Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

il-prete-bello

Mostra risultati da 1 a 11 di 11

Discussione: Parise, Goffredo - Il prete bello

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5738
    Thanks Thanks Given 
    1118
    Thanks Thanks Received 
    379
    Thanked in
    229 Posts

    Predefinito Parise, Goffredo - Il prete bello

    Uscito nel maggio del 1954, "Il prete bello" riscuoterà un clamoroso successo. E rileggendolo oggi ci accorgiamo che il suo segreto sta tutto in quella genesi: nella festosa eccentricità dei personaggi che popolano un labirintico e fiabesco caseggiato nella Vicenza del 1940, e di colui che saprà stregarli tutti: don Gastone, il "prete bello". Personaggi quali la ricca signorina Immacolata; le Walenska, madre e figlia, che si scaldano ingrandendo con una enorme lente l'unico raggio di sole che penetra nella loro stanza; il cav. Esposito, che tiene sotto chiave le cinque figlie concupiscenti; Fedora, la cui rigogliosa natura si spande dagli occhi e da tutto il corpo; e la cenciosa banda di ragazzi truffaldini e sentimentali che nei vicoli e sotto i portici cercano ogni giorno di sopravvivere. In tutti loro, nelle vene e nel sangue, l'atletico, elegante, vanesio don Gastone si infiltra come una passione oscura, violenta ma capace di dare improvvisamente vita.


    E' la fotografia fedele della provincia veneta,ma non solo,degli anni 30',più che la storia,mi è piaciuto il contesto dove si è svolta,mi ha risvegliato nostalgia per i racconti di mio padre,dei miei zii,la periferia,i cortili dei palazzoni dove i ragazzini si ritrovavano,sbrindellati,affamati,allo stato brado,dove l'unico pensiero fisso era quello di procurarsi qualche lira e da mangiare.Una lettura scorrevole,a tratti divertente,un quadro perfetto dell'ambiente,dove aleggia fin dal principio la consapevolezza di un'esistenza difficile.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    pianura padana
    Messaggi
    6016
    Thanks Thanks Given 
    144
    Thanks Thanks Received 
    230
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito

    mi incuriosisce...preso nota
    Di questo autore ho letto I sillabari e L'Odore del sangue, abbastanza sconvolgente quest'ultimo
    Mi piacciono gli spaccati di provincia anche quelli a fosche tinte

  3. #3
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    13812
    Thanks Thanks Given 
    766
    Thanks Thanks Received 
    534
    Thanked in
    394 Posts

    Predefinito

    L'ho letto qualche anno fa,lo trovai nella libreria di mio padre e il titolo mi incuriosì.
    Te lo consiglio Darida,visto che come me sei fan di Andrea Vitali,perchè nello stile,nella storia di provincia narrata da Parise e nei vari personaggi da lui descritti ho trovato abbastanza lo stile del nostro caro dottore .

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    5738
    Thanks Thanks Given 
    1118
    Thanks Thanks Received 
    379
    Thanked in
    229 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da darida Vedi messaggio
    mi incuriosisce...preso nota
    Di questo autore ho letto I sillabari e L'Odore del sangue, abbastanza sconvolgente quest'ultimo
    Mi piacciono gli spaccati di provincia anche quelli a fosche tinte
    Anche a me piacciono,non ci sono grandi gesta ed eroi,ma un campionario umano quasi completo io non conoscevo questo autore,mi è piaciuto,proverò a cercare qualche cosa d'altro.


    Citazione Originariamente scritto da Minerva6 Vedi messaggio
    L'ho letto qualche anno fa,lo trovai nella libreria di mio padre e il titolo mi incuriosì.
    Te lo consiglio Darida,visto che come me sei fan di Andrea Vitali,perchè nello stile,nella storia di provincia narrata da Parise e nei vari personaggi da lui descritti ho trovato abbastanza lo stile del nostro caro dottore .
    Anche questo che ho letto io è datato,è uno di quei libri che trovai nel pianerottolo...è costato 350 lire,finito di stampare nel 1965

  5. #5
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5727
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    186
    Thanks Thanks Received 
    80
    Thanked in
    51 Posts

    Predefinito

    Sono a metà, ma non decolla.

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    pianura padana
    Messaggi
    6016
    Thanks Thanks Given 
    144
    Thanks Thanks Received 
    230
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Meri Vedi messaggio
    Sono a metà, ma non decolla.
    Be', le atmosfere sono abbastanza cupe e l'azione manca, sotto un certo punto di vista credo che non decollera' mai, Meri
    PS la sconsiglerei come lettura novembrina, due sono i casi: soporifero o deprimente...o entrambi, sai che botta

  7. #7
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5727
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    186
    Thanks Thanks Received 
    80
    Thanked in
    51 Posts

    Predefinito

    X il momento solo soporifera.

  8. #8
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5727
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    186
    Thanks Thanks Received 
    80
    Thanked in
    51 Posts

    Predefinito

    Finito! Non credo che consiglierò questo libro, nè che rimarrà impresso nella mia memoria. L'ho trovato un po' noioso, i fatti si susseguono, ma non seguono un filo, manca, a mio parere,una vera storia. Anche il finale lascia perplessi.

  9. #9
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5727
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    186
    Thanks Thanks Received 
    80
    Thanked in
    51 Posts

    Predefinito

    URL=http://img547.imageshack.us/i/parise.png/][/URL]

  10. #10
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    piemonte
    Messaggi
    2649
    Thanks Thanks Given 
    260
    Thanks Thanks Received 
    167
    Thanked in
    106 Posts

    Predefinito

    É uno di quei libri che bisogna avere nella propria libreria in cassa perché rimane impresso nella testa

  11. #11
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2300
    Thanks Thanks Given 
    33
    Thanks Thanks Received 
    163
    Thanked in
    98 Posts

    Predefinito

    Il prete bello è un libro che nella sua semplicità descrive perfettamente la realtà della provincia italiana negli anni immediatamente precedenti allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Leggerlo è come guardarsi un film del Neorealismo, stessa miseria, stessi monelli abbandonati a se stessi, stessa capacità di industriarsi, di divertirsi e gioire di piccole cose. Non siamo a Napoli, o a Roma, come in tanti di quei film, ma nel Veneto, ma a parte questo dettaglio geografico non cambia altro, perché nel Veneto come a Roma i bambini per strada tra povertà e sporcizia imparavano a cavarsela da soli davvero troppo presto. Sergio e Cena sono amici, amici davvero, come gli adulti - sempre pronti a parlarsi alle spalle – non sanno esserlo. Sono compagni sempre pronti a dividere fra loro i pochi spiccioli raggranellati, come gli adulti, sempre pronti ad ingannarsi, non sanno fare. Intorno ai due bambini ci sono poi tutti gli altri personaggi con le loro vicende: le signorine, attempate bruttine zitelle quarantenni decisamente divertenti nei loro assurdi e irreali patemi d’amore; una guardia carceraria in pensione attaccata al suo gabinetto come al più prezioso bene del mondo; un prete tale solo di nome; una bella ragazza sensuale, una poco di buono agli occhi delle benpensanti e pie zitelle, ma l’unica insieme ai due bambini ad emergere come personaggio positivo di questo libro.
    Non sarà forse un capolavoro, ma a me è piaciuto. Consigliato.

Discussioni simili

  1. L'italiano più bello
    Da Vladimir nel forum Salotto letterario
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-03-2010, 02:57 PM
  2. Ma che bello è?
    Da ELITARIO nel forum Salotto letterario
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 02-19-2010, 10:32 PM
  3. Che bello i saggi ma....
    Da consuelo77 nel forum Salotto letterario
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 12-05-2008, 08:27 PM
  4. Che bello
    Da Candido nel forum Salotto letterario
    Risposte: 35
    Ultimo messaggio: 01-18-2008, 12:03 PM
  5. Fallaci, Neera - Vita del prete Lorenzo Milani
    Da Poirot nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 09-20-2007, 10:33 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •