Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Visualizza il feed RSS

lettore marcovaldo

Il difetto maggiore degli italiani

Valuta questo inserimento
Credo che il difetto maggiore degli italiani sia quello di parlare sempre dei loro difetti.
In nessun altro paese inchieste simili sarebbero accolte con simpatia: qui vengono sollecitate. Ora,
quelle poche volte che sono stato fuori d'italia mi sono trovato tra popoli perfetti, tra gente che
, sapendomi italiano, non mi nascondeva la sua compassione per i miei difetti meridionali e mediterranei.
Alla fine mi sono stancato. ho superato l'età dell'indignazione e non sono più d'accordo con i
moralisti di casa che rimproverano all'italiano medio di non essere un paradigma sociale o morale.
L'italiano medio è quello che è e i suoi difetti cominciano a piacermi.
Mi piace, ad esempio, che sia generalmente bugiardo. Non credo che avrebbe potuto vivere in questo
paese tremila anni senza adattare la cruda verità ad una ragionevole menzogna[...]
Mi piace che sia gentile, sentimentale, cinico, spendaccione, imprudente, frivolo, fastoso nelle sue cerimonie.
Sono modi di amare la vita, di volerla capire, di forzarla, di esaltarla. Mi piace che non sia tanto patriottico.
Questo gli ha permesso di superare la crisi nazionalistica quasi senza dolore, gli permette oggi di essere uno
dei popoli meno razzisti e intolleranti, il più pronto nell'ammirare le virtù degli altri popoli e nel copiare i loro
difetti più vistosi[...]
Non mi dispiace nemmeno che l'italiano del nord se la pigli tanto con l'italiano del sud e gli rimproveri quei
difetti che egli, per le mutate condizioni economiche, non possiede più da qualche decennio.
E' forse questa una prova che l'italiano non vede al di là del proprio campanile ? Bene, anche questo mi piace.
E' un modo per amare il proprio campanile, una prova che l'italiano ama faziosamente la sua terra perchè
si riconosce parte di essa, da vivo e da morto. Ed è anche una prova che se non altro sul piano dei difetti,
l'unità italiana (della quale si dubita troppo) è cosa fatta[...]
Evidentemente quando si parla dei difetti dell'italiano si prende a confronto un popolo ideale che non esiste in
nessuma parte del mondo ma che noi, sempre ottimisti (altro difetto!) crediamo che viva e prosperi realmente.
E come lo ammiriamo, questo popolo sconosciuto ! Non pensiamo mai che l'italiano ha sviluppato i suoi difetti come
altrettante forme di difesa, per aderire ad una realtà storica, al clima, alla povertà del suolo, all'angustia dei mari
, alla varie tirannie spirituali ed economiche; per essere infine, il più razionale ed economico possibile nelle
sue manifestazioni di vita, cioè utile a se stesso, e andare avanti, continuare la specie. Senza i suoi straordinari
difetti l'italiano oggi non esisterebbe, e sarebbe un gran male.

da Frasario essenziale per passare inosservati in società - Ennio Flaiano.

Submit "Il difetto maggiore degli italiani" to twitter Submit "Il difetto maggiore degli italiani" to Digg Submit "Il difetto maggiore degli italiani" to del.icio.us Submit "Il difetto maggiore degli italiani" to StumbleUpon Submit "Il difetto maggiore degli italiani" to Google Submit "Il difetto maggiore degli italiani" to Oknotizie

Tag: No Aggiungi / Modifica tags
Categorie
Non categorizzato

Commenti