Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Viaggio in paradiso

Mostra risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Twain, Mark - Viaggio in paradiso

  1. #1
    b
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    un paesino molto remoto
    Messaggi
    1890
    Inserimenti nel blog
    18
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Twain, Mark - Viaggio in paradiso

    Iniziato nel 1870 e giacente per anni in una cassaforte, pubblicato poi sullo "Harper Magazine" del dicembre 1907 e del gennaio 1908 e un anno dopo in volume (ma i primi due capitoli usciranno soltanto postumi), il Viaggio in Paradiso è fra le opere migliori del grande scrittore americano Mark Twain, quella che meglio di ogni altra, secondo George Bernard Shaw, permette di entrare nel suo universo di scrittore. Si tratta di una specie di fantasia 'americana' sull'oltretomba, visto come un luogo completamente all'opposto delle nostre più 'verosimili' e rosee aspettative; ed è in effetti una bolgia indescrivibile di situazioni quella che travolge il protagonista, il vecchio lupo di mare capitano Stormfield, in un crescendo umoristico irresistibile.
    Ultima modifica di elisa; 12-04-2010 alle 10:33 PM.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1160
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    uno dei piu' grandi.
    Le sue storie di monelli, a fine 800, interessarono gli intellettuali d'europa come non mai.
    E come non vedere una critica feroce al valore Statunitense che stava nascendo?
    Valore? chiamiamolo col suo nome: minchiata.

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4440
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    799
    Thanks Thanks Received 
    490
    Thanked in
    335 Posts

    Predefinito

    A me il libro è piaciuto. E' ironico e dissacrante, non scade nel moralismo e non vuole assumere toni criptici. E' un'irrisione della società, della religione "strutturata", del perbenismo e della saccenteria di tutte le latitudini. Offre ampi esempi di "ecumenismo" ante litteram. Non sarà un capolavoro, ma è una bella lettura.

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2010
    Località
    Brescia
    Messaggi
    263
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    E' molto molto carino e divertente merita sicuramente una lettura, ed è perfettamente ironico come riesce a poche persone, tra le quali appunto Twain

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5817
    Thanks Thanks Given 
    1225
    Thanks Thanks Received 
    423
    Thanked in
    253 Posts

    Predefinito

    Letto per la SL questo racconto lungo di Mark twain è veramente divertente ed ironico.Si legge benissimo,è scritto in modo semplice e scorrevole...e finalmente,almeno di là...la meritocrazia.

  6. #6
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10398
    Thanks Thanks Given 
    470
    Thanks Thanks Received 
    484
    Thanked in
    341 Posts

    Predefinito

    Concordo con tutti voi, divertente e intelligente! L'aldilà viene descritto come un luogo per molti versi concretamente simile al mondo "terrestre", ma con alcune differenze di base che stravolgono il tutto, come il rispetto della meritocrazia, come diceva Sally. E' una critica sarcastica al sistema e alla società con le sue ingiustizie e contraddizioni, nonchè a certi aspetti della religione. Geniale la Lettera dell'angelo del protocollo, nella parte finale, in cui l'angelo, appunto, risponde una per una alle preghiere di Andrew Langdon, commerciante di carbone, dando la priorità alle "istanze" personali, come quella di ridurre i salari degli operai o far crollare i prezzi della torba della concorrenza, rispetto alle richieste formulate in via "collettiva" (ad esempio durante la messa) come la "preghiera per tempi migliori e cibo più abbondante per il lavoratore dalle mani callose etc. etc.", bocciate poichè in contrasto con le prime. Vale la pena di leggerlo solo per questo.

  7. #7
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2337
    Thanks Thanks Given 
    44
    Thanks Thanks Received 
    193
    Thanked in
    117 Posts

    Predefinito

    Più che un romanzo Viaggio in Paradiso è un racconto lungo. Un racconto intelligente, divertente, ironico, con qualche punta di sarcasmo, sui nostri luoghi comuni a proposito del Paradiso.
    Un posto unico? Un posto in cui si è tutti uguali? E se così non fosse? Se ci fosse più di un Paradiso e corressimo il rischio di finire in quello sbagliato, dove non solo nessuno ha mai sentito il nostro nome, ma neppure l’esistenza del nostro pianeta?
    E se le ali, l’aureola e tutto il resto fossero solo un impiccio?
    Il libro comunque nonostante il tono divertito induce anche a fare qualche riflessione seria, sulle “conversioni dell’undicesima ora”, sull’alta considerazione che abbiamo del nostro posto nell’universo, sulle differenze sociali …
    Libricino consigliato come “lettura defaticante” tra un “Mattone” l’altro …

  8. #8
    Vagabonding Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    5102
    Thanks Thanks Given 
    147
    Thanks Thanks Received 
    212
    Thanked in
    131 Posts

    Predefinito

    Be', visto l'argomento, direi che è perfetto da accoppiare ad Adamo ed Eva...

  9. #9
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14065
    Thanks Thanks Given 
    843
    Thanks Thanks Received 
    636
    Thanked in
    460 Posts

    Predefinito

    Mi è piaciuto, però la sua lettura è stata penalizzata dai precedenti racconti di Twain, compreso quello di Adamo ed Eva, davvero troppo spassosi per cui un filino di delusione l'ho provata.
    Magari se avessi letto prima questo l'avrei apprezzato maggiormente, mi aspettavo le precedenti risate a crepapelle da sola , invece ho soltanto sorriso, ma non per questo - badate bene- lo sto criticando.
    E' più riflessivo (come ha detto bou), meno immediato, ma lo consiglio ugualmente e concordo con ale sull'ultima parte.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Twain, Mark - Le avventure di Huckleberry Finn
    Da Brethil nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 11-15-2016, 03:40 PM
  2. Twain, Mark - Il ranocchio saltatore e altri racconti
    Da bosch nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 10-28-2015, 07:33 PM
  3. Poe, Edgar Allan - A una in Paradiso
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Poesia
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 03-04-2010, 05:49 PM
  4. Twain, Mark - Lettere dalla Terra
    Da nicole nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 12-19-2009, 03:52 PM
  5. il paradiso...
    Da Emanuela nel forum Amici
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 08-20-2007, 10:04 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •