Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il gran sole di Hiroshima

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Bruckner, Karl - Il gran sole di Hiroshima

  1. #1
    Fantastic Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    1996
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Bruckner, Karl - Il gran sole di Hiroshima

    Il gran sole di Hiroshima è un romanzo di Karl Bruckner.
    L'autore descrive la storia di Sadako, una bambina giapponese sopravvissuta all'esplosione nucleare di Hiroshima.
    Il romanzo comincia descrivendo il periodo di miseria che ci fu in tutto il Giappone causato dalla Seconda guerra mondiale. Ogni giorno Sadako e Shigeo Sasaki, due bambini, fratello e sorella, quattro e undici anni, andavano a passeggiare per la città per non pensare alla fame e alla miseria di quel periodo. Intanto stava procedendo, da parte degli statunitensi, la preparazione della bomba atomica della quale erano in pochi a conoscenza. Ogni giorno i due ragazzi andavano in giro, forse anche per cercare del cibo, pensando al fatto che mangiavano una sola volta al giorno. Ogni giorno passavano aerei statunitensi sopra alla città di Hiroshima e gli abitanti ormai erano abituati a questi rumori di motore da non farne più caso. Infatti la sirena che avvisava l'arrivo degli aerei da bombardamenti ormai non si metteva in funzione. Nemmeno quella mattina del 6 agosto del 1945 si accesero le sirene, infatti tutti videro l'aereo passare senza preoccuparsi. Quell'aereo, battezzato "Enola Gay" dal suo pilota-generale Tibbets (in onore della madre), fu diretto verso Hiroshima secondo il programma della missione impartito all'equipaggio, ignaro delle reali conseguenze del bombardamento. Quella mattina Sadako e Shigeo stavano andando a prendere un po' di cibo e, essendosi stancati, andarono a fare una passeggiata in un parco. L'obiettivo del "Progetto Manhattan" fu quello di generare il massimo effetto distruttivo ottenendo la resa del Giappone e la pace tra i due paesi. I due bambini riuscirono a sopravvivere, non essendosi bruciati esternamente. Il loro padre si arruolò obbligatoriamente nell'esercito giapponese e venne dato per disperso, ma qualche giorno dopo il trattato di pace, essendo finita la guerra, lui tornò trovando la moglie, i due bambini e nient'altro. Ora vivono in una baracca ma con un po' di fortuna e di furbizia, la famiglia riesce a sopravvivere al momento di crisi. Passati i dieci anni dalla grande folgore, l'ormai grande Sadako, partecipa ad una staffetta in bicicletta da Tokyo a Hiroshima. Ma dopo la gara, Sadako si sente male e viene portata in ospedale, è malata a causa degli effetti provocati dalle radiazioni della bomba atomica. Dopo qualche mese trascorso in ospedale, la ragazza muore spalancando gli occhi e contemplando il cielo, nel suo eterno splendore.

    Un libro molto bello e allo stesso tempo commovente che fa capire come ancora certe persone si trovano in questo mondo di povertà e malattia.Consigliato sia ai grandi che ai piccoli.. 8/10
    Ultima modifica di elisa; 05-14-2009 alle 05:18 PM. Motivo: edit caratteri

  2. #2
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    L'ho aggiunto alla wishlist

  3. #3
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    L'ho letto...ma non sono riuscita ad appassionarmi...Forse perchè non è il mio genere...o non l'ho capito...boh..

  4. #4
    Young Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    145
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Bruckner, Karl - Il gran sole di Hiroshima

    Hroshima , nell'estate del 1945 è una grande città giapponese, che la guerra ha trasformato in una immensa officina militare. E' sempre stata risparmiata dai bombadamenti degli americani , ma la vita non è facile; quasi tutti gli uomini validi sono sotto le armi , i viveri sono scarsi , donne e ragazzi sono impiegati in attività secondarie nelle industrie di guerra . Scigheo e Sadako , dieci e quattro anni , sono troppo piccoli per lavorare , e la guerra non ha tolto loro del tutto la spensieratezza dell'infanzia , anche se sono spesso affamati e soli perchè il padre è soldato e la madre lavora in una officina. Il romanzo si snoda alternando gli scorci di vita dei ragazzi e degli abitanti della città, con la preparazione della missione che porterà allo sganciamento della prima atomica. Il 6 agosto un bombardiere americano lancia sulla città una bomba di proporzioni ridotte , di cui si ignora tutto. Improvvisamente una luce abbagliante avvolge Hiroshima, un calore indescrivibile si sprigiona ovunque mostruoso , apocalittico. Morte ed orrore piombano sulla città , riducendola in un ammasso di rovine fumanti. Scigheo e Sadako , che stavano giocando nel parco , si salvano e riescono miracolosamente a ricongiurgersi alla madre , scampata anch'essa alla tragedia. anche il padre dei ragazzi , tornato dal fronte si ricongiunge alla famigli , accampata alla meglioi tra le rovine. Passano gli anni , la miseria della guerra finisce . Sadako ha quattordici anni e vince una gara di bicicletta . E' dunque nel fiore della giovinezza e delle speranze. Ma la bomba non ha smesso di uccidere . Le radiazioni hanno minato tante creature e anche Sadako non soppraviverà.
    E' un libro molto significativo e triste , è scorrevole e appassionante. Leggetelo!

Discussioni simili

  1. Ammaniti, Niccolò - Anche il sole fa schifo
    Da non_so_dove_volare nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 06-06-2008, 11:12 PM
  2. Tani, Cinzia - Sole e Ombra
    Da scirocco nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 12-21-2007, 08:43 PM
  3. Wilbur Smith - Il trionfo del sole
    Da inoino nel forum Salotto letterario
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 12-06-2007, 09:32 PM
  4. Valentin, Karl - Tingeltangel
    Da raskolnikoff nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 11-29-2007, 03:34 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •