Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

avventure-della-ragazza-cattiva

Mostra risultati da 1 a 12 di 12

Discussione: Vargas Llosa, Mario - Avventure della ragazza cattiva

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2889
    Thanks Thanks Given 
    16
    Thanks Thanks Received 
    23
    Thanked in
    12 Posts

    Predefinito Vargas Llosa, Mario - Avventure della ragazza cattiva

    Ricardo conosce la "ragazza cattiva" da adolescente, a Lima, e per trent'anni la rincorre in lungo e in largo per il mondo, colpito da un amore folle e sconsiderato. Lei ama nascondersi sotto false identità, è sempre in fuga da qualcosa, irretita da ideali politici, alla ricerca di libertà, ma anche di patrimoni da depredare. La rincontra a Parigi, dove lei è di passaggio, guerrigliera della MIR destinata all'addestramento a Cuba: sull'isola seduce un capo castrista, poi un diplomatico francese che la riporta con sé in Europa. Seduce poi un benestante inglese, per poi finire con un mafioso giapponese, che la devasta nel morale e nel fisico con ripetute, terribili violenze sessuali. Ogni volta Ricardo è lì a proteggerla. E ogni volta lei riprende la sua via di fuga.

    Una storia d'amore bellissima e appassionata, sullo sfondo delle vicende storiche dagli anni 60 agli anni ottanta, passando per le organizzazioni sudamericane (come la MIR) in sostegno della rivoluzione cubana, al 68 parigino fino alla mafia giapponese negli anni 80.
    Ma è soprattuto la storia d'amore senza riserve del protagonista per l'affascinate e mistoriosa "nina mala" che mi ha fatto letteralmente adorare questo romanzo che posso definire, senza tema di smentite, di alta letteratura.
    Consigliatissimo: voto 5/5

  2. #2
    Mathematician Member
    Data registrazione
    May 2009
    Messaggi
    698
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho terminato il 2011 finendo le pagine di questo meraviglioso romanzo. Una lettura scorrevole in cui ci si può immergere nelle meraviglie del Perù, di Parigi, di Londra, di Madrid... Oltre alle splendide cartoline di questi luoghi il lettore si trova completamente coinvolto nella storia d'amore tra il protagonista e la "nina mala" la quale, nonostante i suoi comportamenti, non la si può non amare. Le ultime pagine sono poi sublimi. Primo libro che leggo di Vargas Llosa, sicuramente invogliato e condizionato dal recente premio Nobel. Senza dubbio non sarà l'ultimo e credo che a breve mi procurerò "Zia Julia e lo scribacchino". Consigliatissimo!!!

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2220
    Thanks Thanks Given 
    38
    Thanks Thanks Received 
    61
    Thanked in
    44 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pigreco Vedi messaggio
    Ho terminato il 2011 finendo le pagine di questo meraviglioso romanzo. Una lettura scorrevole in cui ci si può immergere nelle meraviglie del Perù, di Parigi, di Londra, di Madrid... Oltre alle splendide cartoline di questi luoghi il lettore si trova completamente coinvolto nella storia d'amore tra il protagonista e la "nina mala" la quale, nonostante i suoi comportamenti, non la si può non amare. Le ultime pagine sono poi sublimi. Primo libro che leggo di Vargas Llosa, sicuramente invogliato e condizionato dal recente premio Nobel. Senza dubbio non sarà l'ultimo e credo che a breve mi procurerò "Zia Julia e lo scribacchino". Consigliatissimo!!!
    Hai già terminato il 2011??!!? Ma sei avanti..!!..

    Quoto tutto! Anche per me è il stato ilprimo di questo autore, anche io l'ho adorato, e anch'io ne voglio leggere altri.
    La scrittura è piacevolissima, intensa ma non pesante, la storia d'amore è bellissima, 'estrema' ed eccessiva come la protagonista femminile. Ma non è tutto, vengono presentati luoghi e personaggi tutti caratterizzati perfettamente e profondamente, che ti trascinano nella storia come se la stessi vivendo...
    Quando l'ho finito mi è davvero dispiaciuto! Voto 5/5

  4. #4
    Mathematician Member
    Data registrazione
    May 2009
    Messaggi
    698
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da velvet Vedi messaggio
    Hai già terminato il 2011??!!? Ma sei avanti..!!..
    eheheheh...piccolo refuso

  5. #5
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    9926
    Thanks Thanks Given 
    231
    Thanks Thanks Received 
    286
    Thanked in
    204 Posts

    Predefinito

    Anche per me è il primo approccio con l'autore, pare sia il libro più semplice tra i suoi, infatti è lineare, scorrevole ma non solo...Vargas Llosa scrive come solo i sudamericani sanno fare, ti trascina nel suo mondo e racconta benissimo le vicende storiche soprattutto, in questo caso, peruviane e descrive in maniera vivace e colorita la vita nelle varie città europee, a ciascuna delle quali, dopo Lima, è dedicato, più o meno, un capitolo (Parigi, Londra, Madrid...). Le città sono le stesse in cui lo scrittore ha vissuto, peraltro il libro ha un forte sapore autobiografico ma non so se sia solo una mia sensazione, in ogni caso durante la lettura mi sono chiesta più volte se la "nina mala" sia in qualche modo realmente esistita e se il carattere del "nino bueno" sia simile a quello dello scrittore. Dapprincipio mi sono innervosita per lo "zerbinaggio" di Ricardo, poi mi sono affezionata a entrambi; la nina mala l'avrei strozzata diverse volte ma alla fine risulta pure simpatica, in un certo senso intenerisce anche lei, la si accetta così come è. Una storia d'amore senz'altro romanzata, ma con una base realistica, sebbene non credo siano molte le persone che rimangono innamorate a vita della stessa persona, anche durante gli anni di lontananza. Però sono molte le coppie in cui il rapporto è sbilanciato e uno dei due è più debole, pur riconoscendo i difetti dell'altro; qui il protagonista li riconosce in pieno ed è disposto ad accettarli. Bello e "soddisfacente", molto gradevole da leggere, ricco, a tratti drammatico. Lo consiglio e approfondirò la conoscenza dell'autore.

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    831
    Thanks Thanks Given 
    171
    Thanks Thanks Received 
    137
    Thanked in
    87 Posts

    Predefinito

    Penso che se uno ha letto qualche precedente romanzo di questo scrittore (giustamente) premio nobel (segnalo tra gli altri "la festa del caprone" "il Paradiso è altrove" "la zia Julia e lo scribacchino") non possa apprezzare più di tanto questo libro che, a mio avviso, sembra un po' un rifacimento di se stesso.

  7. #7
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5691
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    154
    Thanks Thanks Received 
    66
    Thanked in
    40 Posts

    Predefinito

    Che dire? Bello, avvincente, commovente, rabbrividente e a tratti divertente. Il più bello di Vargas tra quelli letti.

  8. #8
    Member
    Data registrazione
    Apr 2011
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    95
    Thanks Thanks Given 
    6
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito

    Che bello! Un libro spietatamente romantico, gli ultimi capitoli si leggono alla velocita della luce e pieno della passione sudamericana per la vita... si aggiunge all'elenco di quelle storie emozionanti che mi piace cullare come un bel ricordo

  9. #9
    Together for ever
    Data registrazione
    Jun 2011
    Località
    zanzaratown
    Messaggi
    2195
    Thanks Thanks Given 
    254
    Thanks Thanks Received 
    193
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito

    Piaciuto molto, volevo non arrivare mai alla conclusione.
    Una storia d'amore leggermente irreale, a tratti dolce e cruda ; in uno uno sfondo temporale realissimo.
    Primo approccio con lo scrittore e non mi fermerò qui.

  10. #10
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13571
    Thanks Thanks Given 
    576
    Thanks Thanks Received 
    396
    Thanked in
    306 Posts

    Predefinito

    Di questo autore avevo già letto La zia Julia e lo scribacchino, Il Paradiso è altrove, Il sogno del celta e alcuni racconti.

    Mi piace il suo stile, sa essere divertente e drammatico insieme, e racconta sempre molto intensamente le sue storie.

    In questo caso però avevo frainteso, credevo che si parlasse di più della Rivoluzione invece la ragazza del titolo non è interessata affatto ad essa, i suoi interessi sono altri. Però la storia d'amore tra i protagonisti (soprattutto da parte di lui) è narrata in modo profondo e tiene incollati alle pagine perché comprende anche tanti altri personaggi interessanti che rendono ancor più movimentate le vicende.
    Il protagonista, il nino bueno, incontra diversi amici con cui istaura sempre un rapporto profondo, infatti a me è piaciuto di più leggere di queste amicizie che la storia (per me troppo morbosa e torbida) della nina mala.

  11. #11
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2010
    Località
    Kanyakumari
    Messaggi
    2214
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    carino, scorrevole, tiene alta l'attenzione, ma alla fine mi sembra lasci poco...
    sono confusa ho letto 3 libri dell'autore (la città e i cani, il viaggiatore ambulante, avventure della ragazza cattiva) e non ho trovato il men che minimo legame tra l'uno e l'altro... cambia il linguaggio, lo stile, l'approccio...

  12. #12
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Lecce
    Messaggi
    604
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    166
    Thanks Thanks Received 
    103
    Thanked in
    72 Posts

    Predefinito

    A dire il vero non ho voglia di spendere molte parole per descrivere questo libro… il che è strano, visto che di solito mi piace parlare delle mie letture, sia gradevoli che spiacevoli.
    La verità è che questo libro non mi ha lasciato assolutamente nulla, né sensazioni positive, né negative… solo un senso di indifferenza.
    E’ la storia di Ricardo e della “ragazza cattiva”: si conoscono da adolescenti a Miraflores, il quartiere di Lima dove Ricardo vive, e da allora comincia per entrambi una serie infinita di traversie che li portano sempre ad incontrarsi. Ricardo è innamorato della “ragazza cattiva” e lo sarà per tutta la vita, mentre lei ama il potere, la ricchezza e non si fa alcuno scrupolo a trattare le persone come ponti verso il suo benessere e la sua sicurezza. Ogni volta che ha dei problemi o ha bisogno di qualcosa, però, cerca sempre Ricardo, l’amico-innamorato, il cane fedele pronto a riaccoglierla fra le sue braccia. Tutta la storia si svolge tra il Perù sconquassato dalla rivoluzione e la Parigi opulenta, simbolo del bel mondo e del bel vivere.
    Cosa non mi è piaciuto? La trama troppo inverosimile e banale, i personaggi troppo estremi: lui l’eterno inguaribile romantico capace di tenerezze infinite e scoppi di disperazione ai limiti della follia; lei eccessivamente “libera”, spregiudicata e camaleontica.
    Cosa mi è piaciuto? Il fatto che sia una storia senza pretese che si lascia leggere senza impegno e soprattutto che lascia il tempo che trova. Ecco perché non lo consiglio, ma nemmeno lo sconsiglio… direi che è la classica lettura da ombrellone, o il libro per ammazzare il tempo se proprio non avete altro da leggere!
    Ultima modifica di estersable88; 07-16-2017 alle 10:23 PM.

Discussioni simili

  1. Vargas Llosa, Mario - Il paradiso è altrove
    Da lettore marcovaldo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 07-09-2016, 03:22 PM
  2. Vargas Llosa, Mario - La zia Julia e lo scribacchino
    Da fernycip nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 08-27-2014, 11:20 AM
  3. Vargas Llosa, Mario - Chi ha ucciso Palomino Molero ?
    Da lettore marcovaldo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 07-20-2011, 03:22 PM
  4. Risposte: 62
    Ultimo messaggio: 01-15-2011, 08:46 PM
  5. XXXIV G.L.- Ballottaggio (Shakespeare vs. Vargas Llosa)
    Da elisa nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 47
    Ultimo messaggio: 12-06-2010, 11:04 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •