Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Mostra risultati da 16 a 24 di 24

Discussione: 233° MG - Figlie di una nuova era di Carmen Korn

  1. #16
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1959
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    1237
    Thanks Thanks Received 
    1051
    Thanked in
    644 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Shoshin Vedi messaggio
    Ho finito la lettura di questo libro
    stamattina presto.
    Non saprei come spiegare,
    Ma è come se fossi tornata
    alla mia realtà, dopo essere
    stata altrove.
    Questo forse succede
    quando un libro ci permette
    davvero di entrare tra le sue pagine.
    E di queste pagine io
    ricorderò soprattutto
    i particolari...
    Frasi,gesti,emozioni ,
    immagini che la scrittrice ha saputo
    trasmettere con semplicità...
    Nella storia la guerra non vince
    su ciò che conta veramente.
    Nonostante la tragedia e la distruzione
    in cui trascina i protagonisti, non è lei la protagonista.
    Restano gli uomini e le donne in cui sempre vive l'umanità e
    la speranza...L'amore e l'amicizia non restano seppelliti sotto
    le macerie così come il ricordo di coloro i quali non
    ce l'hanno fatta.

    Mi piace ricordare un passo del libro

    "Ernst venne in visita qualche giorno
    dopo il bombardamento e andò a perlustrare
    le macerie.
    Henny aveva già estratto il portagioie
    di ciliegio annerito dalle fiamme.
    Vi rispose l'anello di granata e le fedi,
    la sua e quella di Lud .Piccoli tesori solo sui."


    E poi ci sono gli occhi di Kathe
    che cercano quelli di Henny da dietro il finestrino
    di un tram, nell'ultima
    pagina del libro.

    Si rivedranno e questo mi è
    piaciuto molto.


    Forse Rudi tornerà dal campo di prigionia .
    È importante che lo faccia.
    È stato uno dei personaggi che più ho amato
    del libro e vorrei poterlo rincontrare nel seguito
    del romanzo.

    Mi ha fatto piacere partecipare a questo
    piccolo gruppo di lettura,magari
    potremo continuare a leggere insieme
    anche il seguito.
    Anche a me è piaciuto molto il fatto che non fosse la guerra - o comunque gli eventi storici - il centro del racconto, ma che il punto focale, la costante di tutto il libro fossero le persone con le loro vite, i loro problemi, i cambiamenti, i condizionamenti che quegli stessi eventi storici hanno portato nelle loro esistenze.

  2. The Following 2 Users Say Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #17
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2142
    Thanks Thanks Given 
    4215
    Thanks Thanks Received 
    2165
    Thanked in
    1290 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Shoshin Vedi messaggio
    Ho finito la lettura di questo libro
    stamattina presto.
    Non saprei come spiegare,
    Ma è come se fossi tornata
    alla mia realtà, dopo essere
    stata altrove.
    Questo forse succede
    quando un libro ci permette
    davvero di entrare tra le sue pagine.
    E di queste pagine io
    ricorderò soprattutto
    i particolari...
    Frasi,gesti,emozioni ,
    immagini che la scrittrice ha saputo
    trasmettere con semplicità...
    Nella storia la guerra non vince
    su ciò che conta veramente.
    Nonostante la tragedia e la distruzione
    in cui trascina i protagonisti, non è lei la protagonista.
    Restano gli uomini e le donne in cui sempre vive l'umanità e
    la speranza...L'amore e l'amicizia non restano seppelliti sotto
    le macerie così come il ricordo di coloro i quali non
    ce l'hanno fatta.

    Mi piace ricordare un passo del libro

    "Ernst venne in visita qualche giorno
    dopo il bombardamento e andò a perlustrare
    le macerie.
    Henny aveva già estratto il portagioie
    di ciliegio annerito dalle fiamme.
    Vi rispose l'anello di granata e le fedi,
    la sua e quella di Lud .Piccoli tesori solo suoi."


    E poi ci sono gli occhi di Kathe
    che cercano quelli di Henny da dietro il finestrino
    di un tram, nell'ultima
    pagina del libro.

    Si rivedranno e questo mi è
    piaciuto molto.


    Forse Rudi tornerà dal campo di prigionia .
    È importante che lo faccia.
    È stato uno dei personaggi che più ho amato
    del libro e vorrei poterlo rincontrare nel seguito
    del romanzo.

    Mi ha fatto piacere partecipare a questo
    piccolo gruppo di lettura,magari
    potremo continuare a leggere insieme
    anche il seguito.
    E' vero, protagonisti sono gli uomini e le donne, le loro speranze, i loro sogni, i loro sentimenti e la loro umanità, nonostante la guerra e la distruzione. La vita è più forte, si sopravvive e ci si aggrappa a ciò che davvero conta. Tra le macerie si cerca di recuperare non gli oggetti, ma i ricordi.
    I ricordi, soprattutto quelli di chi non c'è più, hanno un valore immenso.
    Ben volentieri potrei leggere il seguito con voi.

    In effetti quando si finisce un libro coinvolgente, sembra di riemergere nel nostro presente provenienti da altro spazio e altro tempo. E si sente un po' di malinconia.

  • The Following 2 Users Say Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #18
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    729
    Thanks Thanks Given 
    726
    Thanks Thanks Received 
    856
    Thanked in
    508 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da qweedy Vedi messaggio
    E' vero, protagonisti sono gli uomini e le donne, le loro speranze, i loro sogni, i loro sentimenti e la loro umanità, nonostante la guerra e la distruzione. La vita è più forte, si sopravvive e ci si aggrappa a ciò che davvero conta. Tra le macerie si cerca di recuperare non gli oggetti, ma i ricordi.
    I ricordi, soprattutto quelli di chi non c'è più, hanno un valore immenso.
    Ben volentieri potrei leggere il seguito con voi.

    In effetti quando si finisce un libro coinvolgente, sembra di riemergere nel nostro presente provenienti da altro spazio e altro tempo. E si sente un po' di malinconia.
    È vero anche che mi sento un poco
    malinconica...per diverse notti
    sono stata in compagnia dei personaggi
    del libro che io sentivo familiari.Soprattutto
    Rudi..

  • The Following User Says Thank You to Shoshin For This Useful Post:


  • #19
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3114
    Thanks Thanks Given 
    305
    Thanks Thanks Received 
    617
    Thanked in
    294 Posts

    Predefinito

    Scusatemi, sono davvero pessima.
    Sono ferma al 1926. Non so, faccio davvero fatica a farmi coinvolgere dal racconto, ma non riesco a capire se sia colpa del periodo in cui ho la testa particolarmente all'aria, o se non sia il libro giusto.
    Ho come l'impressione che la Korn ci stia facendo vedere una storia potenzialmente molto interessante, senza però mostrarcela per davvero. Ci fa guardare da una finestra, ma non ci permette di vivere assieme ai personaggi. Non riesco nemmeno a spiegarmi al meglio... e appena una situazione comincia a interessarmi, si passa ad altro. E quando torniamo ad un personaggio, sono passati mesi, magari.
    Tutte le relazioni sono raccontate, più che mostrate, non entriamo mai nella testa di nessuno... insomma, ho ancora la sensazione che si ha quando si è proprio all'inizio di un romanzo corposo, quando i personaggi e le situazioni ci sono ancora estranei, ma in realtà sono quasi a metà.
    L'unica che per ora suscita un po' la mia simpatia è Ida.

  • The Following 2 Users Say Thank You to Jessamine For This Useful Post:


  • #20
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2142
    Thanks Thanks Given 
    4215
    Thanks Thanks Received 
    2165
    Thanked in
    1290 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Jessamine Vedi messaggio
    Scusatemi, sono davvero pessima.
    Sono ferma al 1926. Non so, faccio davvero fatica a farmi coinvolgere dal racconto, ma non riesco a capire se sia colpa del periodo in cui ho la testa particolarmente all'aria, o se non sia il libro giusto.
    Ho come l'impressione che la Korn ci stia facendo vedere una storia potenzialmente molto interessante, senza però mostrarcela per davvero. Ci fa guardare da una finestra, ma non ci permette di vivere assieme ai personaggi. Non riesco nemmeno a spiegarmi al meglio... e appena una situazione comincia a interessarmi, si passa ad altro. E quando torniamo ad un personaggio, sono passati mesi, magari.
    Tutte le relazioni sono raccontate, più che mostrate, non entriamo mai nella testa di nessuno... insomma, ho ancora la sensazione che si ha quando si è proprio all'inizio di un romanzo corposo, quando i personaggi e le situazioni ci sono ancora estranei, ma in realtà sono quasi a metà.
    L'unica che per ora suscita un po' la mia simpatia è Ida.
    Secondo me, in parte la tua sensazione è dovuta anche al fatto che essendo il primo libro di una trilogia, qui l'autrice getta sul "tavolo" tutti i suoi protagonisti, che possono forse sembrare poco approfonditi perchè il racconto scorre molto velocemente. Forse facendo un raffronto con la saga dei Cazalet, che pure aveva molti personaggi, noto che il periodo della seconda guerra mondiale occupa tre o quattro libri, mentre la Korn in un solo libro sorvola un periodo storico molto più lungo. Le situazioni vengono raccontate in modo più rapido, e subito si passa ad altro.

    Mi piace che ognuna di noi abbia indirizzato la propria simpatia a una protagonista femminile diversa. Sarei curiosa di leggere la scelta di IreneElle e di Estersable ....

  • The Following User Says Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #21
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1959
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    1237
    Thanks Thanks Received 
    1051
    Thanked in
    644 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da qweedy Vedi messaggio
    Secondo me, in parte la tua sensazione è dovuta anche al fatto che essendo il primo libro di una trilogia, qui l'autrice getta sul "tavolo" tutti i suoi protagonisti, che possono forse sembrare poco approfonditi perchè il racconto scorre molto velocemente. Forse facendo un raffronto con la saga dei Cazalet, che pure aveva molti personaggi, noto che il periodo della seconda guerra mondiale occupa tre o quattro libri, mentre la Korn in un solo libro sorvola un periodo storico molto più lungo. Le situazioni vengono raccontate in modo più rapido, e subito si passa ad altro.

    Mi piace che ognuna di noi abbia indirizzato la propria simpatia a una protagonista femminile diversa. Sarei curiosa di leggere la scelta di IreneElle e di Estersable ....
    Beh... in fin dei conti credo che la mia preferenza vada ad Enny (si scriveva così?)... però in tutte le donne del libro (come anche negli uomini) ho trovato pregi e difetti, cosa che ha reso la vicenda più realistica perché è ciò che accade anche nella vita reale. Di Kathe mi è piaciuta l'intraprendenza, la forza di schierarsi e di prendere posizione, ma non mi è piaciuta l'eccessiva spigolosità e il saltare spesso a conclusioni affrettate. Ida è forse quella che mi è piaciuta meno... di Lina mi è piaciuta la coerenza, di Luise ho apprezzato la versatilità, ma l'ho trovata un po' stereotipata. Ripensandoci bene, però, il personaggio femminile che più ho preferito è stata Anna, la madre di Kathe: sempre attiva, coraggiosa, sobria, silenziosa ma ferma e vigile.

  • The Following 2 Users Say Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  • #22
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    218
    Thanks Thanks Given 
    39
    Thanks Thanks Received 
    51
    Thanked in
    32 Posts

    Predefinito

    Ragazze, rientro brevemente per un saluto e per dirvi che io, ahimè, mi sono arenata alle primissime pagine a causa di un problema di salute familiare abbastanza grave. Non ho adesso tempo per la lettura, mi auguro di riprenderlo a brevissimo, così da poter commentare. Mi dispiace perchè sono stata proprio io a proporlo, ma non immaginavo...vi chiedo ancora scusa.

  • The Following 3 Users Say Thank You to IreneElle For This Useful Post:


  • #23
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2142
    Thanks Thanks Given 
    4215
    Thanks Thanks Received 
    2165
    Thanked in
    1290 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da IreneElle Vedi messaggio
    Ragazze, rientro brevemente per un saluto e per dirvi che io, ahimè, mi sono arenata alle primissime pagine a causa di un problema di salute familiare abbastanza grave. Non ho adesso tempo per la lettura, mi auguro di riprenderlo a brevissimo, così da poter commentare. Mi dispiace perchè sono stata proprio io a proporlo, ma non immaginavo...vi chiedo ancora scusa.
    In bocca al lupo, IreneElle, ti auguro che si risolva tutto bene.

  • #24
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3114
    Thanks Thanks Given 
    305
    Thanks Thanks Received 
    617
    Thanked in
    294 Posts

    Predefinito

    Io ci ho davvero provato in tutti i modi, ma la lettura non sta proprio ingranando.
    Lo sto trovando davvero noioso e poco coinvolgente, e lo leggo molto controvoglia. Non so, mi sembra non abbia assolutamente nulla da dirmi in più rispetto a tanti altri libri simili sul tema.
    Se non fossi stata in MG, probabilmente lo avrei abbandonato molto prima
    Mi dispiace, perché leggere in compagnia mi piace sempre, ma la vita è troppo breve per leggere libri che non ci arricchiscono
    Chissà, magari tra qualche anno lo riprenderò e lo riuscirò ad apprezzare

    Irene, spero che le cose si risolvano al più presto per il meglio!

  • The Following User Says Thank You to Jessamine For This Useful Post:


  • Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12

    Discussioni simili

    1. Korn, Carmen - Figlie di una nuova era
      Da estersable88 nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 2
      Ultimo messaggio: 09-15-2019, 07:59 PM
    2. Shafak, Elif - Tre figlie di Eva
      Da estersable88 nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 04-28-2017, 01:46 AM
    3. Sykes B., le sette figlie di Eva
      Da Henle83 nel forum Sto cercando un libro che parli di...
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 06-16-2012, 05:52 PM
    4. Stefola - Nuova Nuova
      Da Stefola nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
      Risposte: 8
      Ultimo messaggio: 03-07-2011, 06:39 PM
    5. Korn - Issues
      Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Albumeroteca
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 04-24-2009, 01:11 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •