Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Mostra risultati da 16 a 28 di 28

Discussione: 273° MG - L'immortalità di Milan Kundera

  1. #16
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    21934
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    589
    Thanks Thanks Received 
    1783
    Thanked in
    1200 Posts

    Predefinito

    Il romanzo ha trentanni ma è di una modernità sconvolgente, che dire dell'imagologo? geniale...aveva persino previsto gli influencer...

    Io sono arrivata al punto in cui parla proprio di Kundera come personaggio del romanzo e di un suo romanzo (che non ho letto)

    “La stupidità deriva dall'avere una risposta per ogni cosa. La saggezza deriva dall'avere, per ogni cosa, una domanda.”

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #17
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    8086
    Thanks Thanks Given 
    311
    Thanks Thanks Received 
    503
    Thanked in
    387 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elisa Vedi messaggio
    Il romanzo ha trentanni ma è di una modernità sconvolgente, che dire dell'imagologo? geniale...aveva persino previsto gli influencer...
    ]
    È vero! Ho pensato la stessa cosa

  • #18
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    21934
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    589
    Thanks Thanks Received 
    1783
    Thanked in
    1200 Posts

    Predefinito

    La storia tra Agnes, Laura e Paul è veramente complessa...se ci sei arrivata magari mi piacerebbe approfondirla con te, se no aspetto.

  • #19
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    8086
    Thanks Thanks Given 
    311
    Thanks Thanks Received 
    503
    Thanked in
    387 Posts

    Predefinito Fine terza parte-

    Ho finito la terza parte e ho incontrato il triangolo familiare
    Le due sorelle sono in competizione come capita spesso, specialmente perché sono l'una l'opposto dell'altra. Laura vuole il marito di Agnes, le è piaciuto subito e lei lo sa.
    Non riesco a inquadrare Paul però.....davvero non capisce? La scena finale della terza parte mi farebbe optare per il no, fingeva soltanto di non capire .
    Comunque Kundera riesce a fare delle riflessioni molto belle e anche i simboli che usa sono particolarmente efficaci. Gli occhiali che Agnes fa rompere sono uno spettacolo!!

    PS se dovessi scegliere tra le due sorelle sceglierei Agnes, l'altra mi sembra troppo egocentrica , è più passionale ma esagerata

  • #20
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    21934
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    589
    Thanks Thanks Received 
    1783
    Thanked in
    1200 Posts

    Predefinito

    io sono già arrivata alla quinta parte, la quarta è piuttosto complessa ma molto interessante. E' veramente un caleidoscopio questo romanzo.

    Agnes poi è veramente stressante e pretenziosa.

  • #21
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    21934
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    589
    Thanks Thanks Received 
    1783
    Thanked in
    1200 Posts

    Predefinito

    Continua la parte quinta, devo dire che è un romanzo autobiografico pieno di sorprese e di invenzioni, ne resto affascinata e citerei tutto.


    “La preoccupazione per la propria immagine, è questa la fatale immaturità dell'uomo. È così difficile essere indifferenti alla propria immagine. Una tale indifferenza è al di sopra delle forze umane. L'uomo ci arriva solo dopo la morte. E neanche subito. Solo molto tempo dopo la morte.”


    “A tutti interessa l'ammirazione e non il piacere. L'apparenza e non la realtà. La realtà non significa più niente per nessuno. Per nessuno.”

    “Il valore di una coincidenza è uguale al suo grado di improbabilità.”


  • #22
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    8086
    Thanks Thanks Given 
    311
    Thanks Thanks Received 
    503
    Thanked in
    387 Posts

    Predefinito Parte 5- capitolo 9

    Kundera, parlando del romanzo che sta scrivendo, ha appena affermato che un romanzo non deve sembrare una corsa ciclistica ma piuttosto un banchetto con diverse portate.
    Beh....diciamo che ci sta andando vicino
    Il libro è pienissimo, ed è su diversi livelli...come se stessimo completando parti diverse di uno stesso puzzle.
    Ho da poco ritrovato Agnes sulle sue amate montagne svizzere dove pensa di trasferirsi.....peccato che alla fine della quarta parte l'autore abbia anticipato la sua morte
    In genere non amo molto i libri che saltano da una parte all'altra ma qui la prosa ti avvolge e ti fa scivolare in avanti senza troppa fatica

  • #23
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    21934
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    589
    Thanks Thanks Received 
    1783
    Thanked in
    1200 Posts

    Predefinito

    Anche io sono rimasta male quando ha annunciato anzitempo la morte di Agnes tanto che quando ne parla dopo è ancora più inaccettabile. Io sono già alla parte sesta per cui non ti anticipo niente, però è capitato anche a te di pensare chi fosse quella ragazza che si è inginocchiata sulla strada e ha causato l'incidente mortale, non so se mi è sfuggito ma non è mai stata identificata con Laura o Agnes ad esempio.

  • #24
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    8086
    Thanks Thanks Given 
    311
    Thanks Thanks Received 
    503
    Thanked in
    387 Posts

    Predefinito

    Ho appena letto della morte di Agnes e mi è venuto il dubbio se l'incidente sia stato causato dalla ragazza seduta in mezzo alla strada... Kundera lo dice con chiarezza? ....se fosse Laura? In fondo voleva suicidarsi....

  • #25
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    8086
    Thanks Thanks Given 
    311
    Thanks Thanks Received 
    503
    Thanked in
    387 Posts

    Predefinito F i n i t o

    L'ho finito ieri sera e stamattina sto ancora riflettendoci su, per cercare di decidere se mi sia piaciuto o meno.
    Indubbiamente l'esercizio di scrittura è molto interessante e anche l'idea di fondo visto che è come se Kundera ci facesse partecipare alla stesura del romanzo di cui noi stessi quasi diventiamo protagonisti. Ognuna delle 6 parti del libro tratta di un tema in particolare a partire dal volto umano così pieno di significati e sfaccettature, per passare al desiderio di immortalità, al contrasto fra due caratteri diversi ( Laura ed Agnes) all'amore vero e proprio. I personaggi si ripetono ma in un certo qual modo sempre in maniera frammentata... ed è questo che mi ha dato un po' di fastidio nella lettura. È nelle ultime due parti che tutto sembra collocarsi al proprio posto e anche i protagonisti che sembravano quasi personaggi passati di lì per caso, si incontrano e danno un valore alla loro presenza
    È un libro sulla persona, sulla voglia di essere amato, di non essere dimenticato e anche contemporaneamente sulla paura di tutte queste cose
    Bella la parte finale in cui tutto come un cerchio finisce dove è cominciato.
    Posso dire che in fin dei conti più che la storia in sé, di questo libro va apprezzata l'idea e soprattutto la stesura. Sono le parole stesse il romanzo. Kundera ha dato vita a un'opera moderna e inconsapevolmente attuale.
    Grazie ad Elisa per la compagnia
    Ultima modifica di isola74; 01-24-2021 alle 01:51 PM.

  • The Following User Says Thank You to isola74 For This Useful Post:


  • #26
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    21934
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    589
    Thanks Thanks Received 
    1783
    Thanked in
    1200 Posts

    Predefinito

    uau, sei andata come un treno, questo qualifica l'eccellenza della scrittura di Kundera, che pur nella sua complessità è scorrevole e lineare.

    Io sono alla Sestra parte, capitolo 19, non manca tanto per finirlo.

    Rubens chi è un personaggio che conosciamo? c'è anche un po' di giallo in questo romanzo che no saprei come classificare, perché c'è un po' di tutto.

  • #27
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    8086
    Thanks Thanks Given 
    311
    Thanks Thanks Received 
    503
    Thanked in
    387 Posts

    Predefinito

    Si..ieri sera ho messo il turbo
    In effetti è vero che nonostante le difficoltà della struttura, la prosa è scorrevole. Se non fosse stato così sarebbe stata dura.

    Rubens è nuovo....un altro personaggio che si aggiunge alla schiera, un mancato pittore che dopo aver amato molte donne decide che l'amore è troppo per lui.

    PS mi sono dimenticata di chiederti se hai notato che a un certo punto c'è anche un richiamo al nostro Don Chisciotte

  • #28
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    21934
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    589
    Thanks Thanks Received 
    1783
    Thanked in
    1200 Posts

    Predefinito

    L'ho finito anche io!

    don Chisciotte ricorre spesso e questo non mi ha fatto che piacere.


    L'immortalità è un libro difficile, composto da tante parti, da tanti generi, filosofia, storia, critica, realtà e romanzo che si confondono tra di loro, tenendoti sempre sull'attenti e lo stesso si perde qualche pezzo, qualche passaggio. Entri ed esci dalla realtà fino a confonderle e non sapere più che livello stai leggendo. Un romanzo affascinante che non è facile codificare.

    Contenta di averlo letto e di averlo fatto assieme a isola che solitamente sento molto vicina al mio sentire letterario.

  • The Following User Says Thank You to elisa For This Useful Post:


  • Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12

    Discussioni simili

    1. Kundera, Milan - L'immortalità
      Da polly nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 8
      Ultimo messaggio: 01-25-2021, 10:59 AM
    2. Kundera, Milan - Lo scherzo
      Da Zanna nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 5
      Ultimo messaggio: 08-23-2016, 06:26 PM
    3. Kundera, Milan
      Da Darkay nel forum Autori
      Risposte: 36
      Ultimo messaggio: 10-21-2010, 08:12 PM
    4. Kundera, Milan - L'ignoranza
      Da nicole nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 09-25-2010, 01:46 PM
    5. Kundera, Milan - Il sipario
      Da elena nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 04-30-2008, 11:46 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •