Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Labaki, Nadine - Caramel

Mostra risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Labaki, Nadine - Caramel

  1. #1
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Labaki, Nadine - Caramel

    Titolo originale: Sukkar banat
    Genere: Commedia
    Francia, Libano 2007

    TRAMA:

    A Beirut, alcune donne lavorano in un istituto di bellezza: Layale, innamorata di un uomo sposato, Nisrine, che sta per sposarsi e non sa come dire al futuro sposo che ha già perduto la verginità, Rima, che non riesce ad accettare di essere attratta dalle donne, Jamale, ossessionata dall'età e dal fisico, e infine Rose, che ha sacrificato i suoi anni migliori e la sua felicità per occuparsi della sorella Lili. Nel salone, tra colpi di spazzola e cerette al caramello, si parla di sesso e maternità, con la libertà e l'intimità propria delle donne.

    E' un film sulle donne e soprattutto per le donne che mi è piaciuto veramente molto, intriso di quotidianità e delicatezza. E' un film poetico, colorato e scorrevole che ammalia fino alla fine, raccontando storie di un mondo lontano dal nostro, facendoci sorridere (molto dolce il corteggiamento del poliziotto!!) e commuovere.
    In una parola: consigliato!

  2. #2
    giovaneholden
    Guest

    Predefinito

    Buon esordio della regista Labaki nel lungometraggio,dopo alcuni corti e degli spot pubblicitari. Molto più "occidentale" nel modo di girare di quello che appare a una prima visione,è una brillante versione dei film "tutto donne" che ha il suo capostipite nella celebre pellicola di George Cukor Donne (film 1939) - Wikipedia

  3. #3
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18923
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    243
    Thanks Thanks Received 
    706
    Thanked in
    434 Posts

    Predefinito

    Si apre uno squarcio sulla realtà femminile a Beirut, lacerata tra progresso e tradizione, con una libertà di essere e sentire che purtroppo non corrisponde a quello che viene permesso alle donne di fare. Allora ecco che le sofferenze e le frustrazioni sono quotidiane ma sopportate dall'amicizia e complicità femminile sempre presente e da quella sensualità che porta le donne a vivere intensamente sapori e odori della loro vita, compreso il caramello simbolo di dolcezza infinita quando viene mangiato e di dolore quando viene usato per depilarsi.

  4. The Following User Says Thank You to elisa For This Useful Post:


  5. #4
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10311
    Thanks Thanks Given 
    428
    Thanks Thanks Received 
    449
    Thanked in
    318 Posts

    Predefinito

    Questa regista libanese, secondo me molto brava e pure bella, riesce a coniugare perfettamente l'impegno con la leggerezza. E' piacevole e divertente seguire le avventure di queste donne così diverse tra loro, ma così affiatate, così diverse e così uguali a noi; ma emerge benissimo anche l'aspetto drammatico della vicenda, i drammi individuali - come l'amore per un uomo che non lo merita o la paura di invecchiare - ma soprattutto quello collettivo, la condizione delle donne a Beirut, combattute tra il desiderio di libertà e i veti loro imposti. L'atmosfera, l'ambientazione nel salone di bellezza, i colori, mi hanno fatto un po' pensare ad Almodovar, seppure, naturalmente, con le ovvie differenze.
    Un bel film solo apparentemente leggero.

  6. The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  7. #5
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    747
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    200
    Thanks Thanks Received 
    142
    Thanked in
    95 Posts

    Predefinito

    Il film mi è piaciuto, ma non completamente. Mi sarei aspettata qualcosa di più esplicito, invece tutto resta sul non detto. Leggero solo in apparenza, questo film è una riflessione sulla condizione femminile in Libano e nei paesi del Medio Oriente. Ma qui la storia è solo abbozzata. Viene resa molto meglio nel libro "Miele amaro e mandorle dolci" di Maha Actar, pubblicato in Italia da Nord nel 2013. La cosa singolare è che, apparentemente, il libro sarebbe tratto dal film per una volta, ma non ne sono certa. Ad ogni modo, paradossalmente, si avverte un'occidentalità maggiore nel film rispetto al libro che invece approfondisce la situazione storica del Libano degli ultimi 50 anni. In definitiva, consiglio entrambi anche se ho preferito il libro.

  8. The Following User Says Thank You to estersable88 For This Useful Post:


Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Gordimer, Nadine - Luglio
    Da Vesper nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 05-22-2009, 06:57 PM
  2. Gordimer, Nadine - Occasione d'amore
    Da elena nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 04-12-2008, 07:37 PM
  3. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 03-25-2008, 03:23 PM
  4. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-28-2007, 07:54 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •