Ecco una bella prima prova di una scrittrice padovana, Maria Francesca Comar.
É un romanzo molto scorrevole, brillante, che segue i pensieri di questa donna, Gio, arrivata ad un momento topico della sua vita: un momento di cambiamento radicale, difficile, ma inevitabile, che le porterà molto dolore ma anche nuove speranze e vitalità.

La scrittura è frizzante e ironica, il flusso di coscienza ci porta nei pensieri più intimi della protagonista.
Consigliato!

"Gio è una donna attiva, poliedrica, emotivamente complessa e sfaccettata: ha un marito, una figlia, un lavoro e molti interessi. Gio, che ha quasi cinquant'anni e una forte vitalità, si racconta senza risparmiarsi, in un continuo passaggio tra passato e presente, tra gli amori, le amicizie.
Fino a che un giorno si innamora di un uomo molto più giovane di lei.
Attraverso una prosa viva e concreta ci accompagna nelle incursioni intime, un viaggio difficile nell'autocoscienza, disseminato di delusioni e disillusioni, verso una nuova e migliore consapevolezza di sé."