Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Illusioni perdute

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Balzac, Honorè de - Illusioni perdute

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    milano
    Messaggi
    1572
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito Balzac, Honorè de - Illusioni perdute

    Lucien Chardon de Rubemprè e David Sechard sono due amici nella piccola cittadina di Angouleme. Entrambi hanno grandi sogni di diventare poeti e letterati, ma purtroppo la realtà delle loro vite e del piccolo paese in cui stanno li rendono prigionieri.
    Lucien è figlio di un farmacista mentre da parte di madre ha origini nobili. La morte del padre costringe però la madre e la sorella a fare lavori umili per poter permettere a Lucien di crearsi l'immagine di poeta e poterlo vedere un giorno sfondare a Parigi, David è figlio del propietario della stamperia locale, un uomo avido e spietato che vede solo il profitto, tanto da vendere la stamperia al figlio e ad imbrogliarlo. David sposerà la sorella di Lucien, ma la sua incapcità di condurre affari e i suo desiderio di poter creare una carta per la stampa più resistente ed economica nonchè la sua innata bontà verso Lucien lo trascinerà in intrighi di cui sarà vittima.
    Lucien , da parte sua, lascierà inizialmente il paese di Angouleme per diventare poeta a Parigi. Qui si scontrerà con la dura e cinica società del tempo, diventerà giornalista, avrà successo per poi ricadere nel fallimento più completo e tornare da sconfitto nella città natale.
    Splendido romanzo di Balzac che fà parte di quella galleria di personaggi e storie che Balzac mette sotto il nome di " Commedia umana ".
    Il romanzo è diviso in tre parti : la prima " I due poeti " è dove ci vengono presentati Lucien, David e i personaggi che li circondano nella città di Angouleme, la seconda " Un grand'uomo di provincia a Parigi " narra le vicende di Lucien nella capitale, mentre l'ultima parte " Le sofferenze di un inventore " si occupa di David e degli intrighi di cui è vittma.
    Il romanzo è, come detto , splendido. Balzac dipinge il quadro di una società cinica e divoratrice di sogni, una società in cui l'arte e la poesia, si offre al miglior offerente, dove il potere è in mano a giornalisti senza scrupoli che, inbase ad alleanze politiche ed economiche, fanno e disfano carriere.
    Lucien, in tutto questo, è un personaggio ambiguo : sembra ingenuo , sembra buono, in realtà è facilmente corruttibile, facilmente pronto a cedere al lusso e alle adulazioni pronto ad abbandonare i suoi sogni e desideri.
    David è sicuramente un personaggio più positivo, anche se eccessivamente ingenuo e credulone.
    Ma la vera protagonista è la società parigina e della provincia francese, la società che emerge dalla Restaurazione, priva di ideali, ipocrita, bottegaia e cinica.
    Romanzo da leggere sia per la descrizone dell'ambiente sociale che dell'abilità nello scavare psicologicamente i personaggi e soprattutto per rendersi conto di come i tempi siano esso il 1830 siano essi il 2010 non siano poi tanto cambiati
    Ultima modifica di alessandra; 01-20-2013 alle 08:20 PM.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1160
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Un capolavoro immortale. Un vangelo dell'animo umano.
    Ma Balzac conosceva bene gli uomini...: grande psicologo proprio perche' non lo era.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Balzac, Honoré de- Papà Goriot
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 07-05-2016, 11:01 AM
  2. Balzac, Honoré de - Eugénie Grandet
    Da white89 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 02-23-2016, 02:14 PM
  3. Balzac, Honoré de
    Da angel_eyes nel forum Autori
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 01-14-2016, 01:51 AM
  4. Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 05-20-2010, 09:02 PM
  5. De Balzac, Honoré - Papà Goriot
    Da Kriss nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 09-16-2009, 04:40 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •