Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 7 di 7 PrimoPrimo 1234567
Mostra risultati da 91 a 99 di 99

Discussione: XXXIII Sfida letteraria - Sfida al buio

  1. #91
    Non rinunciare mai
    Data registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    439
    Thanks Thanks Given 
    290
    Thanks Thanks Received 
    214
    Thanked in
    154 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da francesca Vedi messaggio
    Ciao LettriceBlu ecco le mie domande per te:
    1) Mi chiedo se qweedy è riuscita a incuriosirti con nuove letture ma indovinando i tuoi gusti. Quindi dei 5 qual è il libro che ti ha sorpreso di più e quello che hai sentito più nelle tue corde? (magari sono lo stesso)
    2) Dei libri della tua cinquina ho letto solo l'Ardone, anche se conosco già Steinbeck. Fra gli altri che non conosco, di quali mi consiglieresti la lettura e perchè?
    3) Un pregio e un difetto di ognuno dei libri.

    Francesca

    Grazie Francesca per le domande!
    1: Qweedy ha avuto un compito veramente difficile: uscendo dalla mia zona confort è parecchio difficile che un romanzo mi tenga incollata alle pagine, ma quelli che ho scelto ci sono tutti riusciti perfettamente. Sicuramente il titolo che mi ha conquistato molto più di quanto mi sarei mai aspettata è "Il treno dei bambini", se invece intendiamo il termine "sorpreso" come relativo allo svolgimento il primato va a "Uomini e topi", ero assolutamente impreparata al finale! Invece, non ce n'è stato uno in particolare più sulle mie corde degli altri.
    2: Se ricordo bene tu non leggi molti Mistery, quindi ti consiglierei "L'isola dei cacciatori di uccelli", perché l'assassino da trovare è solo ciò da cui parte la vera indagine, che è quella alla scoperta del passato del protagonista, e perché l'ambiente è molto particolare e protagonista tanto quanto i personaggi.
    3: Per quanto riguarda i difetti, non riesco ad identificarne di precisi in nessuno dei libri: soprattutto i Mistery non sono i migliori che ho letto, ma sono comunque molto validi e più che gradevoli; in generale il mio gradimento è per tutti e cinque molto alto. Per i pregi: "L'isola dei cacciatori di uccelli" ha una trama e un'impostazione narrativa gestite divinamente; "L'isola della follia" è adrenalinico e tiene molto alta la suspense; di "Il senso del dolore" restano impressi i personaggi per la drammaticità delle loro storie; "Il treno dei bambini" è molto profondo pur utilizzando uno stile semplice e scorrevolissimo; "Uommini e topi" onestamente devo ancora metabolizzarlo, credo di farmene un'idea più lucida appena mi sarò ripresa totalmente dal finale.
    P.S. Devo ancora inserire un paio di recensioni, lo farò a breve promesso.

  2. The Following 2 Users Say Thank You to LettriceBlu For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #92
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    6619
    Thanks Thanks Given 
    880
    Thanks Thanks Received 
    1652
    Thanked in
    881 Posts

    Predefinito

    Mi sono dimenticata di dire che con Perec ho concluso la sfida!

  • #93
    Monkey *MOD*
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania, ma vicino al Lazio
    Messaggi
    17273
    Thanks Thanks Given 
    2954
    Thanks Thanks Received 
    2597
    Thanked in
    1755 Posts

    Predefinito

    1° libro in lettura:

    bouvard: Tempo di uccidere di Ennio Flaiano (iniziato il 1° e finito l'11 giugno)
    Minerva6: Mercurio + Elettra di Amelie Nothomb (iniziato il 1° e finiti il 4 giugno)
    Spilla: Interviste impossibili di Manganelli (iniziato il 1° giugno)
    francesca: Le bostoniane di Henry James (iniziato il 1° giugno e finito il 29 giugno)
    qweedy: Tutto questo ti darò di Dolores Redondo (iniziato il 2 e finito l'8 giugno)
    estersable88: Mal di pietre di Milena Agus (iniziato e finito il 2 giugno)
    LettriceBlu: L'isola dei cacciatori di uccelli di Peter May (iniziato il 1° e finito il 5 giugno)
    ayuthaya: Ognuno muore solo di Hans Fallada (iniziato il 21 luglio e finito il 4 agosto)


    2° libro in lettura:

    Minerva6: La primavera torna sempre + La tentazione di essere Cesare Annunziata di Lorenzo Marone (iniziati il 5 e finiti il 7)
    estersable88: La storia di Elsa Morante (iniziato l'8 e finito l'11 giugno)
    qweedy: La città sepolta di James Rollins (iniziato il 13 e finito il 15 giugno)
    LettriceBlu: L'isola della follia di Douglas Preston e Lincoln Child (iniziato il 7 e finito il 14 giugno)
    francesca: Omaggio alla Catalogna di George Orwell (iniziato il 29 giugno e finito il 10 luglio)
    ayuthaya: Epepe di Karinthy (iniziato il 5 e finito il 14 agosto)
    bouvard: Lettera al mio giudice di Simenon (iniziato il 24 agosto e finito l'8 settembre)


    3° libro in lettura:

    1- qweedy: Ultime della notte di Petros Markaris (iniziato il 29 e finito il 30 giugno)
    2- Minerva6: Il visitatore di Schmitt (iniziato e finito il 21 luglio) La mia storia con Mozart (iniziato il 21 e finito il 23 luglio)
    estersable88: L'altra Eszter di Magda Szabò (iniziato il 6 e finito il 7 luglio)
    francesca: Il giardino di Amelia di Marcela Serrano (iniziato il 10 e finito il 14 luglio)
    Lettrice Blu: Il senso del dolore di Maurizio De Giovanni (iniziato l'11 e finito il 17 luglio)
    ayuthaya: La leggenda di Gosta Berling di Selma Lagerlof (iniziato il 2 e finito il 24 agosto)
    bouvard: Domani nella battaglia pensa a me di Maria (iniziato il 9 settembre)


    4° libro in lettura :

    francesca: Vino e pane di Silone (iniziato il 14 e finito il 25 luglio)
    estersable88: La breve favolosa vita di Oscar Wao di Junot Diaz (iniziato il 21 e finito il 23 luglio)
    ayuthaya: La caverna di Saramago (iniziato il 19 agosto e finito il 10 settembre)
    Lettrice Blu: Il treno dei bambini di Viola Ardone (iniziato il 1° e finito il 13 settembre)


    5° libro in lettura:

    3- estersable88: Anna di Niccolò Ammaniti (iniziato il 25 e finito il 26 luglio)
    4- francesca: Terre promesse di Milena Agus (iniziato il 25 e finito il 28 luglio)
    5- LettriceBlu: Uomini e topi di Steinbeck (iniziato il 24 e finito il 27 settembre)
    6- ayuthaya: Vita, istruzioni per l'uso di George Perec (iniziato il 17 settembre e finito il 12 ottobre)

  • #94
    Non rinunciare mai
    Data registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    439
    Thanks Thanks Given 
    290
    Thanks Thanks Received 
    214
    Thanked in
    154 Posts

    Predefinito

    Ecco le mie domande per Ayu!
    1: Se dovessi invogliare una persona che, come me, non conosce questi titoli a leggerli attraverso una citazione, quale sceglieresti e perché?
    2: Cosa hai trovato di a te affine nei libri scelti e cosa pensi che abbiano della filosofia della persona che te li ha proposti?
    3: Dopo aver letto questi titoli, ti senti più...? (completa la frase)

  • The Following User Says Thank You to LettriceBlu For This Useful Post:


  • #95
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    6619
    Thanks Thanks Given 
    880
    Thanks Thanks Received 
    1652
    Thanked in
    881 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da LettriceBlu Vedi messaggio
    Ecco le mie domande per Ayu!
    1: Se dovessi invogliare una persona che, come me, non conosce questi titoli a leggerli attraverso una citazione, quale sceglieresti e perché?
    2: Cosa hai trovato di a te affine nei libri scelti e cosa pensi che abbiano della filosofia della persona che te li ha proposti?
    3: Dopo aver letto questi titoli, ti senti più...? (completa la frase)
    Grazie! bellissime domande che meritano un po' della mia attenzione! intanto provo a recuperare alcune delle tante recensioni che ho smesso di scrivere...

  • #96
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    6619
    Thanks Thanks Given 
    880
    Thanks Thanks Received 
    1652
    Thanked in
    881 Posts

    Predefinito

    Innanzitutto ti ringrazio: mi piace ricevere belle domande e le tue lo sono state assolutamente! Infatti ho voluto aspettare una serata in cui ero tranquilla per poter rispondere con la giusta attenzione!

    Citazione Originariamente scritto da LettriceBlu Vedi messaggio
    Ecco le mie domande per Ayu!
    1: Se dovessi invogliare una persona che, come me, non conosce questi titoli a leggerli attraverso una citazione, quale sceglieresti e perché?
    2: Cosa hai trovato di a te affine nei libri scelti e cosa pensi che abbiano della filosofia della persona che te li ha proposti?
    3: Dopo aver letto questi titoli, ti senti più...? (completa la frase)
    1) Se dovessi invogliare una persona che, come me, non conosce questi titoli a leggerli attraverso una citazione, quale sceglieresti e perché?

    Non è facile perchè io adoro le citazioni e me ne segno molte!!!

    Ognuno muore solo di Hans Fallada:
    "Dio mio, che cosa aveva immaginato quell'uomo! Lei aveva pesato a grandi imprese, (e ne aveva avuto anche paura) a un attentato al Fuhrer, oppure almeno a una lotta attiva contro i "bonzi" e contro il partito. E che cosa voleva fare lui? Nulla, qualcosa di ridicolmente meschino, qualcosa che era proprio nel suo stile, qualcosa di tranquillo, per conto suo, qualcosa che non avrebbe disturbato la sua pace. (...) – Ma non ti sembra un po' poco, quel che vuoi fare, Otto? – Smise di rovistare, ma, sempre chino sui cassetti, voltò la testa verso la moglie. – Poco o molto, Anna, – disse, – se ci scoprono ci rimetteremo la testa...
    (...) Forse aveva ragione: molto o poco, nessuno poteva rischiare più della sua vita.
    "

    Epepe di Karinthy:
    "Ma chi erano, e per quale ragione, e a che scopo? E perché proprio lui? A chi dava fastidio? Che cosa aveva fatto di male, e a chi? Eppure sarebbe stata una situazione più sopportabile. Rabbia, malevolenza, odio: una reazione con due poli. Alla collera si può rispondere con la collera, la si può accettare, identificando l'avversario e lottare, combatterlo, dunque anche sconfiggerlo. Ma se a confinarlo là erano l'indifferenza e la paralizzante noncuranza di chiunque - cosa che sembrava più verosimile - allora come tirarsi fuori da quelle sabbie mobili senza niente a cui aggrapparsi, niente su cui puntare i piedi?"

    La leggenda di Gosta Berling di Selma Lagerlof:
    "...(il piccolo Ruster) non si stancava mai di decantare le meraviglie di quel paese del sud: la gente, diceva è alta e forte come campanili, le rondini grosse come aquile e le api come oche. “E i loro alveari?” Gli si chiedeva. “I loro alveari? Sono come i nostri alveari!” “Ma allora come possono entrarvi?” “Ma è affare loro!” rispondeva il piccolo Ruster.
    Dirò come il piccolo Ruster: durante un anno le api gigantesche dell’immaginazione ci hanno volteggiato attorno. Come faranno ad alloggiare nell’alveare della realtà? È affare loro.


    La caverna di Saramago:
    "(...) e ora voleva recuperare il tempo perduto, parole, queste, insensate più di ogni altra, un'espressione assurda con la quale supponiamo di ingannare la dura realtà che nessun tempo perduto è recuperabile, come se al contrario di questa verità, fossimo convinti che il tempo che credevamo per sempre perduto, avesse in definitiva deciso di restare immobile là dietro, aspettando, con la pazienza di chi ha tutto il tempo, che ci accorgessimo della sua mancanza."

    Vita, istruzioni per l'uso di George Perec:
    "(...) l'elemento non preesiste all'insieme, non è più immediato né più antico, non sono gli elementi a determinare l'insieme, ma l'insieme a determinare gli elementi: la conoscenza del tutto e delle sue leggi, dell'insieme e della sua struttura, non è deducibile dalla conoscenza delle singole parti che lo compongono: la qual cosa significa che si può guardare il pezzo di un puzzle per tre giorni di seguito credendo di sapere tutto della sua configurazione e del suo colore, senza aver fatto il minimo passo avanti: conta solo la possibilità di collegare quel pezzo ad altri pezzi..."

    Ho scelto queste citazioni perchè secondo me rappresentano bene il senso profondo del libro in questione, o almeno ne colgono un aspetto fondamentale.

    2) Cosa hai trovato di a te affine nei libri scelti e cosa pensi che abbiano della filosofia della persona che te li ha proposti?

    Ognuno muore solo di Hans Fallada: di affine a me ho trovato l'ideale che si realizza nella "banalità del bene"
    Epepe di Karinthy: più che affinità sono stata catturata dal senso di angoscia che questo libro trasmette e che fa crollare ogni certezza, un elemento (quest'ultimo) che apprezzo molto in un libro!
    La leggenda di Gosta Berling di Selma Lagerlof: ho un certo debole per i libri che hanno in sè qualcosa di "epico", soprattutto se l'eroismo è anticonvenzionale, come in questo caso.
    La caverna di Saramago: l'affinità per Saramago la sento a prescindere, ovvero qualsiasi cosa leggo di suo lo sento nelle mie corde... tuttavia questo romanzo mi ha conquistato meno rispetto ad altri suoi.
    Vita, istruzioni per l'uso di George Perec: di affine a me? la follia e la prolissità! e poi anche io una vera passione per i puzzle!!!!

    Tutti questi libri secondo me rappresentano di Bouvard l'amore per l'anticonvenzionale, per ciò che rappresenta un punto di vista differente sulla letteratura...

    3) Dopo aver letto questi titoli, ti senti più...?
    ... ricca. So che potrebbe essere banale come risposta ma questi libri sono così diversi fra loro e (alcuni soprattutto) diversi rispetto ai romanzi "tradizionali" che dopo averli letti mi sento più ricca e "completa" come lettrice.

  • The Following 4 Users Say Thank You to ayuthaya For This Useful Post:


  • #97
    Monkey *MOD*
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania, ma vicino al Lazio
    Messaggi
    17273
    Thanks Thanks Given 
    2954
    Thanks Thanks Received 
    2597
    Thanked in
    1755 Posts

    Predefinito

    Credo che questa sfida si possa considerare conclusa...
    Per la prossima in giornata aprirò il 3d delle proposte così cerchiamo di capire cosa è meglio fare per renderla più "partecipata" (non mi suona bene ma l'importante è che si sia capito il senso )

  • The Following 5 Users Say Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #98
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2923
    Thanks Thanks Given 
    272
    Thanks Thanks Received 
    944
    Thanked in
    480 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da LettriceBlu Vedi messaggio
    2: Cosa hai trovato di a te affine nei libri scelti e cosa pensi che abbiano della filosofia della persona che te li ha proposti?
    So bene che deve rispondere solo chi completa la Sfida, ma poiché Lettriceblu mi ha tirato in ballo volevo rispondere anch’io alla sua seconda domanda relativamente però solo alla prima parte della domanda ... perché cosa rispecchino di me questi libri penso lo abbia spiegato già benissimo Ayu, ed io non potrei aggiungere niente di più e niente di meglio di quello che ha scritto lei.

    Non le ho proposto 10 libri che mi erano piaciuti, quanto piuttosto 10 libri che, per ragioni diverse, ho pensato potessero piacerle o quanto meno che li avrebbe trovati molto stimolanti in quanto, come ha già detto lei, almeno alcuni escono parecchio dagli schemi.

    Le ho proposto Epepe e Vita. Istruzioni per l’uso perché sono, per ragioni diverse, due libri “estremi”. Epepe per la trama, per l’angoscia che ti butta addosso, per il senso di impotenza che si prova, per il suo essere paralizzante. Gliel’ho proposto perché a me non era piaciuto il finale e proprio questo mi aveva sempre frenato nel giudizio sul libro, ero curiosa di sapere la sua impressione. Il libro di Perec è invece “estremo” nella sua struttura, imprevedibile, geniale eppure a volte si avrebbe la voglia di gettarlo lontano per la sua prolissità, ero curiosa di vedere se si annoiava di fronte a qualcuno più prolisso di lei! Non si è annoiata, è stata messa a dura prova, ma la ragazza non ha mollato! b

    Devo essere sincera? Non pensavo che avrebbe scelto il libro di Selma Lagerlof. Tra i 10 è quello che vedevo meno nelle sue corde e meno stimolante per lei, ma ho pensato che dal momento che anche Einstein aveva i suoi (e non pochi!) momenti di “fanciullezza” anche la nostra Miss Mattone-Pesante poteva permettersi, per una volta, la debolezza di leggersi un libro a portata di bambino

    La Caverna di Saramago gliel’ho proposto per il suo amore per i flussi di coscienza, per il suo amore per Saramago e… per la mancanza di molte virgole nel testo! A parte gli scherzi pensavo che avrebbe trovato affascinante la rivisitazione del mito platonico fatta da Saramago

    Ognuno muore solo di Fallada… è un libro che proporrei a chiunque di leggere, perciò non c’è una ragione precisa per cui gliel’ho proposto, ho semplicemente pensato che le sarebbe piaciuto.

    Francamente avrei voluto che fra i 5 titoli scelti mettesse Max perché anche questo è un libro “estremo” (per il suo contenuto) e mi sarebbe piaciuto conoscere la sua impressione, perché anche questo mi ha lasciato con un enorme punto interrogativo: bello o brutto? Entrambe le cose, non so da che parte far pendere la bilancia e visto che lei nei suoi commenti riesce sempre a mettere in luce qualche aspetto che a me sfugge pensavo mi avrebbe aiutato a decidermi.

    Insomma avete capito che ho spudoratamente usato Ayu per capire meglio alcuni libri

    P.s. non ho tempo di rileggere perciò scusate eventuali strafalcioni

  • The Following 3 Users Say Thank You to bouvard For This Useful Post:


  • #99
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    6619
    Thanks Thanks Given 
    880
    Thanks Thanks Received 
    1652
    Thanked in
    881 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bouvard Vedi messaggio
    So bene che deve rispondere solo chi completa la Sfida, ma poiché Lettriceblu mi ha tirato in ballo volevo rispondere anch’io alla sua seconda domanda relativamente però solo alla prima parte della domanda ... perché cosa rispecchino di me questi libri penso lo abbia spiegato già benissimo Ayu, ed io non potrei aggiungere niente di più e niente di meglio di quello che ha scritto lei.

    Non le ho proposto 10 libri che mi erano piaciuti, quanto piuttosto 10 libri che, per ragioni diverse, ho pensato potessero piacerle o quanto meno che li avrebbe trovati molto stimolanti in quanto, come ha già detto lei, almeno alcuni escono parecchio dagli schemi.

    Le ho proposto Epepe e Vita. Istruzioni per l’uso perché sono, per ragioni diverse, due libri “estremi”. Epepe per la trama, per l’angoscia che ti butta addosso, per il senso di impotenza che si prova, per il suo essere paralizzante. Gliel’ho proposto perché a me non era piaciuto il finale e proprio questo mi aveva sempre frenato nel giudizio sul libro, ero curiosa di sapere la sua impressione. Il libro di Perec è invece “estremo” nella sua struttura, imprevedibile, geniale eppure a volte si avrebbe la voglia di gettarlo lontano per la sua prolissità, ero curiosa di vedere se si annoiava di fronte a qualcuno più prolisso di lei! Non si è annoiata, è stata messa a dura prova, ma la ragazza non ha mollato! b

    Devo essere sincera? Non pensavo che avrebbe scelto il libro di Selma Lagerlof. Tra i 10 è quello che vedevo meno nelle sue corde e meno stimolante per lei, ma ho pensato che dal momento che anche Einstein aveva i suoi (e non pochi!) momenti di “fanciullezza” anche la nostra Miss Mattone-Pesante poteva permettersi, per una volta, la debolezza di leggersi un libro a portata di bambino

    La Caverna di Saramago gliel’ho proposto per il suo amore per i flussi di coscienza, per il suo amore per Saramago e… per la mancanza di molte virgole nel testo! A parte gli scherzi pensavo che avrebbe trovato affascinante la rivisitazione del mito platonico fatta da Saramago

    Ognuno muore solo di Fallada… è un libro che proporrei a chiunque di leggere, perciò non c’è una ragione precisa per cui gliel’ho proposto, ho semplicemente pensato che le sarebbe piaciuto.

    Francamente avrei voluto che fra i 5 titoli scelti mettesse Max perché anche questo è un libro “estremo” (per il suo contenuto) e mi sarebbe piaciuto conoscere la sua impressione, perché anche questo mi ha lasciato con un enorme punto interrogativo: bello o brutto? Entrambe le cose, non so da che parte far pendere la bilancia e visto che lei nei suoi commenti riesce sempre a mettere in luce qualche aspetto che a me sfugge pensavo mi avrebbe aiutato a decidermi.

    Insomma avete capito che ho spudoratamente usato Ayu per capire meglio alcuni libri

    P.s. non ho tempo di rileggere perciò scusate eventuali strafalcioni
    Mi scuso per il ritardo... In realtà, se le aspettative di Bouvard nei miei confronti erano così alte, temo di averla delusa... Non penso infatti che i miei commenti siano stati così illuminanti!!! (soprattutto ultimamente non lo sono mai! )

    In ogni caso aggiungo due parole... Per quanto riguarda il finale di Epepe, non l'ho trovato così stonato. A parte che non ho ancora capito se la sua delusione si riferisce alla guerra o alla scoperta presso il lago... Comunque sia, per come la vedo io, se da una parte la guerra sembra condurre a uno scenario apocalittico e quindi a una sorta di "finale" (che in realtà non si verifica: al contrario, si intuisce che questa violenza ha una funzione quasi catartica e rigeneratrice), la scoperta del lago ci riporta invece al circolo vizioso dei tentativi falliti... Ci riuscirà questa volta Budai o no? L'estrema apertura del finale l'ho trovata particolarmente azzeccata e, forse, l'unica soluzione possibile.
    Comunque, sia per Epepe sia per Perec, ho indubbiamente apprezzato il carattere "estremo" dell'opera, per cui consigliandomeli ci ha pienamente preso.

    Per quanto riguarda la Lagerlof, in effetti come stile è il più lontano da quelli che leggo di solito, però più che l'elemento fiabesco (che pure c'è e ho apprezzato) mi aveva attirato l'elemento della leggenda e anche l'ambientazione nordica.

    A proposito de La caverna, dovrei essere io a chiedere a Bouvard di illuminarmi! Ho letto anche io nella presentazione di questo libro che vorrebbe essere una reinterpretazione del mito platonico (da qui il titolo), ma perchè poi? La verità è che la famosa scoperta fatta nei sotterranei del centro non mi ha illuminato circa il significato da dare all'intera storia e soprattutto il rapporto fra il mito della caverna e la vicenda narrata l'ho sentito un po' una forzatura. Per questo motivo l'ho apprezzato meno di altri suoi libri (i miei preferiti sono L'uomo duplicato, Tutti i nomi, Memoriale del convento e Il Vangelo secondo Gesù)

    Per Fallada, concordo con lei: libro da consigliare a chiunque.

    Infine, per quanto riguarda Max, ricordo di averlo cercato su internet e di essermi fatta scoraggiare in parte dalla lunghezza (avevo già Fallada e Perec che erano lunghetti ) e in parte dal tema angosciante: è vero che anche Epepe lo era, però i crimini nazisti non sono fantasia e temevo di restare impressionata. Ma non l'ho messo da parte del tutto e resterà in wishlist, magari per i primi mesi del 2021.

    Mi rendo conto che questo mio post per chi non ha letto i libri risulta incomprensibile, si trattava più che altro di una risposta privata a Bouvard, ma mi sembrava carino metterla comunque qui!

  • Pagina 7 di 7 PrimoPrimo 1234567

    Discussioni simili

    1. XXXIII Sfida letteraria - presentazione liste
      Da Minerva6 nel forum Sfide letterarie
      Risposte: 86
      Ultimo messaggio: 09-16-2020, 02:08 PM
    2. XXXIII Sfida letteraria - Sondaggio tema
      Da Minerva6 nel forum Sfide letterarie
      Risposte: 11
      Ultimo messaggio: 05-14-2020, 01:16 PM
    3. XXXIII Sfida letteraria - proposte tema
      Da Minerva6 nel forum Sfide letterarie
      Risposte: 21
      Ultimo messaggio: 05-03-2020, 12:26 AM
    4. Risposte: 50
      Ultimo messaggio: 12-30-2015, 12:07 PM
    5. Risposte: 108
      Ultimo messaggio: 10-16-2014, 08:54 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •