Due morti a Bahia, due funerali da celebrare.
E' venuto a mancare Joaquim Soares da Cunha, funzionario delle Imposte Dirette; si occupano delle esequie sua figlia e quel che resta della famiglia.
Ma è morto anche Quincas l'Acquaiolo, Re dei vagabondi di Bahia; vegliano la salma i suoi quattro amici più intimi.
... solo che Joaquim e Quincas sono la stessa persona...


Breve racconto di Amado, un'ottantina di paginette... racconto molto molto carino...
Commovente: in fondo il tema centrale è quello della morte, del funerale... la famiglia che si stringe attorno al proprio caro, gli amici che salutano per l'ultima volta il compagno di mille avventure e condividono i ricordi.
Divertente: la storia è una girandola di personaggi davvero unici, imperdibili e con una filosofia di vita tutta loro!!!

Una favola per adulti l'ha definita qualcuno, favola in cui ognuno si sceglie il proprio eroe: zia Marocas con la sua rumorosa peculiarità piuttosto che Piedivento, uomo di Scienza, o il comandante Martim che in quanto ad educazione è secondo solo a Quincas, buonanima... o ancora il Negro Brillantina, che è meglio non trovarsi davanti in una rissa...
... e da favola è anche Bahia, bagnata da fiumi e fiumi di cachaca, allietata dal suono di chitarre e dal canto armonioso di dolci prostitute innamorate...