Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Tulpan, La ragazza che non c'era

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Dvortsevoy, Sergei - Tulpan, La ragazza che non c'era

  1. #1

    Predefinito Dvortsevoy, Sergei - Tulpan, La ragazza che non c'era

    Un giovane ufficiale marinaio torna nel suo paese (Kazakistan), deciso ad ottenere un gregge di pecore e apprendere l'antico e difficile mestiere di pastore. Gli diverr� ben presto chiaro che i suoi sogni non possono realizzarsi senza prima prendere moglie. Purtroppo, nel deserto della steppa l'unica ragazza disponibile, Tulpan, sembra avere altri progetti: la città, gli studi, un'altra vita altrove.

    Uno dei migliori film che mi sia capitato di vedere recentemente. La trama in sé poteva essere di rara noia, invece il ritmo della narrazione non rallenta mai. I commenti riportati sulla "quarta di dvd" lo definiscono poetico. Per una volta, la promessa è mantenuta. Un esempio su tutti: l'amico del protagonista offre i "confetti" alla sorella, sposata e madre di famiglia. Le caramelle cadono ed entrambi si chinano per raccoglierle: l'intensità delle parole non dette in quei due secondi è più immediata e percepibile che nel più ardito fra i film hollywoodiani.
    Inoltre, c'è un altro attore non elencato nel cast: il deserto kazakistano, che recita il suo ruolo silenzioso, sullo sfondo. Bisogna goderselo cos�, senza pensieri, attraverso lo schermo. Dal vivo, è molto più pericoloso: può rubare l'anima.

    Una piccola critica da annotare a qualche inquadratura, di dubbia efficacia. Ma glielo si perdona.

    p.s. mi raccomando... in originale, con i sottotitoli! il doppiaggio è così così
    Ultima modifica di elisa; 11-07-2017 alle 08:02 PM. Motivo: edit caratteri

  2. #2
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18938
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    243
    Thanks Thanks Received 
    706
    Thanked in
    434 Posts

    Predefinito

    Classico film da festival, con pregi e difetti del genere. I pregi sono anche tecnici come l'ambientazione e il lavoro effettuato sulle luci e l'uso della macchina da presa, la storia minimale, quasi documentaria. I difetti sono tipici di questo genere di film, la lentezza e la dilatazione dei tempi. Film sicuramente molto valido ed interessante.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Coen, Joel & Ethan - L'uomo che non c'era
    Da mattbt nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 10-19-2015, 11:48 PM
  2. Romanticismo per conquistare una ragazza
    Da Slickssurprise nel forum Amici
    Risposte: 257
    Ultimo messaggio: 09-12-2014, 05:34 PM
  3. Leone, Sergio - C'era una volta il West
    Da Masetto nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 12-30-2009, 10:51 PM
  4. Rodriguez, Robert - C'era una volta in Messico
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-29-2009, 02:27 PM
  5. Christie, Agatha - C'era una volta
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 04-19-2009, 08:47 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •