Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Venere privata

Mostra risultati da 1 a 13 di 13

Discussione: Scerbanenco, Giorgio - Venere privata

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Siena
    Messaggi
    1654
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Scerbanenco, Giorgio - Venere privata

    Duca Lamberti è un medico milanese... anzi, un ex medico: tre anni fa è stato radiato dall'Ordine dei medici
    e condannato al carcere... ora esce di prigione e deve ricominciare...
    Grazie alle amicizie paterne in questura trova subito un lavoro, anche se un po' deprimente e miserabile per un
    affermato specialista: strappare all'alcolismo Davide Auseri, figlio di un notissimo industriale.
    Per riuscirci cerca di scavare nell'animo del ragazzo e di ripercorrere a ritroso la vita di Davide, indagando sul suo
    torbido passato... verranno a galla strane storie, abitudini perverse, compagnie poco raccomandabili...
    la sonnolenta Milano estiva del dopopranzo celerà realtà inquietanti...

    Il noir italiano per eccellenza... chi ama il genere non può assolutamente perdere questo romanzo!!!
    Il termine "maestro" spesso è abusato ed usato con troppa generosità... ma provate a leggere anche solo una decina di pagine
    di Scerbanenco: puntuale, calibrato, elegante, incisivo, coinvolgente... un direttore d'orchestra che conosce a memoria il pezzo
    da eseguire e guida i musicisti con disinvoltura, sa dove affondare il colpo, sa quando è meglio allentare la tensione con una
    battuta di spirito, sa quando e dove riprendere il ritmo incalzante...
    Un libro che trascina con sè il lettore pagina dopo pagina, che lo travolge con i sentimenti di cui è carico come un fiume in piena:
    umanità, compassione, violenza, caparbietà, altissimo senso morale, stima vera e profonda, coerenza...
    sentimenti che scorrono su uno sfondo nitido ed azzaccatissimo, la Milano più nera...

    Nonostante sia stato scritto negli anni Sessanta e sia infarcito di forme arcaiche e termini ormai desueti,
    questo romanzo è tutt'altro che austero e antico: frizzante, persino divertente (comunque è un noir),
    con un originale e notevole senso della narrazione ed una scelta delle tematiche che forse nemmeno
    i progressisti più radicali di oggigiorno avrebbero fatto!!!
    IMPERDIBILE!!!

  2. #2

    Predefinito

    E' piaciuto molto anche a me, quindi concordo su tutto
    Hai letto anche altro di lui?
    Io solo Nessuno è colpevole come giallo e lo spendido La ragazza dell'addio che non è un giallo, ma una storia d'amore e amicizia (anche se è riduttivo, è molto psicologico..).

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Siena
    Messaggi
    1654
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da amneris Vedi messaggio
    E' piaciuto molto anche a me, quindi concordo su tutto
    Hai letto anche altro di lui?
    Io solo Nessuno è colpevole come giallo e lo spendido La ragazza dell'addio che non è un giallo, ma una storia d'amore e amicizia (anche se è riduttivo, è molto psicologico..).
    mi fa molto piacere!!!!!
    ho letto tempo fa Europa molto amore, credo il suo primo giallo/noir dopo i romanzi rosa... dovrei riprenderlo per
    scriverne un commento... prometto che prima o poi lo faccio...
    ma sono fortunato perchè ho nella mia libreria tanti altri titoli di Scerbanenco, c'è solo l'imbarazzo della scelta!!!
    Spero di leggerne presto un altro, magari proprio "La ragazza dell'addio", dovrei averlo... e con commento a seguire, ovvio!!!

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2904
    Thanks Thanks Given 
    26
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Exclamation

    con questa recensione, aggiungo alla lista.....per quando, però, non so....

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2904
    Thanks Thanks Given 
    26
    Thanks Thanks Received 
    26
    Thanked in
    15 Posts

    Predefinito

    Primo libro di Scerbanenco, in lista da molto tempo, non mi ha affatto deluso.
    il suo stile secco e asciutto, ma molto profondo mi ha subito appassionato.
    Il finale mi ha molto impressionato...non faccio che pensarci!
    Molto interessante anche l'autobiografia dell'autore, dall' Ucraina all'Italia.
    Leggerò sicuramente altri suoi romanzi.
    Lo consiglio, senza dubbio.

  6. #6
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5757
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    193
    Thanks Thanks Received 
    86
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Concordo pienamente con i commenti precedenti. Mi è piaciuto molto il modo di scrivere asciutto dell'autore e sono rimasta colpita dall'attualità del tema trattato. Consigliatissimo, a chi piace il genere.

  7. #7
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6816
    Thanks Thanks Given 
    40
    Thanks Thanks Received 
    72
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito

    messo in lista!!

  8. #8
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5757
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    193
    Thanks Thanks Received 
    86
    Thanked in
    54 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da isola74 Vedi messaggio
    messo in lista!!
    Ben fatto.

  9. #9
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6816
    Thanks Thanks Given 
    40
    Thanks Thanks Received 
    72
    Thanked in
    55 Posts

    Predefinito

    Forse avevo troppa aspettativa per questo romanzo, ma come non averla dopo la strepitosa recensione del mio amico risus?
    Comunque mi è piaciuto, ben scritto, senza fronzoli e giri di parole, l'autore sa dove vuole portarti e va dritto per la sua strada. L'ho trovato poco "romanzato" (vuole essere un complimento, ma non so se si capisce...) e magari qualcuno potrà rimanerne deluso, ma fa parte del suo stile (che del resto risale a 40 anni fa). Il finale mi ha colpita molto, ma non poteva essere diverso.

    Mi è piaciuto anche il racconto autobiografico che c'è alla fine del libro (almeno nella mia edizione).

  10. #10
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    pianura padana
    Messaggi
    6029
    Thanks Thanks Given 
    154
    Thanks Thanks Received 
    234
    Thanked in
    130 Posts

    Predefinito

    Mi e' piaciuto: per lo stile asciutto-dritto-al punto,per la brusca originalita' della storia, mica l'ha scritto ieri...

    Tuttavia, mi fa soffrire leggere le vie della mia Milano e "associarle"a tutta quella violenza...non so come spiegare meglio,ma non credo che avro' voglia di leggere altro di questo autore, che, ripeto, mi piace, almeno per un po'

    se sono stata spiegata, anche solo un cicinin ditemelo, che me ne faccio una ragione

  11. #11
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2012
    Località
    tra La Spezia, il Tigullio e la Val di Vara
    Messaggi
    448
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    E' il romanzo d'esordio di Duca Lamberti (non di Scerbanenco, che scriveva gialli da un po', ma li ambientava negli USA, all'epoca non c'era spazio per i gialli made in Italy). Il personaggio del protagonista e dei comprimari sono pressoché perfetti in ogni sfumatura e così la descrizione dei luoghi e dei momenti (la Giulietta è rigorosamente grigia e senza accessori... che a dir la verità all'epoca erano davvero pochi: un differente rivestimento dei sedili. Ma fa riferimento a quel mercato di accessori reperibile nei negozi specializzati, non della fabbrica, oggi scomparsi dalla fine degli anni "70), solo i poliziotti sono un po' stereotipati, si intuisce che non interessano molto all'autore, servono solo a corroborare l'azione di Duca e del povero ragazzo a lui affidato.
    Tutto perfetto quindi, stonano solo le motivazioni che hanno spinto la ragazza a mischiarsi al mondo della malavita, della prostituzione privata. All'epoca iniziativa praticamente impossibile per una ragazza normale. E' una "fuga in avanti dell'autore", forse l'unica pecca del libro, che poteva essere risolta meglio proponendo una ragazza "costretta" a quella scelta dalla necessità. Ma ricordiamo gli anni: una cosa così difficilmente poteva essere "digerita" dai lettori. Probabilmente Scerbanenco ha scelto il male minore.

  12. #12
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2313
    Thanks Thanks Given 
    56
    Thanks Thanks Received 
    98
    Thanked in
    74 Posts

    Predefinito

    Premetto che non è il genere che preferisco, e infatti non leggo quasi mai noir e simili, ma ogni tanto bisogna pur provare qualcosa di diverso.
    Ho apprezzato molto soprattutto la prima parte dove i personaggi e le situazioni vengono presentati, e Scerbanenco è veramente bravo, Lamberti, l'imprenditore e suo figlio sono presentati benissimo e calamitano tutta l'attenzione.
    Lo svolgimento dell'indagine è meno affascinante ma questo è perchè come detto non amo particolarmente il genere.

    Mi ha poi affascinato la breve autobiografia preposta al volume, grande personaggio e scrittore Scerbanenco.

  13. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    181
    Thanks Thanks Given 
    268
    Thanks Thanks Received 
    112
    Thanked in
    77 Posts

    Predefinito

    E' il primo libro di Scerbanenco che ho letto, e mi è piaciuto molto. Affascinante Duca Lamberti, grande Scerbanenco.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Scerbanenco, Giorgio - La sabbia non ricorda
    Da Lentina nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 02-20-2015, 03:58 PM
  2. Scerbanenco, Giorgio
    Da Lentina nel forum Autori
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 01-28-2015, 03:49 PM
  3. Scerbanenco, Giorgio - Le spie non devono amare
    Da Lentina nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-27-2008, 10:25 PM
  4. Scerbanenco, Giorgio - Dove il sole non sorge mai
    Da Lentina nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-01-2008, 10:44 PM
  5. Scerbanenco, Giorgio - La Milano nera
    Da Comasco nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 05-12-2006, 11:56 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •