Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Altai

Mostra risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Wu Ming - Altai

  1. #1
    aunt member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    ROMA
    Messaggi
    2128
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Wu Ming - Altai

    Venezia, anno 1569. Un incendio all’arsenale necessita, in tempi brevissimi, di una vittima eccellente per mostrare la forza e l’efficienza della Serenissima: e chi più di un membro dei servizi segreti veneziani, che ha sempre celato la sua identità ebraica, può essere capro espiatorio più idoneo? Inizia così per Emanuel De Sante la fuga non solo da un ambiente di agi e potere ma anche da un’esistenza basata su menzogne e falsità: la strada della disperazione lo condurrà fino a Costantinopoli, coacervo di popoli e credi religiosi diversi, dove troverà finalmente una propria individualità e un sogno in cui credere (una Terra Promessa come luogo ideale di pacifica convivenza tra popoli, aperto a tutti i perseguitati). Ma i sogni spesso sono solo illusioni che poco hanno in comune con la cruda realtà: il protagonista, riappropriatisi del suo vero nome Manuel Cardoso, dovrà confrontarsi con un mondo di intrighi, di falsità, di sanguinose battaglie, di violenza gratuita e aberrante con conseguente inevitabile caduta di ogni utopia.

    Il richiamo a Q sorge spontaneo sia perché gli stessi autori del collettivo Wu Ming hanno dichiarato che esso è stata l'occasione per tornare sul "luogo del delitto", al nostro romanzo d'esordio che è anche il nostro più noto sia per l’ambientazione storica ma anche per la presenza di personaggi già conosciuti nel precedente romanzo a firma Luther Blisset.

    Date queste premesse, avevo sinceramente il mio timore di leggere una versione rinfrescata del medesimo romanzo o meglio un semplice tentativo di sfruttare il successo di Q presentando Altai come il suo naturale e indispensabile seguito (e come seguito di un capolavoro ……… vendite assicurate): in realtà questo romanzo è, a mio parere, completamente diverso.

    Altai si presta ad essere analizzato sotto diversi aspetti. La prima cosa che salta agli occhi del lettore è il ritmo: in questo romanzoè molto accelerato, mantiene elevato il pathos durante tutta la vicenda, tanto da poter essere gustato anche come semplice narrazione avventurosa; una storia avvincente, quindi, ma questo rappresenta solo il primo livello di lettura.
    In realtà il romanzo è piuttosto articolato e fornisce diversi spunti interessanti: sia dal punto di vista storico (anche per la diversa prospettiva con cui sono descritte le battaglie tra impero ottomano e la cristiana Lega santa) sia da quello psicologico (in quanto accanto alla Storia è comunque presente e in luce la storia personale dei vari personaggi) sia per l’accurata ricostruzione delle diverse ideologie religiose ma anche per il raffinato utilizzo di termini in diverse lingue o idiomi nonché per il richiamo ad alcuni principi filosofici. Particolarmente calzante per la situazione descritta, il sovvertimento del noto principio del “fine che giustifica i mezzi”.

    Detto questo………non credo sia necessario specificare che il romanzo mi è piaciuto molto .

  2. #2

    Predefinito Ricorda Marcantonio Bragadin!

    Mi viene in mente un'immagine: una parata di S. Marco, i famosi lagunari della Repubblica Italiana.
    Ero a Caorle con il mio Liceo: estasiato...
    A un certo punto sento un urlo impressionante, è il capitano:"Ricorda Marcantonio Bragadin"!
    E il drappello in ordine:"RICORDO"!

    La descrizione dell'assedio di Famagosta cipriota, che avviene un anno prima della battaglia di Lepanto, ha del realistico.
    E', a tutti gli effetti, meravigliosa.
    Triste, ma eccezionale storicamente, la descrizione del "depellamento del Bragadin". La sua pelle è conservata secondo la tradizione in una chiesa veneziana.
    Alessandro Barbero, nella presentazione del suo ennesimo capolavoro "Lepanto", riguardo ai prodromi della "gran bataja de mar", ha sottolineato come il collettivo Wu Ming abbia descritto l'orrore di Famagosta in maniera semplicemente unica.
    A me piace ricordare Yossef Nasi, il grande sognatore dagli occhi tristi, bucaniere per gioco, visionario per vocazione.

    Noi slavi per motivi storici gli siamo molto affezionati.
    Fu il primo israelita a cullare il sogno sionista.
    Ed io credevo di essere il solo, insieme agli israeliani, a saperlo.
    Miracolo di libro, Altai!

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2010
    Località
    Kanyakumari
    Messaggi
    2227
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    certo non sarà ai livelli di Q, ma mi aspettavo di trovare qualche recensione in più su questo libro...
    personalmente lo consiglio vivamente a quanti abbiano letto e amato Q (quindi tutti coloro che abbiano letto Q...), sicuramente non ha la sua complessità: è come se fosse un racconto che ci svela cosa accadrà 15 anni dopo Q, invece che essere un susseguirsi di vicende incatenate e legate da un unico personaggio, è una piccola finestrella sul futuro di Ismael (ultimo nome con cui appare in Q il nostro eroe).
    Il protagonista non è più lui, ma l'attrazione che ha il lettore nei suoi confronti è il filo conduttore del romanzo!

Discussioni simili

  1. Wu Ming
    Da elena nel forum Autori
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 11-17-2010, 05:29 PM
  2. Wu Ming 4 - Stella del Mattino
    Da Kafka nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 04-10-2009, 02:01 PM
  3. Wu Ming - 54
    Da Kafka nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 10-06-2008, 04:09 PM
  4. Wu Ming - Previsioni del tempo
    Da Alfredo_Colitto nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 04-01-2008, 03:58 PM
  5. Deng-Ming, Dao - Vita segreta di un maestro Tao
    Da elydark nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-18-2007, 09:59 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •