Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Madame Bovary

Pagina 4 di 6 PrimoPrimo 123456 UltimoUltimo
Mostra risultati da 46 a 60 di 79

Discussione: Flaubert, Gustave - Madame Bovary

  1. #46
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Bohemian Vedi messaggio
    Io Emma l'adoro! è un esempio di rivendicazione femminile, anzichè egoista è solo una che non si accontenta, a cui sta stretta la vita e vuole crescere, confrontarsi, insomma VIVERE!
    E' proprio un'egoista invece, anche se meno dei vari Homais, Rodolphe e Leon. Vuole l'amore e il lusso e alla fine suggerisce perfino un furto. Smania per la sua felicità e basta; l'altruismo disinteressato (come alla gran parte delle persone del resto) le è estraneo.

    Citazione Originariamente scritto da Bohemian Vedi messaggio
    Ma magari il mondo fosse fatto di persone ambiziose come lei!
    Sarebbe meglio che fosse fatto di persone come Charles piuttosto. Sarà uno stupido, ma è buono e onesto, non imbroglia nessuno e non ruberebbe mai.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #47

    Predefinito

    Ho amato Emma Bovary, simbolo di tutta una categoria di delicate e infelici anime femminili. Ho sofferto le sue inquietudini, le sue delusioni, le sue frivolezze, i suoi egoismi ed i suoi tradimenti.Tuttavia, non augurerei neanche al mio peggior nemico di avere per moglie e madre dei suoi figli, un'egocentrica come Emma. Se Emma mi ha fatto soffrire per suo lento discendere nell'abisso dell'autodistruzione, Charles, il marito, mi ha fatto un enorme pena: schiacciato dall'amore non corrisposto e annullato nella sua dignità di uomo.
    Ultima modifica di brunilde; 01-29-2009 alle 02:50 PM.

  • #48
    Surrealistic member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Foggia
    Messaggi
    1102
    Thanks Thanks Given 
    1
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da brunilde Vedi messaggio
    Ho amato Emma Bovary, simbolo di tutta una categoria di delicate e infelici anime femminili. Ho sofferto le sue inquietudini, le sue delusioni, le sue frivolezze, i suoi egoismi ed i suoi tradimenti.Tuttavia, non augurerei neanche al mio peggior nemico di avere per moglie e madre dei suoi figli, un'egocentrica come Emma. Se Emma mi ha fatto soffrire per suo lento discendere nell'abisso dell'autodistruzione, Charles, il marito, mi ha fatto un enorme pena: schiacciato dall'amore non corrisposto e annullato nella sua dignità di uomo.
    Secondo me madame bovary è il libro da cui comincia tutta la letteratura del 900. Forse al giorno d'oggi non riusciamo a coglierne a pieno il senso, ma flaubert con quel romanzo ha dato vita a un sentimento altrimenti represso. In questa ottica, Emma non è una egocentrica, è una rivoluzionaria.

  • #49
    Victorian Lady
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Hobbiville, La Contea
    Messaggi
    1155
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Quella di Emma Bovary è una storia incredibilmente moderna. Superficiale ed ingiusto è definire la protagonista frivola o capricciosa. Dietro di lei vi è molto di più: il desiderio di poter vivere una vita vera, in cui i sentimenti la facciano da padrone prendendo a calci le convenzioni ed il buon costume. La voglia di incontrare un vero amore, la spinge a gettarsi tra le braccia di uomini che non potranno mai soddisfarla, perchè privi di spessore, di virilità, di maturità, partoriti da una realtà provinciale in cui la mediocrità serpeggia. Ma più di tutto, Emma è semplicemente un'infelice: e se sbaglia e spende la sua vita in stravaganze che denunciano un certo essere viziata, non è perchè ella sia realmente così, ma è la sua aspirazione a trovare qualcosa di reale in quella vita in cui ella è imprigionata a smuoverla. Tenta invano di ribellarsi alla condizione di inferiorità cui la donna è relegata, cercando di infrangere a suo modo le consuetudini, smettendo ad un certo punto di preoccuparsi della moralità, senza mai abbandonare tuttavia il proprio orgoglio e la propria dignità. Ma l'impostazione rigida del mondo, i suoi continui fallimenti, la sua afflizione, finiscono per consumarla come un cancro che da dentro le ha succhiato via ogni briciolo di linfa vitale: Emma se ne va, così come ha vissuto l'intera sua vita, con un'illusione dentro agli occhi ma il cuore troppo stanco per tornare a battere ancora.
    Voto: 4/5

  • #50
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    19767
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    347
    Thanks Thanks Received 
    1019
    Thanked in
    651 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ~ Briseide Vedi messaggio
    Quella di Emma Bovary è una storia incredibilmente moderna. Superficiale ed ingiusto è definire la protagonista frivola o capricciosa. Dietro di lei vi è molto di più: il desiderio di poter vivere una vita vera, in cui i sentimenti la facciano da padrone prendendo a calci le convenzioni ed il buon costume. La voglia di incontrare un vero amore, la spinge a gettarsi tra le braccia di uomini che non potranno mai soddisfarla, perchè privi di spessore, di virilità, di maturità, partoriti da una realtà provinciale in cui la mediocrità serpeggia. Ma più di tutto, Emma è semplicemente un'infelice: e se sbaglia e spende la sua vita in stravaganze che denunciano un certo essere viziata, non è perchè ella sia realmente così, ma è la sua aspirazione a trovare qualcosa di reale in quella vita in cui ella è imprigionata a smuoverla. Tenta invano di ribellarsi alla condizione di inferiorità cui la donna è relegata, cercando di infrangere a suo modo le consuetudini, smettendo ad un certo punto di preoccuparsi della moralità, senza mai abbandonare tuttavia il proprio orgoglio e la propria dignità. Ma l'impostazione rigida del mondo, i suoi continui fallimenti, la sua afflizione, finiscono per consumarla come un cancro che da dentro le ha succhiato via ogni briciolo di linfa vitale: Emma se ne va, così come ha vissuto l'intera sua vita, con un'illusione dentro agli occhi ma il cuore troppo stanco per tornare a battere ancora.
    Voto: 4/5
    bellissima recensione, complimenti, quoto tutto, anche io vedo Emma come una donna che non accetta la sua condizione e vorrebbe essere altro da sè, ambendo ad un mondo che lei pensa pieno di lustrini e in cui pensa di trovare la felicità. E' una grande lettrice Emma di romanzi d'amore, così come oggi tante ragazze sognano il reality o il concorso per veline o sposare un calciatore e senza una visione critica della realtà e una forte consapevolezza di sè rischiano di bruciarsi le ali, come la bella ma fragile Emma.

    Avete notato come le donne trasgressive dell'800 finiscano tutte per pagare la loro trasgressività, Emma come Anna Karenina.

  • #51
    Reef Member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Fondi... ma non troppo
    Messaggi
    4248
    Inserimenti nel blog
    19
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Quando lessi questo libro provai due sensazioni contrastanti: la prima di chiuderlo e non finirlo, lo trovavo noioso e Emma non la sopportavo proprio; la seconda di curiosità di sapere come andava a finire.
    Così lo finii e solo dopo, riflettendoci su, capii che era un ottimo libro. Perché si faceva leggere, era scritto bene, e le sensazioni che avevo provato nel leggerlo non erano perché il libro che non mi coinvolgeva ma, al contrario, perché stavo provando le stesse sensazioni di Emma.
    L'unica cosa che davvero mi ha lasciata perplessa, o che forse non ho capito, è il rapporto di Emma con la figlia, un rapporto inesistente, come se fosse un oggetto arrivato in casa un giorno per caso, e messo lì da una parte.
    Mi sono chiesta se fosse un difetto del romanzo, o avesse anch'esso un senso. Io non mi spiego come una mamma possa ignorare in quel modo un figlio, ma anche se fosse, questo non è scritto, cioè lo stesso Flaubert non ne parla più di tanto, certe volte io mi trovavo a chiedermi, ma la figlia che fine ha fatto? Sembrava quasi che lo stesso Flaubert si era dimenticato di aver fatto partorire Emma nel romanzo...
    Voi che ne pensate? Era solo una mia impressione?

  • #52
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Dory Vedi messaggio
    L'unica cosa che davvero mi ha lasciata perplessa, o che forse non ho capito, è il rapporto di Emma con la figlia, un rapporto inesistente, come se fosse un oggetto arrivato in casa un giorno per caso, e messo lì da una parte.
    Mi sono chiesta se fosse un difetto del romanzo, o avesse anch'esso un senso. Io non mi spiego come una mamma possa ignorare in quel modo un figlio, ma anche se fosse, questo non è scritto, cioè lo stesso Flaubert non ne parla più di tanto, certe volte io mi trovavo a chiedermi, ma la figlia che fine ha fatto? Sembrava quasi che lo stesso Flaubert si era dimenticato di aver fatto partorire Emma nel romanzo...
    Flaubert non se n'è dimenticato; il fatto è che Emma ama poco la figlia. Ce ne sono madri così, e sono cattive madri. Tale è lei.

  • #53
    Victorian Lady
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Hobbiville, La Contea
    Messaggi
    1155
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Vero, ho maturato anche io la medesima osservazione. In verità per quanto accorto m'è parso Flaubert, credo che fosse nelle sue intenzioni spargere su quel rapporto un alone di freddezza. Ma alcune scene, come gli slanci d'affetto che talvolta Emma ha per la sua bambina, fanno comprendere come non fosse ella una persona priva di sentimenti materni, ma fosse forse talmente accecata dalla sua infelicità, il cui emblema era il marito nonchè padre della povera Berta stessa, da trasporre su di essi tutto il suo ribrezzo per quella vita. Perchè Berta stessa era il frutto di una esistenza infelice. Il momento stesso in cui ella si scopre incinta coincide in fondo con la realizzazione personale di quanto la via da essa percorsa, dalla scelta del matrimonio alla convivenza, alla scoperta del mondo che avrebbe potuto vivere se si fosse maritata diversamente, sia solo una pessima imitazione della vita di coppia da ella immaginata. Una vita che probabilmente non sarebbe mai riuscita comunque a realizzare: gli uomini avrebbero finito comunque per stancarla o per farla soffrire, sia per la troppa devozione (vedesi Carlo) sia per la troppa poca fedeltà (vedesi Rodolfo). E soprattutto perchè i romanzi, da ella troppo idealizzati a vita vera, sono tutt'altra cosa rispetto alla realtà.
    Triste poi è notare come la figlia si percepisce sia condannata allo stesso destino di infelicità: una morte dopo l'altra dei suoi parenti la fanno sballottare da un capo all'altro del paese, per finire poi in una miserabile vita di cui poco si sa, ma molto s'intuisce.

  • #54
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ~ Briseide Vedi messaggio
    ma Emma fosse forse talmente accecata dalla sua infelicità, il cui emblema era il marito nonchè padre della povera Berta stessa, da trasporre su di essi tutto il suo ribrezzo per quella vita. Perchè Berta stessa era il frutto di una esistenza infelice. Il momento stesso in cui ella si scopre incinta coincide in fondo con la realizzazione personale di quanto la via da essa percorsa, dalla scelta del matrimonio alla convivenza, alla scoperta del mondo che avrebbe potuto vivere se si fosse maritata diversamente, sia solo una pessima imitazione della vita di coppia da ella immaginata.
    Può darsi.

    In effetti Flaubert non dice mai esplicitamente perché Emma ami poco la figlia.



    Citazione Originariamente scritto da ~ Briseide Vedi messaggio
    Una vita che probabilmente non sarebbe mai riuscita a realizzare: gli uomini avrebbero finito comunque per stancarla o per farla soffrire, sia per la troppa devozione (vedesi Carlo) sia per la troppa poca fedeltà (vedesi Rodolfo). E soprattutto perchè i romanzi, da ella troppo idealizzati a vita vera, sono tutt'altra cosa rispetto alla realtà.
    Concordo.



    Citazione Originariamente scritto da ~ Briseide Vedi messaggio
    per la troppa devozione (vedesi Carlo)
    Più che altro perché Carlo è un mediocre, un uomo modesto, banale e senza ambizioni. Credo sia per questo che lui non l’ha resa felice, non tanto perché le è troppo devoto (anche se lei, disgustata com’è di lui, non riesce a sopportare neanche che lui la ami, ed è addirittura esasperata dal fatto che egli, nella sua ingenuità, la creda felice).



    Citazione Originariamente scritto da ~ Briseide Vedi messaggio
    Triste poi è notare come la figlia si percepisce sia condannata allo stesso destino di infelicità: una morte dopo l'altra dei suoi parenti la fanno sballottare da un capo all'altro del paese, per finire poi in una miserabile vita di cui poco si sa, ma molto s'intuisce.
    Vero. Ma questa tristezza è di tutto il romanzo in effetti.

  • #55
    Victorian Lady
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Hobbiville, La Contea
    Messaggi
    1155
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Certo, la troppa devozione di Carlo risulta per essere irritante per la sua mancanza di polso, di ambizione e di dignità. Ma se un uomo fosse stato devoto a lei, pur essendo ben più forte di Carlo, io credo che ugualmente lei non si sarebbe accontentata. In fondo Emma sognava una passione trascinante che duri una vita intera, e ciò non può accadere, se non durante i primi tempi. Il rapporto di coppia muta, matura e la passione si trasforma; ma ciò non è in contrasto col concetto di amore, anzi. Ma questo Emma non l'ha forse mai sospettato.

    Per quanto riguarda la figlia, stavo pensando inoltre che lei decide di portarla con se mentre progetta la fuga con Rodolfo. Perchè fare questa scelta se non l'amava? Continuo a sospettare che dimostrasse poco i suoi sentimenti perchè essi erano soffocati dal ricordo della sua gravidanza e dal pensiero che in essa si celava anche una parte dell'uomo che tanto ella disprezzava, pur avendo condiviso con egli buona parte della sua vita.

  • #56
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ~ Briseide Vedi messaggio
    Ma se un uomo fosse stato devoto a lei, pur essendo ben più forte di Carlo, io credo che ugualmente lei non si sarebbe accontentata. In fondo Emma sognava una passione trascinante che duri una vita intera, e ciò non può accadere, se non durante i primi tempi. Il rapporto di coppia muta, matura e la passione si trasforma; ma ciò non è in contrasto col concetto di amore, anzi. Ma questo Emma non l'ha forse mai sospettato.
    Giusto, e detto molto bene. Brava



    Citazione Originariamente scritto da ~ Briseide Vedi messaggio
    Per quanto riguarda la figlia, stavo pensando inoltre che lei decide di portarla con se mentre progetta la fuga con Rodolfo. Perchè fare questa scelta se non l'amava?
    E' vero, la ama. Non tanto però, diciamo meno della media delle madri, che di solito stravedono per i figli.



    Citazione Originariamente scritto da ~ Briseide Vedi messaggio
    Continuo a sospettare che dimostrasse poco i suoi sentimenti perchè essi erano soffocati dal ricordo della sua gravidanza e dal pensiero che in essa si celava anche una parte dell'uomo che tanto ella disprezzava, pur avendo condiviso con egli buona parte della sua vita.
    Può essere. Ma potrebbe anche essere stata la sua natura, cioè che fosse nata così, capace di grandi passioni ma non di un forte amore materno...

  • #57
    Victorian Lady
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Hobbiville, La Contea
    Messaggi
    1155
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ~ Briseide Vedi messaggio
    Continuo a sospettare che dimostrasse poco i suoi sentimenti perchè essi erano soffocati dal ricordo della sua gravidanza e dal pensiero che in essa si celava anche una parte dell'uomo che tanto ella disprezzava, pur avendo condiviso con egli buona parte della sua vita.
    Citazione Originariamente scritto da Masetto Vedi messaggio
    Può essere. Ma potrebbe anche essere stata la sua natura, cioè che fosse nata così, capace di grandi passioni ma non di un forte amore materno...
    In effetti tutti gli indizi (pochi per altro) disseminati da Flaubert lasciano intendere che la verità sia un mix tra queste due ipotesi

  • #58
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    998
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Alla fin fine il rapporto tra Emma e la figlia è un aspetto che non gli interessava approfondire più di tanto secondo me; era più preso da altri argomenti (gli amori di Emma, la società di Yonville...)

  • #59
    tak kto zh ty, na konec?
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    66
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Mi trovo tra i fans più sfegatati di Emma..sarà perchè mi ricorda tanto Anna Karenina, sarà quel suo modo un pò strambo di rifuggire ad una vita piatta, apatica, insipida che quel "bonaccione" di Charles le ha cucito addosso senza rendersi conto che le andava stretta..sarà, ma io la trovo eccezionale, nella sua tristezza, nella sua profondità. Non per altro da lei si deve sia il termine di "spleen" che quello più clinico, di uno stato psicofisico che è definito come Bovarismo (ossia la depressione).
    Charles vuole la famiglia "del mulino bianco", senza rendersi conto che è per colpa sua che la moglie soffre..se tutti fossimo come lui, allora ci sarebbe da preoccuparsi....

  • #60
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    256
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Trovo che Emma sia un personaggio sia da compatire che da criticare; compatire perchè è stata "vittima" di quei romanzi che tanto le hanno tenuto compagnia e che le hanno fatto desiderare una vita che non le appartiene, da criticare perchè si può essere insoddisfatti della propria vita ma non per questo si deve passare sopra i sentimenti di chi ci stà vicino; penso che Emma più che essere innamorata dei vari amanti sia più innamorata dell' idea di avere un' amante, diventando anche morbosa nel rapporto con loro e dimenticandosi totalmente del rapporto con la figlia;

  • Pagina 4 di 6 PrimoPrimo 123456 UltimoUltimo

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •