Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

I malavoglia

Pagina 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 56

Discussione: Verga, Giovanni - I malavoglia

  1. #1
    Fantastic Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    1996
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Verga, Giovanni - I malavoglia

    I Malavoglia è il titolo del romanzo più conosciuto dello scrittore Giovanni Verga, che lo dette alle stampe nel 1881. Quest'opera va inserita nel Ciclo dei vinti, insieme a Mastro-don Gesualdo ed a La Duchessa de Leyra, L'Onorevole Scipioni e L'uomo di lusso, opere che affrontano il problema del progresso. La Duchessa de Leyra rimane solo abbozzato, mentre gli ultimi due romanzi previsti del Ciclo non verranno neppure iniziati.
    Racconta la storia di una famiglia di pescatori che vive e lavora ad Aci Trezza, un piccolo paese della Sicilia situato nei pressi di Catania.
    Il romanzo ha un aspetto corale e rappresenta i personaggi uniti dalla stessa cultura ma divisi da antiche rivalità.
    Lo scrittore adotta la tecnica dell'impersonalità, riproducendo alcune caratteristiche del dialetto e adattandosi quanto più possibile al punto di vista dei differenti personaggi, rinunciando così alla abituale mediazione del narratore.
    Presso il piccolo paesino di Aci Trezza nel catanese vive la famiglia Toscano che, nonostante fosse decisamente laboriosa, viene soprannominata Malavoglia.
    Il patriarca è Padron 'Ntoni, vedovo, che vive presso la casa del nespolo insieme al figlio Bastiano detto Bastianazzo sposato con Maria detta Maruzza la longa nonostante sia di statura tutt'altro che elevata. Bastiano ha cinque figli: 'Ntoni, Luca, Filomena detta Mena, Alessi e Lia. Il principale mezzo di sostentamento è la Provvidenza, piccola imbarcazione dedita alla pesca. Nel 1863 'Ntoni, il maggiore dei nipoti, parte per la leva militare. Per far fronte alla mancanza, padron 'Ntoni tenta un affare comprando una grossa partita di lupini - peraltro avariati - da un suo compaesano, chiamato Zio Crocifisso per via delle sue continue lamentele e del suo perenne pessimismo. Il carico, affidato al figlio Bastianazzo perchè li vada a vendere a Riposto, sfortunatamente naufraga, assieme a Bastianazzo. A seguito di questa sfortunata avventura, la famiglia si ritroverà con una triplice disgrazia: il debito dei lupini, la Provvidenza da riparare e la perdita di Bastianazzo e quindi di un membro importante della famiglia. Purtroppo, le disgrazie per la famiglia non terminano. Luca, uno dei nipoti, muore nella battaglia di Lissa (1866). Tornato del servizio militare, 'Ntoni tornerà molto malvolentieri alla vita laboriosa della sua famiglia, e non rappresenterà alcun sostegno alla già precaria situazione economica del nucleo. Il debito causerà alla famiglia la perdita dell'amata Casa del nespolo e via via la reputazione della famiglia andrà peggiorando fino a raggiungere livelli umilianti. Un nuovo naufragio della "Provvidenza" porta Padron 'Ntoni ad un passo dalla morte, dalla quale, fortunatamente, riesce a scampare. In seguito Maruzza, la nuora, muore di colera. Il primogenito 'Ntoni deciderà di andare via dal paese per far ricchezze, ma, una volta tornato ancora più impoverito, si dà al contrabbando e finisce in galera dopo aver accoltellato il Brigadiere don Michele, a causa della scoperta di una relazione amorosa con la sorella Lia. Padron 'Ntoni, ormai vecchio, muore senza riuscire a rivedere la sua vecchia casa. Lia, la sorella minore, vittima delle malelingue, lascia il paese e si abbandona all'umiliante mestiere della prostituta. Mena sceglie di rinunciare a sposarsi con compare Alfio, di cui è innamorata, e rimarrà in casa ad accudire i figli di Nunziata e di Alessi, il minore dei fratelli, che continuando a fare il pescatore ricostruirà la famiglia e potrà ricomprare la "casa del nespolo". Quando 'Ntoni, uscito di prigione, torna al paese, si rende conto di non poter restare a causa del suo passato di detenuto.

    Un libro a mio parere bellissimo è un fedele ritratto della Sicilia a quei tempi . Peccato solo per la conclusione drammatica.. 9/10

    [/img]
    Ultima modifica di elisa; 03-21-2009 alle 12:02 PM. Motivo: correzione caratteri

  2. #2
    b
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    2172
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Uno dei libri più brutti che io abbia letto...

  3. #3
    Fantastic Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    1996
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    A me è piaciuto molto! L'ho letto in 2 giorni.. Avevo un'edizione che spiegava le parole in siciliano con delle note .. Sicuro che nn sia x qs che nn ti è piaciuto? x il dialetto siciliano?

  4. #4
    b
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    2172
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Soprattutto per quello. E poi era una lettura forzata!

  5. #5
    Fantastic Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    1996
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    magari prova a prendere un'edizione come la mia.. e rileggilo quando hai voglia

  6. #6

    Predefinito

    E' un bellissimo romanzo... E come ci sa fare Verga con la penna...

  7. #7
    b
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    419
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Uno dei libri più belli che io abbia mai letto.

    Struggente l'epopea negativa dei Malavoglia e il loro "annegamento" nella fiumana della vita

  8. #8
    Charmed Member
    Data registrazione
    Jun 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    2653
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Molto bello!!
    Anche io ho letto l'edizione con le note sotto...si faceva meno fatica...

  9. #9
    Knight Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Palermo
    Messaggi
    1206
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Bellissimo...a mio parere la storiella dei pescatori di Acitrezza è un vero capolavoro...il libro "Verista" per eccellenza!!!
    Di Verga ho letto anche "Maestro don Gesualdo" e anche questo mi è piaciuto moltissimo...
    Sir.

  10. #10
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito

    Letti tutti e due in età liceale, per merito di una proff.ssa che ci ha fatto amare Verga. Più complesso I malavoglia. Mi è sempre rimasta la "voglia" di visitare Acitrezza, il luogo dove è ambientato. Chissà se qualcuno può descriverlo com'è realmente?
    Ultima modifica di elisa; 03-21-2009 alle 12:03 PM. Motivo: correzione caratteri

  11. #11
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Molto bello questo libro,l'inizio un pò pesante però poi ti prende!!!Peccato x la conclusione veramente triste

  12. #12

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa
    Letti tutti e due in età liceale, per merito di una proff.ssa che ci ha fatto amare Verga. Più complesso I malavoglia. Mi è sempre rimasta la "voglia" di visitare Acitrezza, il luogo dove è ambientato. Chissà se qualcuno può descriverlo com'è realmente?
    Io amo Aci Trezza.. è un luogo a cui nessuna descrizione potrà mai rendere giustizia.. non so se qui in questo forum sia possibile inserire delle foto.. Io sono stata alla casa del nespolo.. e c'è davvero ancora l'albero del nespolo all'ingresso.. chi ha letto i malavoglia e poi ha la possibilità di visitare Aci Trezza ritroverà le parole scritte da Verga.. il mare.. le barchette.. i pescatori che preparano le reti.. c'è una magia in quel paesino piccolo piccolo.. si avrebbe voglia di fermarsi davanti ai faraglioni e non smettere mai di guardarli..
    Ultima modifica di elisa; 03-21-2009 alle 12:04 PM. Motivo: correzione caratteri

  13. #13
    b
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    419
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Sir_Dominicus
    Bellissimo...a mio parere la storiella dei pescatori di Acitrezza è un vero capolavoro...il libro "Verista" per eccellenza!!!
    Di Verga ho letto anche "Maestro don Gesualdo" e anche questo mi è piaciuto moltissimo...
    Sir.
    Anche io ho letto Mastro Don Gesualdo el'ho trovato stupendo.

    Forse anche più triste de I Malavoglia proprio per la solitudine totale del protagonista che non può neanche condividere con altri il proprio dramma

  14. #14

    Predefinito

    l'immagine della cozza che resta attaccata allo scoglio... il libro l'ho letto molto, molto tempo fa, ma questa immagine mi è rimasta!

  15. #15
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18815
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    643
    Thanked in
    384 Posts

    Predefinito

    [quote="Loredana26"]
    Citazione Originariamente scritto da elisa
    Io amo Aci Trezza.. è un luogo a cui nessuna descrizione potrà mai rendere giustizia.. non so se qui in questo forum sia possibile inserire delle foto.. Io sono stata alla casa del nespolo.. e c'è davvero ancora l'albero del nespolo all'ingresso.. chi ha letto i malavoglia e poi ha la possibilità di visitare Aci Trezza ritroverà le parole scritte da Verga.. il mare.. le barchette.. i pescatori che preparano le reti.. c'è una magia in quel paesino piccolo piccolo.. si avrebbe voglia di fermarsi davanti ai faraglioni e non smettere mai di guardarli..
    Loredana inserisci le foto, so che è possibile farlo, lo hanno fatto Fabio con la neve e le sue montagne e sub con i sottomarini, quindi tanto più vedere le foto di un paese che chissà se potremo mai visitare.
    Se lo fai ti ringrazio
    Ultima modifica di elisa; 03-21-2009 alle 12:06 PM. Motivo: correzione caratteri

Discussioni simili

  1. Verga, Giovanni - Storia di una capinera
    Da RosaT. nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 25
    Ultimo messaggio: 11-08-2014, 04:31 PM
  2. Giovanni - ciao a tutti
    Da Giovanni nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 03-21-2008, 01:37 PM
  3. Giovanni - ciao a tutti
    Da Giovanni nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 03-21-2008, 09:04 AM
  4. Verga, Giovanni- I Malavoglia
    Da Bad Taste In Your Mouth nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 02-26-2008, 06:02 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •