Il Torquato Tasso è un dramma di J. Wolfgang Goethe, rappresentato per la prima volta a Weimar nel 1807. Qui il grande poeta tedesco coglie il momento cruciale della vita del poeta italiano, quando alla corte di Ferrara il suo spirito ha il primo grave collasso, di fronte alle incomprensioni, alle avversità dei cortigiani, ma soprattutto a causa del suo amore infelice.

E' un'opera molto intensa, in una parola romantica.. Non solo nel senso che la tormentata "love story" fra Tasso e la principessa Eleonora d'Este può rivelarsi estremamente sentita dai più sentimentali fra noi, ma proprio nel senso di quel tormento interiore, quella contraddizione fra individuo e società, quel rapporto fra poesia e realtà che è tipico del Romanticismo.
Un efficace ritratto del Tasso, forse quello che più ha contribuito a creare la sua immagine di uomo dilaniato dalle contraddizioni del suo tempo.

P.s. I personaggi in scena sono pochissimi, il poeta, la principessa e il principe suo fratello, una cortigiana e il segretario di stato (con il quale Tasso avrà un grave contrasto) ma ci sono tutti gli elementi per creare un'atmosfera di grandezza e allo stesso tempo di decadenza..