Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Baarìa

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 23

Discussione: Tornatore, Giuseppe - Baarìa

  1. #1
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6834
    Thanks Thanks Given 
    42
    Thanks Thanks Received 
    88
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito Tornatore, Giuseppe - Baarìa

    Baarìa (nome dialettale di Bagheria) racconta la vita della provincia siciliana dagli anni venti ad oggi, rievocando le passioni, i sogni, le delusioni di un'intera comunità , il tutto visto attraverso la storia d'amore tra Peppino e Mannina .
    Il film inizia con un bambino che corre velocissimo lungo una strada di terra tra vecchie case percorse da carretti tirati da muli; 150 minuti dopo si chiude con un bambino che corre velocissimo tra i fitti palazzi della speculazione, nella stessa strada, ormai trafficata da decine di automobili e moto.

    E' questo secondo me il vero messaggio del film... tutto e niente è cambiato, il mondo intorno non è più quello di prima, ma le persone in fondo in fondo sono sempre le stesse.
    A parte la difficoltà che ho avuto a seguire il film in "lingua originale", devo dire che mi è piaciuto. E' un film corale, con tanti "protagonisti minori", ma alla fine ti rendi conto che la vera protagionista è la storia, la nostra.
    Forse non è proprio un capolavoro, ma è da vedere .
    Ultima modifica di elisa; 10-01-2009 alle 08:57 PM. Motivo: format titolo

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    1120
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    a me è piaciuto molto, il classico taglio epocale di Tornatore,con tutti i suoi pregi e difetti

  3. #3
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6834
    Thanks Thanks Given 
    42
    Thanks Thanks Received 
    88
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Sì, sicuramente la "mano" di Tornatore si vede eccome!
    toglimi una curiosità: la distribuzione nel resto della penisola è con i sottotitoli o è doppiato in italiano??

  4. #4
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19007
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    247
    Thanks Thanks Received 
    740
    Thanked in
    460 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da isola74 Vedi messaggio
    Sì, sicuramente la "mano" di Tornatore si vede eccome!
    toglimi una curiosità: la distribuzione nel resto della penisola è con i sottotitoli o è doppiato in italiano??
    da noi è con i sottotitoli e questa è una cosa che un po' mi spaventa

  5. #5
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6834
    Thanks Thanks Given 
    42
    Thanks Thanks Received 
    88
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    da noi è con i sottotitoli e questa è una cosa che un po' mi spaventa
    effettivamente potrebbe risultare pesante, ma vale lo stesso la pena secondo me...

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    1120
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    io ho visto la versione in italiano ma ero in un multisala era intuibile

  7. #7
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19007
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    247
    Thanks Thanks Received 
    740
    Thanked in
    460 Posts

    Predefinito

    Appena visto e a caldo posso dire che il film di Tornatore non mi ha convinto anche se si fa guardare abbastanza piacevolmente.
    Troppo lungo, barocco, pieno di storie e personaggi, un po' schematica la storia, a tratti scontata e a differenza di Nuovo Cinema Paradiso, non mi sono emozionata mai.
    A favore devo dire che c'è stato un grande sforzo produttivo e trovo che la versione in dialetto sia molto interessante rispetto a quella tradotta in italiana che immagino perda anche quel pathos della musicalità della lingua siciliana.
    Tornatore racconta un po' sempre la stessa storia, cita sè stesso nei personaggi di Beppe Fiorello e dei fotogrammi cinematografici di Peppino bambino, il finale poi si collega con l'inizio in un surrealismo un po' imbarazzante quando tutto il film era girato su un altro registro.
    Tornatore ama il cinema e fa un cinema sul cinema, non ha la poesia di Olmi o la lucidità di Giordana per cui i suoi cinquant'anni di storia siciliana rimangono un po' sulla superficie, non incidono, sono la sua storia con molte incongruenze, i figli che sembrano più vecchi dei genitori ad esempio anche se qualche bella zampata di cinema vero c'è.

  8. #8
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6834
    Thanks Thanks Given 
    42
    Thanks Thanks Received 
    88
    Thanked in
    63 Posts

    Predefinito

    Sono abbastanza d'accordo con te Elisa, e sicuramente la versione italiana perderà un bel po' rispetto a quella in dialetto perchè sembra un film nato proprio in siciliano

  9. #9
    Junior Member
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Molise
    Messaggi
    6
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Film che mi ha lasciata un po' insoddisfatta e con un certo senso di incompiutezza. E' come se mancasse qualcosa. Mi rendo conto che la durata e il fatto che sia un film corale ha sacrificato degli aspetti che non sono stati approfonditi. Tanti temi e tanti argomenti in gioco ma poi rimasti un po' così!Comunque le ore di visione sono passate senza fatica e ho apprezzato la ricostruzione storica ed i sorrisi e la tenerezza di alcune scene.

  10. #10
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    304
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Fondamentalmente mi è piaciuto. Certo che se poi uno lo analizza si accorge che così bello non è...ora dico i pro e i contro, quelli che ricordo.

    Pro: i movimenti di macchina, l'uso di gru o dolly, la scenografia, alcuni bravi attori. Ci sono alcune scene davvro molto belle, a volte è anche poetico. E sopattutto un finale che finalmente mi piace (Tornatore li rovina sempre) anche se non ha molto senso.

    Contro: Il film nella traduzione italiana non perderebbe molto se non fosse per il pessimo doppiaggio spesso fuori sincrono, alcune scene senza senso, i dialoghi banali da 3° elementare.

    Poi ci sono alcuni elementi che non sono ne pro ne contro che a volte ho gradito e a volte no. E' un film sul cinema, gli piace citare e "omaggiare" il grande cinema del passato, questa è una cosa che può anche andare bene, il problema è che già l'ha fatto in altri film e quindi non è nessuna novità. Cita Fellini attraverso i mostri di pietra e qualcosaltro, cita De Santis più di una volta (non so se si tatti di omaggio o abuso) nella scena della "fuitina" nella stalla con gli animali guardoni (Giorni d'amore), nella scena della raccolta delle olive (Non c'è pace tra gli ulivi), e poi quando il ragazzino protagonista riceve alcuni pezzi di pellicola, ed uno di questi è quello di Italiani brava gente se non ricordo male.

    Fate voi un resoconto...Io se lo considero come forma di spettacolo lo apprezzo molto, se lo analizzo però mi scade un pò...

  11. #11
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19007
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    247
    Thanks Thanks Received 
    740
    Thanked in
    460 Posts

    Predefinito

    In questo film il doppiaggio italiano secondo me rischia di far perdere gran parte del fascino, io l'ho visto sottotitolato e devo dire che la traduzione impoveriva miserabimente soprattutto dei modi di dire dialettali intraducibili. Poi se personaggi macchiettistici come Ficarra e Picone o Beppe Fiorello sono digeribili in dialetto, così ha voluto il regista, mi immagino quanto grotteschi possano diventare in italiano.

  12. #12
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    304
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    in effetti il problema è che i personaggi sono troppo grotteschi. però ti dico che il problema del doppiaggio è il fatto che sia tecnicamente mediocre...

  13. #13
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19007
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    247
    Thanks Thanks Received 
    740
    Thanked in
    460 Posts

    Predefinito

    ho trovato poi incongruenti certi rapporti di parentela, i figli che sembrano quasi coetanei dei genitori ad esempio o addirittura più vecchi. Ficarra ad esempio è un figlio troppo vecchio e Picone è un padre troppo giovane, poi la Molina sembra la sorella della Sastri non la figlia e non assomiglia molto alla Grimaudo che la interpreta da giovane. Insomma per esigenze di cast hanno fatto un guazzabuglio

  14. #14
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    304
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Sottoscrivo

  15. #15
    Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    90
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Tornatore, Giuseppe - Baaria.

    :ad Ancora una volta, Tornatore dimostra la sua maturità di regista componendo una storia in cui mescola passato e presente in modo suggestivo e toccante. Il film è ambientato in Sicilia, la sua terra natia, e narra le vicende di una famiglia dall’epoca fascista ai giorni nostri.
    Nella scena iniziale, Cicco, il padre del protagonista, gioca alle bocce con i suoi compagni e riceve il primo sopruso da parte degli adulti; ne fronteggia lo scherno con dignità senza lasciarsi intimidire. Così vivrà la sua vita fino alla fine. Suo figlio Peppino si conquisterà un ruolo politico nel partito comunista e sposerà Nannina contro il volere della famiglia di lei; qualcuno di lui dirà “Sa vestire.” Ovvero, l’abito fa il monaco … orgoglio e ambizione lo porteranno lontano dal primo lavoro di pastore iniziato da piccolo.
    Sono da sottolineare alcune scene significative: quando Peppino invita a ballare Nannina ponendo fine a un’epoca in cui gli uomini e donne dovevano ballare solo tra loro. Mi ricorda il film “La ragazza con la pistola” con Monica Vitti, sempre ambientato in Sicilia, negli anni ‘60. Quando Nannina porta i figli in una chiesa dove un pittore aveva dipinto Peppino in una scena religiosa e trovano l’affresco copertola una mano di vernice. Quando la nonna racconta come suo padre era stato assassinato dai mafiosi. Quando Peppino,come rappresentante del partito, consiglia un compaesano di ricorrere all’Inps; ad a ogni rifiuto, questi si arrabbia con lui e, quando, all’ennesimo ricorso, avrà finalmente quanto gli è dovuto, non lo ringrazierà neppure. Poi c’è la scena della donna poverissima che chiede al macellaio gli avanzi per il gatto che sono in realtà per lei e la figlia; e rifiuta di chiedere aiuto ai vicini rischiando di morire di fame, perché dice: “Meglio morti che sparlati.” Infine Peppino accompagna il figlio alla stazione e lo saluta ostentando calma e distacco; poi si immagina mentre corre a perdifiato dietro al treno agitando le braccia e mostrando tutta la sua commozione. Si guarda intorno e vede una Baaria moderna, piena di macchine e moto, completamente diversa dal paese dove è cresciuto; le immagini scorrono fino alla scena finale che esprime un messaggio di speranza e umanità. Da vedere.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Tornatore, Giuseppe - Nuovo Cinema Paradiso
    Da mado84 nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 03-02-2016, 05:56 PM
  2. XVI Cineforum - Spareggio (Coppola-Tornatore)
    Da elisa nel forum Tutto cinema
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 09-29-2009, 06:46 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •