Mi è ricapitato tra le mani questo libro di storia che lessi poco più di un anno fà, vorrei pertanto consigliarlo a tutti coloro che sono interessati al periodo precedente lo scoppio della II Guerra Mondiale e allo svilupparsi del nazionalsocialismo in Germania.
Il libro tratta di uno degli episodi più noti di quel periodo, ma allo stesso tempo anche tra i più oscuri sul suo esatto svolgimento, un episodio che ha ispirato artisti come Bertolt Brecht e Luchino Visconti, descritto però in questo saggio sotto un vero e proprio profilo storico.
Più che un saggio esclusivamente di storia il libro lo si può definire, come fà lo stesso Gallo nell'introduzione, come un " racconto storico " : l'autore cerca , infatti, di dare una descrizione anche dei pensieri dei protagonisti di quell'episodio, delle loro azioni e dei loro intrighi che si sono svolti in quell'ultimo week end di giugno 1934, in questo modo il libro cessa di essere solo una fredda analisi storica dei fatti, ma assume anche l'aspetto di romanzo.
Come detto all'inizio consigliato a tutti quelli interessati al periodo