Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Visualizza il feed RSS

In_discutibile

di C.Preve su "La forza della ragione" 4/4

Valuta questo inserimento

Il Cardinal Ruini, mentre lascia salmodiare al suo principale innocue frasi di pace, ha con queste infami espressioni dettato la linea politica americano-sionista del clero cattolico (ma non certo di Gesù di Nazareth, che non è proprietà privata di nessuna pretoneria ne mai lo diventerà).
Ruini non sa che con queste rauche grida di guerra va addirittura contro la tradizionale dottrina della chiesa sulla guerra giusta, perché è assolutamente evidente che la lotta dei partigiani iracheni contro gli occupanti rientra nella categoria della "guerra giusta", in quanto guerra contro gli invasori, che hanno sconvolto il quadro del diritto internazionale motivando la loro aggressione con due sporche menzogne (le inesistenti armi di distruzione di massa e l'inesistente collusione con gli attentatori delle Torri Gemelle di New York).
Oriana Fallaci può stare tranquilla. Le gerarchie superiori della pretoneria romana (che non oso chiamare "chiesa", perché il venerando termine greco di ecclesia significa assemblea pacifica dei fedeli) in fondo sono con lei.
In terzo luogo, per finire, Oriana Fallaci vorrebbe che non solo i pretoni idolatri, ma anche i sacerdoti di base pacifisti fossero cattivi e malvagi come lei. In questo modo le chiese, già semivuote, si vuoterebbero completamente. Se la baracca funziona ancora, funziona esclusivamente per il volontariato caritativo di generosi pretini rivolto a giovani, anziani, malati, infelici. Sono loro, e soltanto loro, a tenere in piedi questa baracca. E Oriana Fallaci li vorrebbe cattivi e "crociati" come lei. La tradizione controriformistica dei cattolici italiani è ipocrita, ma non certo autolesionista.

8. Sarebbe ingeneroso non segnalare che Oriana Fallaci regala al lettore anche momenti esilaranti, in particolare a proposito di buffi personaggi come Romano Prodi (p. 93) e Gianfranco Fini (p. 97). A proposito del bolognese Prodi (un personaggio tipico di quella Bologna orribile descritta dal bravo giallista Loriano Machiavelli nei romanzi del sergente Sarti Antonio) Oriana Fallaci ricorda la partecipazione del buffo personaggio alla seduta spiritica del 1978 in cui si evocavano le anime del Purgatorio per sapere dove i brigatisti rossi tenevano prigioniero Aldo Moro (e Prodi a quella immonda seduta spiritica partecipò sul serio).
Ancora più esilarante la descrizione di Fini, che con lo zucchetto ebraico si prosterna davanti ai sionisti per far dimenticare decenni di apologia del fascismo. Naturalmente Oriana Fallaci (p. 133) è perfettamente d'accordo con la porcheria propagandistica oggi egemone, per cui chi si oppone al sionismo è ipso facto anche antisemita. Credo che il vero Mastro Cecco buonanima avrebbe smascherato questa ipocrisia intollerabile (la legna simbolica con cui oggi vengono costruiti i roghi). In quanto alle truppe d'occupazione italiane illegali in Iraq (p. 177), esse vengono dipinte come benefattori che "riportano un po' di ordine pubblico" (sic).
9. Ma Oriana Fallaci a volte si butta anche nella filosofia. Per esempio, (p. 88), fa dottamente notare che in lingua araba non c'è neppure una parola per indicare il nostro nobile termine occidentale di libertà, avendo i disgraziati solo il termine di affrancamento (hurrya) con cui vengono affrancati gli schiavi. Cara Oriana Fallaci, limitati alla libera stupidaggine, e non ficcarti in cose etimologiche più grandi di te! Nel nostro occidentalissimo latino i liberi erano i figli, in quanto asserviti al padre, ed i liberti erano gli schiavi liberati. La variante greca di liberti (apeleutheroi) significa etimologicamente "affrancati".
Non importa. La libera stupidaggine, anche quando si traveste da etimologia filosofica, resta libera stupidaggine. Così il lettore di Oriana Fallaci desideroso di avere una filosofia della storia universale pronta come il caffè solubile imparerà che mentre l'Islam è uno "stagno di acqua morta" (p. 273) l'Occidente è un "fiume" (p. 274). Peccato che in questo momento questo fiume sia talmente inquinato che se uno ci nuota dentro e per caso beve una sorsata della sua acqua ci resta secco immediatamente.
10. Concludiamo questa segnalazione. In linea di massima, è meglio leggere i libri dei "cattivissimi" piuttosto di quelli dei "buonisti". Fra Veltroni e la Fallaci, mille volte meglio la Fallaci. E' vero che, come dice saggiamente Don Chisciotte, "l'ipocrita che si finge buono arreca meno danno di chi pecca pubblicamente". Ma oggi gli ipocriti che si fingono buoni bombardano la Jugoslavia con uranio cancerogeno guidando contemporaneamente cortei salmodianti che inneggiano alla pace. E allora meglio Oriana Fallaci. Più di duecentocinquanta pagine di libere stupidaggini possono avere un effetto catartico. In me almeno lo hanno avuto. Se non altro, ho capito che bisogna accostarsi ai problemi di oggi con maggiore serietà ed anche, diciamocelo pure, con minore odio unilaterale.”

http://www.kelebekler.com/occ/preve_fallaci01.htm

Submit "di C.Preve su "La forza della ragione"  4/4" to twitter Submit "di C.Preve su "La forza della ragione"  4/4" to Digg Submit "di C.Preve su "La forza della ragione"  4/4" to del.icio.us Submit "di C.Preve su "La forza della ragione"  4/4" to StumbleUpon Submit "di C.Preve su "La forza della ragione"  4/4" to Google Submit "di C.Preve su "La forza della ragione"  4/4" to Oknotizie

Tag: No Aggiungi / Modifica tags
Categorie
Non categorizzato

Commenti

  1. L'avatar di jeanne
    Mi ha interessato molto questo articolo e ti ringrazio per avercelo proposto! Tanti i punti di riflessione sollevati. "Odio" è una parola che appunto io odio, ma mi obbliga a soffermarmi sul concetto. Di grande interesse tutto il passo sulla Chiesa, questi temi mi appassionano. Credo che grazie al tuo post, leggerò "La forza della ragione". Ho amato tanti libri della Fallaci, fra tutti "Un uomo". Ma questo non volevo leggerlo. Ora sì. Leggere poi farsi un'idea. Non avere pregiudizi. Aprire la mente anche a chi la pensa in un altro modo o sembra che la pensi in un altro modo.
  2. L'avatar di asiul
    Citazione Originariamente scritto da jeanne
    Mi ha interessato molto questo articolo e ti ringrazio per avercelo proposto! Tanti i punti di riflessione sollevati. "Odio" è una parola che appunto io odio, ma mi obbliga a soffermarmi sul concetto. Di grande interesse tutto il passo sulla Chiesa, questi temi mi appassionano. Credo che grazie al tuo post, leggerò "La forza della ragione". Ho amato tanti libri della Fallaci, fra tutti "Un uomo". Ma questo non volevo leggerlo. Ora sì. Leggere poi farsi un'idea. Non avere pregiudizi. Aprire la mente anche a chi la pensa in un altro modo o sembra che la pensi in un altro modo.
    Grazie a te!
    L'ho postato per dare a chi l'avesse letto o volesse leggerlo un altro punto di vista. Non bisogna dedicarsi solo a ciò che ci vede d'accordo.
    Io non condividevo le idee della Fallaci,non è un mistero.Per me era una donna che negli ultimi anni nutriva troppo odio...
    altro di lei, nei suoi primi anni m'è piaciuto, questo no.