Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Dreiser, Theodore

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1160
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Dreiser, Theodore

    I falsi miti
    Una tragedia americana (An american tragedy, 1925) è una possente anatomia dei falsi miti del successo, basata su un caso giudiziario reale. Narra la storia del giovane Clyde Griffths che sogna ricchezza e prestigio sociale. Dopo aver lavorato in un al bergo di Kansas City, lavora in una fabbrica dello stato di New York. Si lega a Roberta Alden, giovane operaia ma contemporanea mente si innamora di Sondra Finchley che gli appare quasi irrag giungibile per la posizione sociale che occupa nella piccola cit tà. Roberta gli rivela di essere incinta, Clyde temendo che la ragazza possa impedirgli di realizzare il suo miraggio di ascesa sociale, decide di ucciderla: la porta in barca sul lago, esita a mettere in esecuzione il suo piano ma la barca si rovescia, Clyde si salva lasciando che la ragazza anneghi. Processato è condannato a morte: segue una lunga agonia nella cella della morte, nella vana e tormentosa attesa di una grazia che non viene.
    Rraramente nella vita di un lettore ci s'imbatte in un romanzo cosi' intenso e cosi' duro. Un romanzo che e' una successione di spunti di riflessione.
    Ambizione, arrampicamento sociale, invidia, successo, ricchezza, prepotenza: una tavola di valori estremamente moderna da risultare assolutamente attuale.

    Un caso di coscienza individuale: dove finisce l'intenzione e dove incomincia la casualita'. La colpa, il rimorso, un'innocenza perduta.
    Conta di piu' l'intenzione della propria volonta' o la remissione ultima e tradiva?
    La psicologia dell'uomo e' talmente sconfinata da non potere dare nessuna risposta valida e certa: Dreiser , con assoluto realismo, riporta un romanzo basato e tratto da una storia vera. Prende nota, racconta quello che succede, si siede come un semplice spettatore ad assistere le strade imperscrutabili del caso nel quale, ogni tanto, fa capolino la volonta' dell'uomo ( o s'interseca con essa)
    O forse il caso ( Plutarco dixit) altro non fa che contemplare anche quello che noi decidiamo?
    Ho deciso cosi', uno dice, ma poi ho cambiato idea. Niente succede casualmente.
    Il caso sorride: ci si illude di cambiare le nostre idee e le nostre intenzioni, ma questi cambiamenti sono loro stessi casuali.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1160
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Uno dei piu' bei libri che abbia mai letto in vita via.

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •