Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Mercurio

Mostra risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Nothomb, Amélie - Mercurio

  1. #1
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3640
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    308
    Thanks Thanks Received 
    146
    Thanked in
    71 Posts

    Predefinito Nothomb, Amélie - Mercurio

    Questa scrittrice ancora mi sorprende per la sua fantasia. Di lei ho letto Metafisica dei Tubi e lo reputo uno dei più divertenti ed ironici libri mai letti.

    Questo Mercurio tratta in profondità il tema dell'amore ma con una visione alquanto irreale e paradossale.

    Una giovane ragazza viene "salvata dal mondo" da un anziano Signore il quale le fa scoprire un'amore tanto profondo quanto apparentemente non voluto dalla protagonista.

    Due finali per questo libro.

    Il piacere della lettura personalmente ha avuto un andamento parabolico: inizialmente poco, poi a metà libro molto (tant'è che ho tirato notte fonda quando l'infermiera è stata sequestrata) e poi finisce troppo, secondo me bruscamente.

    Decisamente consigliato e sicuramente non il migliore della grande Amélie Nothomb.



    Un'isola. Il capitano e la sua pupilla abitano in un castello da dove sono stati eliminati tutti gli specchi, perché la giovane Hazel non veda il suo viso. È prigioniera? L’infermiera Françoise, chiamata a curare la fanciulla, scopre gli elementi di un mistero nella strana legge instaurata dall’inquietante padrone assoluto dell’isola. Con un doppio finale a sorpresa.
    Ultima modifica di Fabio; 08-13-2008 alle 11:29 PM.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Junior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    UNIVERSE
    Messaggi
    8
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    ho letto due libri di Amelie Nothomb "nè di Eva nè di Adamo" e "Stupore e tremori" Anche io sono stata colpita dal suo inconfodibile stile ironico e divertente... però forse, come hai anche fatto notare tu in Mercurio, tende a concludere i suoi romnzi in maniera un po' brusca ^^

    Mercurio ancora non l'ho letto, ma considerando la tua buona recensione, lo farò di sicuro

  • #3
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    16900
    Thanks Thanks Given 
    2633
    Thanks Thanks Received 
    2363
    Thanked in
    1596 Posts

    Predefinito

    A me è piaciuto tanto, forse anche un po' di più di Igiene dell'assassino, il precedente che avevo letto e gradito molto.
    Pur sapendo del doppio finale dalla trama vista su Ibs me ne ero già dimenticata , quindi ne sono stata piacevolmente colpita.
    Come ho scritto anche nella sezione Autori, secondo me Amélie sa ben scrivere, il suo stile è scorrevole ed accattivante, in più lei riesce ad interpretare entrambi i ruoli dei suoi protagonisti, maschili e femminili, in maniera magistrale.
    Dell'infermiera mi è rimasta impressa la fuga nel sonno perché sono un'esperta in questo campo .
    A seconda del livello di insoddisfazione, la cosa può andare da una sonnolenza fastidiosa alla letargia patologica.
    Dormire è un'occupazione ottima e piena di buonsenso

    Di Hazel ho ben compreso il comportamento... se c'è già qualcosa in noi che ci impedisce di vivere in maniera normale poi non è facile abbandonare il proprio ruolo di vittime.
    Particolare l'amicizia che si istaura tra le due donne...
    Mi piace ascoltarla. I suoi racconti sono come viaggi.
    Se le cose stanno così, il merito è tutto suo. È chi ascolta a creare la fiducia. Se non pensassi che il suo è un orecchio amico, non mi ispirerebbe niente. Lei ha un talento raro: sa ascoltare.


    La parola rende liberi. Strano, no?
    - In certi casi è il contrario. Ci sono persone che ti invadono con la loro logorrea: si ha la penosa impressione di essere prigionieri delle
    loro parole.
    Quelli non parlano, chiacchierano.


    Non saprei dire se sia uno dei migliori della Nothomb, questo è solo il terzo che leggo, però ve lo consiglio lo stesso.
    Ultima modifica di Minerva6; 06-06-2020 alle 01:13 PM.

  • The Following User Says Thank You to Minerva6 For This Useful Post:



  • Discussioni simili

    1. Nothomb, Amélie - Metafisica dei tubi
      Da Fabio nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 01-19-2015, 10:14 AM
    2. Nothomb, Amélie - Né di Eva né di Adamo
      Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 11-09-2013, 05:05 PM
    3. Nothomb, Amélie - Dizionario dei nomi propri
      Da Palmaria nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 08-13-2008, 10:56 PM
    4. Nothomb, Amélie - Diario di Rondine
      Da witch nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 02-17-2008, 02:19 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •