzi siano troppo "autobiografici", che di per sé non è un difetto, però mi sembra una limitazione, come dire che è più facile tratteggiare minuziosamente un paesaggio che hai davanti agli occhi che un paesaggio del tutto realistico ma che è solo nella tua testa e non l'hai mai visto.
    Forse non è così, forse negli altri suoi libri la sua visione si allarga oltre l'orizzonte, ma la nota per cui lui stesso dice che in questo suo libro c'è racchiusa tutta la sua opera e tutti i suoi personaggi mi rafforza quest'idea.

    Questa non è una critica negativa, voglio che sia chiaro, è solo quel passettino che non mi consente di essere totalmente fan di quest'autore, che pure mi piace e che sicuramente leggerò, è solo un gusto del tutto personale.

    In ogni caso il libro è bello e coinvolgente, si fa leggere molto, infatti l'ho finito in pochissimo tempo, e credo che anche con gli altri suoi sarà così, diciamo che fondamentalmente è uno scrittore con cui si va a colpo sicuro e che non è assolutamente impegnativo da leggere, scorre che è una meraviglia.

  12. #12
    Junior Member
    Data registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    12
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Fante

    Bellissimo libro, nella sua poeticità essenziale, tipica dello stile di Fante... che anche per questo è divenuto un maestro della narrativa nord-americana. Tuttavia ho preferito Chiedi alla Polvere (di cui consiglio anche la lettura in inglese, è facile...) perché ha meno macchiette e più personaggi memorabili. Cmq libro bello e scorrevolissimo, da un paio di pomeriggi.

  13. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Siena
    Messaggi
    1654
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    per me che amo Fante una piccola (ma proprio piccola, intendiamoci!!!) delusione...
    ho trovato la scrittura un po' acerba, priva di quello slancio e coinvolgimento che
    caratterizzano altri suoi libri, una scrittura un po' disunita, scolorita...
    ciò non toglie che, fantiani o no, è un'ottima lettura, buon avvicinamento alla famiglia
    Bandini per chi ancora non la conosce, perfetta occasione per saperne qualcosa in più
    per chi la già incontrata sulla sua strada...

  14. #14
    Lettore dell'estremo sud
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    Originario della Sicilia, vivo per lavoro a Milano
    Messaggi
    445
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    10
    Thanked in
    4 Posts

    Predefinito

    Letto per la mini-sfida letteraria "On the road". Ambientato in Colorado, fa parte di una saga il cui protagonista è Arturo Bandini (che sarebbe lo scrittore), che qui troviamo adolescente, diviso tra la scuola, la cotta per una compagna di classe, la povertà in cui versa la sua famiglia. Il libro è narrato dal punto di vista del ragazzo. Una lettura semplice e coinvolgente, che sembra permeata da una rassegnazione che aspetta di vedere una via d'uscita.

  15. #15
    The black sheep member
    Data registrazione
    Oct 2014
    Località
    Frittole
    Messaggi
    2864
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    470
    Thanks Thanks Received 
    588
    Thanked in
    292 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Dory Vedi messaggio
    Nell'edizione che ho letto c'è un'introduzione di Ammaniti.
    E' quella (se non sbaglio) in cui si distingue tra scrittori "da prateria" e scrittori "da ufficio".

    Entrambi scrivono per dovere, ma mentre per quelli da ufficio il dovere si chiama mutuo e bollette, per gli altri lo scrivere è un imperativo che viene dal cuore.

    Quelli da ufficio puntano la sveglia alle 7 del mattino e finchè non sono le 6 di sera non smettono, quelli da prateria, invece, anzitutto vivono, poi scrivono del loro vissuto.

    Fante appartiene a questi ultimi, ovviamente.

Discussioni simili

  1. Grisham, John - Il cliente
    Da Alessio82 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 09-06-2017, 06:11 PM
  2. Fante, John - La Confraternita dell'uva
    Da Darkay nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 04-24-2015, 11:28 AM
  3. Fante, John
    Da Darkay nel forum Autori
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 01-08-2011, 06:10 PM
  4. Fante, John - Dago Red
    Da non_so_dove_volare nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 04-23-2010, 02:58 PM
  5. Grisham, John
    Da nonno libero nel forum Autori
    Risposte: 61
    Ultimo messaggio: 12-12-2008, 10:17 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •