Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il ballo

Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Mostra risultati da 16 a 24 di 24

Discussione: Nemirovsky, Irene - Il ballo

  1. #16
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2014
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    217
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Libro breve e che quindi, in poche parole, arriva dritto al punto. Mentre leggevo, immedesimandomi nella protagonista, Antoniette, mi chiedevo "ma cosa farei al suo posto?"; una madre odiosa, vanitosa oltre ogni limite, che si ergeva sopra tutto e tutti per la ricchezza acquisita da poco, altezzosa, egoista, ma sopratutto arida dentro e superficiale. La costrizione imposta ad Antoniette di non partecipare al ballo, sarà il motivo della rottura definitiva e la decisione, improvvisa, di una vendetta spietata, distruggendo tutto ciò che la madre considerava fondamentale. Non posso negare che, nel mentre che metteva in atto la sua vendetta, ho sorriso! Ed è "grazie" a questa vendetta che Antoniette ha potuto poi abbracciare nuovamente, anche se per poco, la madre.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #17
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2012
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    476
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    "Il ballo" è un libro che non ho apprezzato molto, poichè nessun personaggio mia ha colpita in modo positivo, in particolar modo la madre, alla cui descrizione aggiungerei l'aggettivo "gelosa"( gelosa della giovinezza della figlia) e, fino a circa metà del libro, Antoinette, ovvero sino a prima di attuare la sua vendetta, che credevo mai si sarebbe realizzata. Tuttavia anche io mi sono posta la stessa domanda di Learn ToKill e non ho trovato una risposta esaustiva, della quale fossi veramente convinta.

  • #18
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5042
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1403
    Thanks Thanks Received 
    829
    Thanked in
    551 Posts

    Predefinito

    Messo in wishlist

  • #19
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14642
    Thanks Thanks Given 
    1184
    Thanks Thanks Received 
    956
    Thanked in
    667 Posts

    Predefinito

    Non sono riuscita a parteggiare né per la madre (odiosa e insopportabile) né per la figlia (troppo immatura ma con la voglia -sbagliata per me- di crescere presto), quindi questo racconto mi ha lasciata un po' perplessa e indecisa su un giudizio finale, ma essendo breve non credo possa bastare per conoscere l'autrice che vorrei cmq approfondire (ho già a casa un altro suo libro).
    La descrizione dei sentimenti negativi è anche ben fatta, ma purtroppo non sono riuscita ad apprezzarlo più di tanto e la vendetta finale mi è sembrata esagerata ed inutile visto che la figlia non se ne è potuta vantare .

  • #20
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    piemonte
    Messaggi
    2829
    Thanks Thanks Given 
    385
    Thanks Thanks Received 
    300
    Thanked in
    170 Posts

    Predefinito

    Mi é piaciuto, anzi mi ha folgorato. I sacrifici compiuti dalla famiglia kampf per raggiungere i gradini più alti della società e volerne fare sfoggio con un ballo che poi...beh meglio non rovinarlo a chi ancora deve leggerlo. ..comunque é interessate con il suo intricato rapporto tra relazioni e contatti

  • #21
    Ananke
    Data registrazione
    Feb 2014
    Località
    Mantova
    Messaggi
    2831
    Thanks Thanks Given 
    290
    Thanks Thanks Received 
    332
    Thanked in
    211 Posts

    Predefinito

    E' il primo libro che leggo della Nemirovsky; questo breve racconto mi ha colpito per la sua particolare perfidia! La figlia sognatrice che si vendica spietatamente contro una madre odiosa e insensibile è l'epilogo dell'odio che può generare un rapporto sbagliato tra genitori e figli. Un racconto che si legge tutto d'un fiato, lo stile di scrittura è essenziale senza tanti giri di parole superflui. Un piccolo capolavoro. Leggerò sicuramente altro di suo.

  • #22
    Valentina992
    Guest

    Predefinito

    Molto carino, come sempre la Nèmirovsky si riconferma un'ottima autrice dalla penna molto affilata, ma l'unico neo è che è stato un po' troppo breve per i miei gusti.

  • #23
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2452
    Thanks Thanks Given 
    96
    Thanks Thanks Received 
    137
    Thanked in
    104 Posts

    Predefinito

    Un breve racconto crudele e spietato. La famiglia Kampf viene giudicata inadeguata si dall'inizio perché divenuta ricca grazie ad un investimento finanziario e non è invece ricca di famiglia come il resto della "buona società". Il loro tentativo di introdursi è descritto con ironia beffarda davvero ben riuscita, ad esempio la loro paura del giudizio della servitù snob.
    E poi la crudeltà di Antoinette che per vendicarsi delle scarse attenzioni e della frustrazione che la madre riversa sulla famiglia, arriva a distruggere il suo sogno senza scomporsi neanche un po' nel vedere la mamma in lacrime per avere perso la sua ultima occasione.
    Ben fatto, voto 4.

  • #24
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    5505
    Thanks Thanks Given 
    373
    Thanks Thanks Received 
    584
    Thanked in
    307 Posts

    Predefinito

    Ho la netta impressione che questo libro mi sarebbe piaciuto moltissimo, uno di quei casi di “romanzo breve gioiello” che così spesso ultimamente sto avendo la fortuna di incontrare, se solo… se solo lo avessi letto direttamente. Eh già, perché questa volta devo ammetterlo esplicitamente: aver ascoltato Il ballo nell’interpretazione (perché questa è la lettura: un atto di interpretazione) di Margherita Buy, in alcuni punti me lo ha fatto quasi detestare. Colpa del tono eccessivamente “drammatico”, nel senso proprio di “teatrale”, scelto dall’attrice. Perché va bene l’interpretazione – ripeto: è naturale che sia così – ma qui la Buy ha scelto proprio la via della recitazione, che non mi è piaciuta per nulla: di volta in volta sussurrava, piagnucolava, gridava, calandosi nei panni ora della figlia, ora della madre.
    Quello fra le due donne è un rapporto esemplare nella sua negatività: la madre, frivola e ipocrita, riversa i propri complessi di inferiorità sociale nel disprezzo per la figlia, per la quale è assolutamente incapace di provare qualsiasi tenerezza, qualsiasi forma di affetto. La figlia, mai amata, detesta la genitrice che per lei è un’estranea e insieme la compatisce.
    Da una parte Rosine, la madre, vittima e carnefice insieme: vittima della sua stessa superficialità, del suo arrivismo, della sua crudeltà, che la spingono a “vendicarsi” più o meno consapevolmente sulla figlia, della quale evidentemente non tollera la grazia, la bellezza e la “fortuna” di essere nata in una famiglia già ricca. Dall’altra Antoinette: quella che era solo una vittima di colpo si trasforma nell’artefice del crollo – mondano e poi anche intimo, profondo – di sua madre.
    La Nemirovsky è stata bravissima soprattutto nel sviluppare una dinamica tanto delicata e tanto complessa in uno spazio narrativo così breve. Non parlo solo di numero di pagine, è la scelta calibrata di un solo evento, il ballo, oggetto dei desideri (ambizioni per una, sogni romantici per l’altra) di entrambe la donne ad essere geniale. Insomma, un vero peccato perché gli ingredienti c’erano tutti e alla fine quello che ho mal sopportato è stato proprio l’atto “fisico” di ascoltare la storia (che in un audiolibro è tutto…). Ciò non toglie che, riuscendo a distinguere il valore del romanzo dalla circostanza del mio approccio, sono molto soddisfatta di questa che era la prima opera che leggevo di Irene Nemirovsky e che, quindi, è certo che non resterà l’ultima.
    Ultima modifica di ayuthaya; 06-15-2018 alle 09:04 PM.

  • Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12

    Discussioni simili

    1. Nemirovsky, Irene - Suite francese
      Da elena nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 13
      Ultimo messaggio: 02-12-2017, 09:30 AM
    2. Nemirovsky, Irene - I cani e i lupi
      Da *cuorepensante* nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 7
      Ultimo messaggio: 08-09-2014, 04:29 PM
    3. D.Rodello - amo il ballo delle parole
      Da D.Rodello nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
      Risposte: 9
      Ultimo messaggio: 06-25-2010, 11:43 PM
    4. Hamilton, Laurell K. - Il ballo della morte
      Da ayla nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 9
      Ultimo messaggio: 09-22-2009, 01:49 PM
    5. Brunori, Vera - Il ballo dei silenzi
      Da reel nel forum Amici
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 07-11-2008, 03:21 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •